US OPEN: OSAKA VINCE IL TERZO SLAM, RIMONTATA AZARENKA

La giapponese porta a casa il terzo Slam della sua carriera, riscattando un primo set disastroso. Azarenka rivelazione del torneo
domenica, 13 Settembre 2020

Tennis. Naomi Osaka era arrivata agli US Open a caccia del suo terzo titolo del Grande Slam. Lo ha ottenuto battendo una Victoria Azarenka ringiovanita grazie allo score di 1-6 6-3 6-3 – dopo essere stata sotto di un set e di un break.

Come nelle sue sei precedenti partite a questo US Open, sabato Osaka ha indossato una maschera che mostrava il nome di un altro nero vittima di presunte violenze della polizia negli Stati Uniti.

“Sento che è importante iniziare a parlarne”, ha detto Osaka. Questa volta ha onorato Tamir Rice, un dodicenne colpito a morte da un agente di polizia a Cleveland nel 2014.

Osaka e il suo allenatore, Wim Fissette, che lavorava con Azarenka, hanno affermato di ritenere che l’attivismo fuori dal campo l’abbia aiutata a rendere ancora di più sul terreno di gioco.

Osaka ha aggiunto questo successo ai trofei già conquistati agli US Open 2018 – vinti con una brillante prestazione in una finale memorabilmente caotica e controversa contro Serena Williams – e agli Australian Open 2019.

Azarenka ha vinto gli Australian Open 2012 e 2013 e ha perso contro la Williams nelle finali degli US Open di ciascuno di quegli anni.

“Un buon esempio sono il primo e il secondo set della partita odierna. Penso che avrei potuto facilmente lasciarmi andare ma avevo davvero voglia di lottare, di competere.

Non so descriverlo bene, non c’erano altri pensieri nella mia mente. Non pensavo davvero alla vittoria, volevo solo competere e in qualche modo mi ritrovo con quel trofeo in mano.

Direi quindi che ho davvero cercato di maturare; non ero sicura del processo da intraprendere, ma direi che la lezione che ho imparato dalla vita mi ha fatto crescere come persona” – ha dichiarato l’ex numero 1 del mondo.

Entrando più nello specifico della finale di questo Slam, la vincitrice l’ha descritta così: “Nel primo set ero così nervosa, non mi stavo muovendo con i piedi.

Avevo la sensazione di non star giocando affatto… non che mi aspettassi di giocare al 100% ma sarebbe stato bello se fossi stata almeno al 70%. Era come se ci fosse troppa roba nella mia testa.

Poi nel secondo set mi sono ritrovata presto in svantaggio e questo non ha aiutato. Mi sono solo detta di restare positiva e non perdere 6-1 6-0, darle almeno una tenue resistenza per conquistarsi quei soldi. Più o meno sono questi i pensieri che mi hanno accompagnata”. 


Nessun Commento per “US OPEN: OSAKA VINCE IL TERZO SLAM, RIMONTATA AZARENKA”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.