US OPEN: SPLENDIDA FLAVIA, IL DERBY E’ TUO. SARA’ DERBY VINCI-KNAPP

TENNIS – Il day 3 degli US Open di Flushing Meadows parte bene per le azzurre. Flavia Pennetta si aggiudica il derby contro Sara Errani e Roberta Vinci supera in rimonta la ceca Lucie Safarova. Sarà derby con Karin Knapp che ha superato la russa Elena Vesnina 6-1, 6-4.
giovedì, 29 Agosto 2013

Tennis, New York – Anche oggi Flushing Meadows risplende d’azzurro. Due i match validi per il secondo turno degli US Open giocati in mattinata (per noi iniziati intorno alle 17:00) che hanno visto in campo ben tre italiana: Flavia Pennetta che nel derby ha battuto Sara Errani 6-3, 6-1 e Roberta Vinci che ha battuto la ceca Lucie Safarova in una splendida rimonta, portandosi a casa il match con il risultato di 4-6, 6-1, 6-2. E dopo il risultato del terzo match è ormai sicuro: l’Italia avrà una tennista agli ottavi di finale degli US Open. L’altoatesina Karin Knapp ha infatti battuto nettamente la russa Elena Vesnina con il risultato di 6-1, 6-4 per assicurarsi il terzo turno che la vedrà opposta proprio alla compagna Vinci.

Il match più atteso di questo secondo turno è stato sicuramente il derby azzurro tra Sara Errani e Flavia Pennetta che, sin dall’inizio ha fatto barcollare i pronostici. È stata infatti Flavia a mettere al segno il primo scatto vincente, al primo game, strappando il servizio a Sara alla prima palla break disponibile. La bolognese non ci sta e pareggia subito i conti conquistando una palla break a zero, ma capitalizzando soltanto la seconda, lasciando l’amica-avversaria a 15. Il dai-e-vai continua anche nel terzo gioco di questo primo set nel quale la brindisina riesce a mettere a segno un altro break e tenere, seppur con qualche difficoltà, il servizio successivo, portandosi in vantaggio 3-1. Lo scatto vincente arriva nel quinto gioco, molto combattuto, nel quale Flavia riesce ad arrivare al deuce, ottenere una palla break e chiudere il game a suo vantaggio: 4-1. La marcia della ritrovata azzurra prosegue al servizio, tenuto stavolta con qualche difficoltà di troppo e una palla break concessa dopo il primo deuce. Ma siamo al settimo game nel quale la Pennetta, dopo un set point guadagnato a 30, si fa portare al deuce e strapparae il punto successivo ed il game. Il servizio di Flavia non le fa da compagno questa volta e la brindisina va subito sotto 0-40 nel game di servizio che dovrebbe chiudere il match. Recupera, mettendo a segno due punti consecutivi ma un nastro sfortunato consegna il game alla Errani, 5-3 e servizio per la n°5 del mondo che deve rimanere nel set. Non ci riesce la bolognese e su un dubbio punto finale di Flavia, chiamato out dal giudice di linea, il falco da ragione alla brindisina che porta a casa il primo set con il punteggio di 6-3 in 42 minuti. 21 vincenti a 7 per la Pennetta, per una statistica che rispecchia il dominio del primo set. Il secondo set inizia con cattiveria e con Flavia che tiene il servizin maniera autoritaria e con Sara che ricambia durante il suo turno di servizio, 1-1. Flavia gioca bene, avanza e attacca, mentre Sara sembra un po’ lenta e quasi sorpresa dalla reattività dell’avversaria.  Nonostante tutto il terzo game regala una palla break alla Errani sul 30-40 ma la 30enne recupera immediatamente portando lo scontro al deuce, vinto poi da quest’ultima che si porta a casa il terzo game con uno splendido smash, 2-1. Nel game successivo, con la n°5 del mondo al servizio, la brindisina si porta incredibilmente 40-0 con la Errani che urla di stizza e cerca di salvare il salvabile, ma non ci riesce nemmeno alla prima, così Flavia mette a segno un break importantissimo e allunga, 3-1. La Errani decide di darsi una svegliata e conquista una palla break sul 30-40 ma Flavia annulla e si avvantaggia al deuce. La bolognese livella ma ci saranno altri due deuce prima che la brindisina si porti a casa anche questo game. Con la Errani al servizio è ancora la Pennetta a portarsi rapidamente in vantaggio e a procurarsi una palla break a zero che sfrutta, grazie ad un errore di Sara. Al servizio per il match la Pennetta si porta subito in vantaggio 40-0, perde un punto ma chiude sempre grazie ad un errore di Sara, che non ha giocato come ci ha abituato. Quindi il derby azzurro va alla Pennetta con il punteggio di 6-3, 6-1 in un’ora e 12 minuti. Al terzo turno la brindisina, ex top 10, se la vedrà con Svetlana Kuznetsova.

Nell’altro match della sessione mattutina, Roberta Vinci ha affrontato la ceca Lucie Safarova in un match lento ma di qualità. Tiene il servizio nel primo game, come la sua avversaria il successivo ma lo perde nel terzo game, dopo aver concesso due palle break alla ceca che tiene anche il successivo servizio portandosi in vantaggio 3-1. Nel quinto game Roberta ha difficoltà a tenere il servizio, ma lo fa, anche se concede alla Safarova ben quattro palle break. La ceca tiene il servizio e così anche Roberta fino al 6-4 con cui la ceca, che non aveva sfruttato due set point nel gioco precedente, si porta a casa il primo set in 41 minuti. Il secondo set si apre bene per la Vinci al servizio e continua ancora meglio nel secondo game, quando la tarantina riesce a strappare il servizio all’avversasia alla prima occasione di break. Liscio anche il terzo game e ancora meglio il quarto, nel quale è di nuovo break e stavolta a zero: 4-0. Il quinto è più duro ma Roberta sopravvive a tre deuce e porta a casa il suo servizio fino al settimo game, nel quale chiude al secondo match point a disposizione: 6-1 in poco meno di 28 minuti. Il terzo ed ultimo set è il coronamento della grande rimonta di Roberta Vinci che strappa immediatamente il servizio all’avversaria e mantiene il proprio. Nulla da segnalare nel terzo e quarto game, nei quali le due avversarie difendono bene il priprio turno di battuta. È al quinto game che Roby prende il largo e si guadagna una palla break che capitalizza subito: 4-1 e servizio che tiene con le unghie e con i denti. In un settimo ed infinito game, purtroppo, la tarantina non riesce a sfruttare un match point sul 30-40 e si trascina in due sfiancanti deuce che hanno dato ragione alla ceca. Ultimo game a favore di Roby che si porta a casa uno strepitoso match in rimonta in un’ora e 42 minuti. Anche per lei sarà terzo turno agli US Open, dove se la vedrà con Karin Knapp in un altro derby tra altre due strepitose atlete nostrane.

Proprio la Knapp, ad inizio match, partiva decisamente sfavorita contro la più esperta Vesnina e infatti ha faticato ad impostare subito il suo gioco potente, facendosi strappare il servizio dalla russa alla prima occasione di break, sul 15-40. Ma questo, che sarà il primo ed unico game vinto dalla Vesnina nel set, non sembra aver sconvolto l’altoatesina che si lancia in una rimonta mettendo subito a segno un controbreak. Poi non c’è storia fino alla fine. Nel terzo game la Knapp tiene a zero e strappa nuovamente il servizio all’avversaria nel quarto, e così per altri due game fino a chiudere il set. In questo game di chiusura l’azzurra concede due palle break, ma dopo qualche deuce riesce a sistemare la situazione. Primo parziale portato a casa 6-1 in soli 26 minuti di gioco. Il secondo set è tutto un altro film. Soltanto il primo game, con la russa al servizio, ha fatto registrare ben otto deuce e tre palle break a favore di Karin, che però non è riuscita a sfruttare. Il secondo ed il terzo game scorrono tranquillamente a favore delle detentrici della battuta mentre al quarto game sembra accada l’irreparabile. In una durissima lotta e tra una sfilza di deuce l’italiana concede sei palle break alla Vesnina che, seppur dopo molti tentativi, porta a casa il break ed il game, 3-1. Ma l’azzurra Knapp ha grinta da vendere e riprende in mano le redini del gioco strappando il servizio a 15 e alla prima occasione. Si ritorna quindi in parità quando Karin tiene il proprio servizio per agganciare l’avversaria sul 3-3. Il sorpasso avviene però poco dopo. Con un guizzo nel gioco e nella testa l’altoatesina mette a segno un altro break, quello decisivo, ai danni della russa. Le due giocatrici tengono il loro servizio fino alla fine e questo premia ovviamente Karin Knapp che, dopo tre match point, chiude 6-4 questo secondo lottatissimo set, durato più di un’ora. Al terzo turno degli US Open quindi sarà di nuovo derby azzurro, questa volta tra Karin Knapp e Roberta Vinci. Le due hanno solo tre precedenti, due dei quali vinti proprio dalla altoatesina che ha battuto Roberta a Palermo nel 2007 e a Roma l’anno scorso, mentre la tarantina ha battuto Karin sempre nel 2012 ma poche settimane più tardi a Palermo.

(10) Roberta Vinci (ITA) b. Lucie Safarova (CZE) 4-6, 6-1, 6-2
Flavia Pennetta (ITA) b. (4) Sara Errani (ITA) 6-3, 6-1
Karin Knapp (ITA) b. (22) Elena Vesnina (RUS) 6-1, 6-4


2 Commenti per “US OPEN: SPLENDIDA FLAVIA, IL DERBY E' TUO. SARA' DERBY VINCI-KNAPP”


  1. mauro buosi ha detto:

    Errani….incredibile…è stanca mentalmente. E’ difficile affrontare un anno giocando tornei di singolo e doppio. La sua caduta in questi ultimi tornei è palese. Dovrà rivedere la programmazione

  2. Stefano ha detto:

    Un pò più corti gli articoli no eh


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.