VERDASCO AVANTI COL BRIVIDO

Lo spagnolo rimonta due set di svantaggio a Tipsarevic, annullando anche tre match points. Djokovic si distrae e cede un set a Dodig. Bene Gasquet. Venus vince ma non convince. Avanti Sharapova e Azarenka. Out Wickmayer e Bartoli.

Melbourne – Se l’è scampata bella Fernando Verdasco nel suo match di secondo turno degli Australian Open. Lo spagnolo, testa di serie numero 9, ha rimontato due set di svantaggio a Janko Tipsarevic (salvando anche tre match points): 2-6 4-6 6-4 7-6 (0) 6-0 il punteggio a favore di Nando. All’Hisense Arena il serbo aveva iniziato in maniera aggressiva, mettendo nell’angolo un Verdasco sin lì sottotono. Smarrito il terzo set, nel quarto Janko ha servito per il match prima sul 5-4, subendo il break, e poi sul 6-5, quando il serbo falliva tre match points (sul primo, però, ha subito un gran passante incrociato di rovescio del madrileno). Giunti al tie-break, un Verdasco ringalluzzito dominava in lungo e in largo (7-0) mentre Tipsarevic gettava la spugna nel quinto. Al terzo turno lo spagnolo sfiderà il nipponico Kei Nishikori, classe 1989.

Djokovic distratto. Novak Djokovic approda al terzo turno dopo aver sconfitto Ivan Dodig con il punteggio di 7-5 6-7 (8) 6-0 6-2. Grande equilibrio nel primo set fino all’undicesimo gioco quando “Nole” piazzava il break decisivo che lo portava ad aggiudicarsi il parziale al secondo set point (sul primo aveva affossato il rovescio in rete). Nel secondo set Djokovic strappava subito il servizio all’avversario portandosi sul 5-3 30-0: qui, la luce si spegneva e il serbo subiva la rimonta del suo avversario che, ottenuto il break, lo trascinava al tie-break dove accadeva di tutto. Djokovic, sotto 4-2, risaliva la china ma con un rovescio in rete offriva a Dodig un primo set point sul 6-5, annullato con un servizio vincente. Sul 7-6 era Djokovic ad avere un set point, sprecato con un altro rovescio in rete. Un grande Dodig veniva a chiudere a rete un lungo scambio, guadagnandosi un secondo set point sull’8-7: Novak lo annullava con un dritto vincente. Sul 9-8, però, arrivava un terzo set point per l’indomito croato che, stavolta, portava a casa il set grazie all’ennesimo errore di rovescio di Djokovic.  Nel terzo set Dodig pagava le fatiche precedenti e cedeva di schianto al serbo che in meno di mezz’ora chiudeva il parziale con un eloquente 6-0. Nel quarto set il copione si ripeteva e Djokovic andava via veloce archiviando la pratica per 6-2 dopo più di tre e ore e mezza di gioco. Un plauso va al volitivo Dodig, mentre per Djokovic una prestazione a corrente alternata.

Almagro a fatica, bene Gasquet. Maratona vincente anche per un altro spagnolo, Nicolas Almagro, che ha visto le streghe oggi contro Igor Andreev, arresosi solo al quinto dopo una battaglia infinita: 7-5 2-6 4-6 7-6 (10) 7-5. Anche Almagro ha dovuto salvare due match points (nel quarto set). Il prossimo avversario dell’ex “gordito” sarà il redivivo Ivan Ljubicic, vincitore in quattro set sul francese Paire: 6-3 6-7 (2) 6-4 7-6 (5) il punteggio a favore del tennista croato. Agevole vittoria per Richard Gasquet, che ha vinto il derby con il connazionale Mannarino imponendosi in tre set: 6-3 7-6 (4) 6-4. Al terzo turno troverà Berdych. Fuori Montanes (tds n.25), umiliato dal sempreverde Malisse con il punteggio di 6-4 6-0 6-1, e Monaco (tds n.26), sconfitto da Haase che si è imposto 6-4 6-4 3-6 6-2. Avanza Troicki, che ha superato Mahut in quattro set: 6-4 6-2 1-6 6-3. Fuori la stella emergente Grigor Dimitrov, battuto in tre set da Stanislas Wawrinka 7-5 6-3 6-3. Avanza Gael Monfils, vittorioso su Gil in quattro set: 6-4 3-6 1-6 6-2.

Venus da rivedere. Accede al terzo turno Venus Williams, numero 4 del seeding. La statunitense non ha però convinto nel suo match contro la ceca Zahlavova, numero 97 Wta, superata in rimonta con il punteggio di 6-7 (6) 6-0 6-4. A Venus sono occorse tre ore per avere la meglio della meno quotata avversaria, a causa anche di un servizio davvero poco efficace (solo il 59% di prime e ben 9 doppi falli).

Ok Sharapova, Azarenka e Li. Meno problemi ha avuto invece Maria Sharapova, che ha sofferto solo nel primo set contro l’esperta Virginie Razzano. La bella siberiana, numero 14 del tabellone, si è imposta con il punteggio di 7-6 (3) 6-3. Discreto il rendimento al servizio di Maria (75% di prime da cui ha però ricavato solo il 52% di punti e un misero ace), che deve soprattutto limitare il numero di errori gratuiti (oggi sono stati ben 39). La sua prossima avversaria sarà un’altra bella del circuito, Julia Georges, vincitrice in tre set su Kaia Kanepi (tds n.20): 6-4 3-6 6-4 il punteggio per la tedesca. Avanzano in scioltezza Victoria Azarenka (tds n.8), che ha inflitto un periodico 6-4 alla ceca Hlavackova, e Na li (tds n.9), che ha eliminato la russa Rodina con il punteggio di 6-3 6-2.

Wickmayer e Bartoli out. Lla parte alta del tabellone femminile (zona Wozniacki) registra la perdita di due teste di serie, sebbene non di primissima fascia. Salutano il torneo infatti la testa di serie numero 21 Yanina Wickmayer, eliminata in due rapidi set dalla lettone Sevastova (6-4 6-2), e la testa di serie numero 15 Marion Bartoli, sconfitta in tre set dalla russa Manasieva (3-6 6-3 6-0). Out anche la Pironkova, numero 32 del seeding, battuta dalla rumena Niculescu (6-4 6-1). Approdano al terzo turno anche la tedesca Petkovic (2-6 7-5 6-0 alla Keothavong), la sudafricana Scheepers (6-4 4-6 7-5 alla Kulikova) e la ceca Zahlavova Strycova (7-6 6-1 alla Dokic).


Nessun Commento per “VERDASCO AVANTI COL BRIVIDO”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

  • SI FA SUL SERIO, AL VIA I QUARTI DI FINALE La nona giornata di gare all’Australian Open prevede i due quarti di finale della parte alta del tabellone maschile e i due della parte bassa di quello femminile. Tornano in campo quindi […]
  • ANNO NUOVO, RACCHETTA NUOVA Per la stagione appena iniziata molti top players hanno deciso di cambiare: da Djokovic a Tipsarevic, passando per Verdasco e Ivanovic. La Sharapova lascia la Prince e approda alla Head.
  • DAY 5, TORNANO IN CAMPO DJOKOVIC E SHARAPOVA Match da non sottovalutare per il serbo contro Radek Stepanek. 'Masha' entra in rotta di collisione con Venus Williams. Alla Radwanska tocca Heater Watson, mentre per Ferrer c'è Baghdatis. […]
  • RIVINCITA IN VISTA? Riuscirà Federer a superare Gilles Simon o cederà al francese per la terza volta in tre confronti? Più plausibile la prima opzione, ma anche le due sconfitte del 2008 furono del tutto […]
  • SI ALZI IL SIPARIO Quali saranno gli incontri più interessanti della prima giornata degli Australian Open? Abbiamo provato a scoprirlo, scorrendo l'ordine di gioco e analizzato i match "caldi" e quelli degli azzurri
  • DJOKOVIC E BERDYCH SENZA SPETTACOLO ALL’ESORDIO Avvio di torneo controllato per Nole e Tomas. Fernando Verdasco passa al quinto contro David Goffin, subito fuori Juan Monaco e Grigor Dimitrov. Bene anche Ferrer.

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Novembre 2018

  • Naomi incanta. Di cognome fa Osaka, esattamente come la città che le ha dato i natali, ed è un riuscitissimo incrocio di razze dato che la madre è giapponese e il padre haitiano. I fans e gli sponsor impazziscono per lei, che ormai naviga stabilmente tra le top-five.
  • La Davis che verrà. In attesa dell'atto finale della Coppa 2018 tra Francia e Croazia, vi raccontiamo tutti i cambiamenti che il prossimo anno rivoluzioneranno il torneo a squadre più prestigioso del tennis.
  • Attenti a quell'aussie! Si chiama John Millman e finché non ha battuto Roger Federer sul palcoscenico degli US Open era sconosciuto ai più. Il 29enne di Brisbane è infatti sbocciato in ritardo a causa di una lunga serie di infortuni.