US OPEN: ROGER FEDERER ILLUMINA, FATICA ANDY MURRAY

Ancora nessun problema per Roger Federer, che ha battuto senza problemi anche Steve Darcis. Faticano, e non poco, Andy Murray e Stanislas Wawrinka. Il britannico ha dovuto recuperare due set di svantaggio, mentre l'elvetico è stato costretto a tre tie break per superare il koreano Hyeon Chung. Bernard Tomic annulla due match point a Lleyton Hewitt a raggiunge il terzo turno, dove troverà Richard Gasquet
venerdì, 4 Settembre 2015

Tennis – Continuano le magiche notti americane di Roger Federer a New York. L’elvetico, dopo aver annichilito Leo Mayer al primo turno, ha brutalizzato anche Steve Darcis per qualificarsi al terzo turno. Cinico e spietato, ma anche elegante e perfetto. E’ un elvetico versione deluxe quello che dopo aver vinto Cincinnati non ha assolutamente mollato la presa nell’ultimo Major dell’anno.

Una partita dominata dall’inizio alla fine, quella di oggi, chiusa con un impietoso 6-1 6-2 6-1 in poco più di un’ora di gioco. Il belga, che non aveva mai affrontato Roger prima di oggi, ha sbattuto contro un muro troppo più forte dopo appena un game, quello vinto in apertura. Poi, Federer Show. Più che la cronaca del match, a lasciare un segno indelebile sono state le statistiche: 86% di punti vinti con la prima, 56% di punti vinti con la seconda, 46 vincenti e appena 26 errori non forzati, numeri incredibili se si considera la reale durata della partita. Federer, che per arrivare a mettere in cascina uno storico 18/mo slam deve centellinare nel modo migliore le energie, dovrà presumibilmente fare qualcosina in più nel terzo turno contro Philipp Kohlshcreiber.

Due set da incubo, poi la rimonta. Andy Murray è stato costretto ad un’imprevedibile battaglia contro Adrian Mannarino per raggiungere Thomaz Bellucci al terzo turno. Il transalpino, perfetto nei primi due set, ha pagato la pressione e la stanchezza nei tre successivi parziali, arrendendosi alla fine 5-7 4-6 6-1 6-3 6-1. Rimane comunque una prestazione piuttosto opaca del britannico, che sull’orlo del precipizio è riuscito ad alzare il livello di gioco e ad approfittare di un avversario che, in parte, si è anche battuto da solo.
Avanza Thomas Berdych, costretto ad un set molto intenso contro Jurgen Melzer, poi uscito alla distanza. Il ceco, che ha anche dovuto annullare due set point, una volta superato lo spauracchio non ha avuto problemi a sbarazzarsi dell’austriaco, malgrado l’età e gli acciacchi ancora in grado di tenere il livello di un Top 10. Fatica, e non poco, Stan Wawrinka, che per battere il 19enne Hyeon Chung è dovuto ricorrere a tre tie break. Il koreano, dopo una partenza fiacca, approfitta dell’enorme quantità di errori dell’avversario per tenersi a galla e portarsi avanti, ma dimostra ancora la poca maturità e, oltre a non aver mantenuto un break di vantaggio nel secondo set, sciupa un set point nel terzo. Ma in quest’ultimi caso grande merito a Stan, poco brillante nel corso di tutto il match ma cinico nei momenti più importanti, che grazie alla vittoria odierna ha portato a 100 il numero di vittorie nei tornei dello Slam.

Passaggio di consegne in quello che è stato l’ultimo match negli States di Lleyton Hewitt, estromesso dal torneo per mano del connazionale Bernard Tomic. Il più giovane dei due, dopo i primi due parziali vinti in maniera agevole, è stato costretto agli straordinari per sconfiggere il cuore da lottatore di “Rusty”, arresosi solamente dopo aver sciupato due match point sul 5-4 40-15 nel quinto set.

Tutti i risultati
2-Roger Federer (Switzerland) beat Steve Darcis (Belgium) 6-1 6-2 6-1
15-Kevin Anderson (South Africa) beat Austin Krajicek (U.S.) 6-3 6-4 6-2
31-Guillermo Garcia-Lopez (Spain) beat Nicolas Mahut (France) 6-4 6-2 6-7(4) 6-1
Jiri Vesely (Czech Republic) beat 21-Ivo Karlovic (Croatia) 7-6(3) 3-6 3-6 6-2 7-6(4)
Donald Young (U.S.) beat Aljaz Bedene (Britain) 3-6 6-4 6-4 6-2
13-John Isner (U.S.) beat Mikhail Youzhny (Russia) 6-3 6-4 6-4
20-Dominic Thiem (Austria) beat Denis Istomin (Uzbekistan) 6-4 6-4 1-0 (Istomin retired)
22-Viktor Troicki (Serbia) beat Rajeev Ram (U.S.) 7-6(10) 6-4 3-6 6-3
Ruben Bemelmans (Belgium) beat 28-Jack Sock (U.S.) 4-6 4-6 6-3 2-1 (Sock retired)
5-Stanislas Wawrinka (Switzerland) beat Chung Hyeon (South Korea) 7-6(2) 7-6(4) 7-6(6)
30-Thomaz Bellucci (Brazil) beat Yoshihito Nishioka (Japan) 6-0 6-3 6-4
24-Bernard Tomic (Australia) beat Lleyton Hewitt (Australia) 6-3 6-2 3-6 5-7 7-5
12-Richard Gasquet (France) beat Robin Haase (Netherlands) 4-6 6-3 7-6(4) 6-4
6-Tomas Berdych (Czech Republic) beat Jurgen Melzer (Austria) 7-6(2) 6-1 6-3
29-Philipp Kohlschreiber (Germany) beat Lukas Rosol (Czech Republic) 7-6(4) 6-2 6-2
3-Andy Murray (Britain) beat Adrian Mannarino (France) 5-7 4-6 6-1 6-3 6-1


Nessun Commento per “US OPEN: ROGER FEDERER ILLUMINA, FATICA ANDY MURRAY”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.