VENUS NON GIOCA, CONTRO SERENA NON SI GIOCA

TENNIS - Miami. Un infortunio alla schiena impedisce a Venus Williams di scendere in campo nel match di terzo turno che la vedeva opposta a Sloane Stephens. Serena Williams supera invece 6-3 6-3 Ayumi Morita e raggiunge gli ottavi dove incontrerà Dominika Cibulkova.
domenica, 24 Marzo 2013

Tennis. Al “Sony  Open Tennis” di Miami tutti aspettavano con trepidazione il match tra Venus Williams e Sloane Stephens. Più che un derby a stelle e strisce, uno scontro generazionale: le due americane sono infatti divise da tredici anni. Sloane Stephens e Venus non avevano mai incrociato le racchette in una competizione ufficiale e, a causa di un infortunio alla schiena lamentato dalla Williams, il loro primo “precedente” è saltato anche stavolta.

Scendono invece scese in campo Serena Williams e Ayumi Morita. L’americana e la giapponese si erano già incontrate quest’anno, al terzo turno degli Australian Open e Serena, pur dolorante a una caviglia, si era imposta con un netto 6-1 6-3. La partita di Miami, potrebbe essere considerata una sorta di replica di quella disputato due mesi or sono. La nipponica è riuscita a raggranellare due game in più ma, non appena Serena “faceva sul serio”, sistematicamente, il campo diventava di suo dominio.

Nel bene quanto nel male è sempre stata Serena a scandire i tempi del match. Se la giapponese tiene il primo turno di servizio è grazie agli errori della numero uno del mondo, se riesce nel break è per via di una semplicissima volée di rovescio che Serena affossa in rete, se si invola sul 3-0 è perché la statunitense non appena cerca di chiudere incappa in errori paradossali. Al cambio campo però, la musica è di tutt’altro genere e Serena diventaingiocabile” tanto da piazzare un parziale di sei giochi a zero che non lascia spazio all’immaginazione. Sono più i “come on” che Serena Williams urla ad ogni punto “pesante” a dare al match un retrogusto che si avvicina lontanamente alla titubanza. La realtà è che non appena Serena decide di fare il punto lo fa e questo, senza nemmeno dover ricorrere al suo repertorio migliore. Il 6-3 6-3 che Serena Williams infligge in un ora e quindici minuti alla Morita ha il sapore di un’esibizione, gentilmente concessa agli spettatori accorsi ad assistere la sessione serale.

La numero uno del mondo affronterà negli ottavi Dominika Cibulkova, vittoriosa per 6-3 6-4 sull’elvetica Romina Oprandi.

 

 

MIAMI – TENNIS SONY OPEN – TERZO TURNO

Serena Williams (Usa) beat Ayumi Morita (Jpn) 6-3 6-3

Agnieszka Radwanska (Pol) beat Magdalena Rybarikova (Svk) 7-6 2-6 6-3

Na li (Chn) beat Varvara Lepchenko (Usa) 6-2 6-4

Garbine Moguruza (Esp) beat Caroline Wozniacki (Den) 6-2 6-4

Ajla Tomljanovic (Cro) beat Andrea Petkovic (Ger) 0-6 6-4 7-6

Kirsten Flipkens (Bel) beat Petra Kvitova (Cze) 6-0 4-6 6-1

Sloane Stephens (Usa) beat Venus Williams (Usa) ret.

Dominika Cibulkova (Svk) beat Romina Oprandi (Sui) 6-3 6-4


Nessun Commento per “VENUS NON GIOCA, CONTRO SERENA NON SI GIOCA”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.