US OPEN: VIKA AZARENKA CONTIENE ANA IVANOVIC

TENNIS - Victoria Azarenka contiene il devastante diritto di Ana Ivanovic e finisce con il prevalere per 4-6 6-3 6-4 dopo due ore di gioco. La bielorussa agguanta così i quarti di finale dove trova Daniela Hantuchova.
martedì, 3 Settembre 2013

Tennis. New York. Il primo incontro previsto sull’“Arthur Ashe Stadium” è il recupero dell’ultimo match di ottavi della parte bassa del tabellone, in programma ieri ma slittato a causa della pioggia e dei conseguenti ritardi. Ad affrontarsi sono due ex regine del ranking: l’attuale numero due del mondo Victoria Azarenka e la quindicesima della classifica Ana Ivanovic. Entrambe campionesse Slam, la bielorussa due volte vittoriosa agli Australian Open nelle edizioni 2012 e 2013 e la serba regina di Parigi nel 2008. Negli head to head è la ventiquattrenne di Minsk ad essere in vantaggio per quattro vittorie a due. Dopo oggi, i successi sono diventati cinque.

Nel primo game fa tutto Ana Ivanovic: due errori di rovescio, due diritti vincenti ed un rovescio in lungolinea che lascia ferma la sua avversaria. Al cambio campo Victoria Azarenka imprime maggior spinta ai suoi colpi eppure Ana non indietreggia anzi, grazie ad un paio di accelerazioni di diritto induce la bielorussa all’errore. Il break di vantaggio è una piccola iniezione di fiducia per la Ivanovic che continua a dettare i ritmi dello scambio e svolta campo sul 3-0. Seppure la ventiquattrenne di Minsk entra a poco a poco sempre più in partita riuscendo così a sbloccare il tabellone segna punti dallo zero, la serba non si lascia intimidire e, portatasi sul 4-1 arriva ad un soffio dal doppio break. Vika glielo nega ma nulla può fare al cospetto di un turno di battuta egregiamente gestito dalla belgradese che riesce a coprire con il suo proverbiale diritto i tre quarti del rettangolo di gioco per poi librarsi sul 5-2. All’ottavo game la Azanreka si trova sotto 0-30 “causa” una risposta di diritto imprendibile ed un passante, sempre di diritto, altrettanto proibitivo. Al che però la reazione della bielorussa non si fa attendere: Vika non solo raddrizza il game ma, quando Ana Ivanovic va a servire sul 5-3, riesce ad agguantare in quel contro break che potrebbe riaprire la prima frazione. E invece, mentre Vika commette due errori “che non sono da lei” Ana Ivanovic ritrova due “dei suoi diritti”. Ed è il 6-4 per la serba che nella prima frazione totalizza 18 vincenti, 11 dei quali di diritto, contro i soli 4 messi a segno dalla sua bizzosa avversaria. Nella ripresa la campionessa del Roland Garros 2008 procede a corrente alternata: è a causa di alcuni gratuiti che Vika riesce ad avvantaggiarsi di un break in apertura, è grazie a tre diritti che lasciano letteralmente ferma la bielorussa che la serba ottimizza il contro break; seguito da lì a poco dall’ennesimo turno di battuta perso che proietta la numero due del mondo sul 2-1. Il festival del break prosegue sia nel quarto che nel quinto game, finché Victoria Azarenka, in vantaggio 3-2, riesce a respingere l’assalto di Ana in risposta e allunga sul 4-2. A questo punto, la ventiseienne di Belgrado conserva quello che si rivelerà essere l’unico servizio dell’intera manche. Dal 4-3, Vika infatti la quinta e, con il vento in poppa, sigla il secondo set 6-3 per poi portarsi agevolmente sul 2-0 nel set decisivo. Pecca un po’ di presunzione la bielorussa, permettendosi di cercare un ace di seconda che si tramuta in un doppio fallo proprio nella palla del 3-0, mentre Ana riprende il filo del discorso, seppure solo provvisoriamente perché nonostante sottragga il servizio alla sua rivale al terzo game; quanto torna alla battuta getta alle ortiche nuovamente tutto e Vika si staglia sul 3-1. L’unico colpo che non dipende dall’avversaria, il servizio per l’appunto, continua a influenzare l’andamento del match e, mentre la Ivanovic piazza una serie di risposte al fulmicotone, la Azarenka sullo 0-40 commette il nono doppio fallo dell’incontro. Sul 2-3 finalmente Ana Ivanovic riesce a fare della battuta un arma capace di aprirle il campo per poi chiudere di diritto e raggiungere un agognato 3-3. Poi qualcosa si inceppa nella serba i cui fondamentali perdono di precisione, regalando 15 su 15, o in profondità, invitando la Azarenka ad affondare. Puntualmente Vika ne approfitta per scappare 5-3. Il coraggio tramite il quale Ana Ivanovic annulla due match point all’ottavo game è dettato più dalla disperazione che non dal sangue freddo; peculiarità quest’ultima che appartiene certo più a Vika Azarenka che nonostante i 41 vincenti firmati dalla serba al decimo game scrive la parola fine al match raggiungendo così Daniela Hantuchova ai quarti di finale.

 

US Open. Singolare Femminile. Ottavi di finale:

Victoria Azarenka (Blr) def. Anna Ivanovic (Srb) [13] 4-6 6-3 6-4


Nessun Commento per “US OPEN: VIKA AZARENKA CONTIENE ANA IVANOVIC”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.