VESELY CONQUISTA AUCKLAND, TROICKI TRIONFA A SYDNEY

Il giovane tennista ceco ha battuto Mannarino 6-3 6-2 nell'atto conclusivo del torneo neozelandese, il serbo invece ha superato Kukushkin nella finale australiana
sabato, 17 Gennaio 2015

TENNIS – “E’ fantastico entrare a far parte del gruppo di giocatori che hanno vinto un torneo Atp”. Non stava quasi nella pelle Jiri Vesely dopo la vittoria ai danni di Adrian Mannarino che gli ha consegnato il primo alloro della sua carriera. Il giovane ceco infatti ha alzato al cielo il trofeo dell’Heineken Open di Auckland (l’ultimo suo connazionale ad aver vinto in Nuova Zelanda era stato Jiri Novak nel 1996) dopo una finale dominata in lungo e in largo (appena un’ora di gioco), nella quale il suo potente servizio e i suoi colpi micidiali da fondo campo sono stati too much per il suo avversario.

Sono molto felice – ha dichiarato successivamente Vesely – è un inizio di stagione veramente eccezionale e credo che questa vittoria potrà essere molto importante per il mio futuro”. Anche perché il 21enne ceco, lungo il cammino verso la finale (raggiunta partendo dalle qualificazioni), è stato capace di eliminare il numero 13 del mondo Ernest Gulbis (al secondo turno) e il numero 16 del ranking Kevin Anderson (in semifinale). Un risultato di tutto rispetto che proietta Vesely (non a caso nominato “Stella del Futuro Atp” nel 2013) verso gli Australian Open con grande fiducia.

E per uno strano (e curioso) gioco del destino, il tennista ceco troverà sulla sua strada l’altro “eroe” di giornata, ovvero il serbo Viktor Troicki che, sul centrale di Sydney, ha infranto la splendida cavalcata del kazako Kukushkin battendolo in finale con un netto 6-2 6-3. L’attuale numero 92 del mondo ha tenuto sempre in mano il comando delle operazioni, archiviando il primo set con disinvoltura per poi scappare sul 4-1 anche nel secondo. A quel punto, approfittando dell’unico leggero passaggio a vuoto del suo avversario, Kukushkin ha avuto un sussulto, ha strappato il break al serbo e si è riportato sul 4-3 e servizio, ma Troicki ha ristabilito subito la sua superiorità, conquistando gli ultimi due game del match certificando la conquista del titolo australiano.

Sembra essere tornato un po’ di sereno quindi per il serbo, alla ricerca di un rientro in pianta stabile nel tennis che conta dopo il ritorno nel circuito del luglio del 2014, successivo alla sospensione di 18 mesi (poi ridotta ad un anno) un anno legata ad una violazione anti-doping (Troicki aveva mancato un controllo a Montecarlo). “Il mio obiettivo – ha spiegato il serbo dopo la vittoria su Kukushkin – è trovare una buona continuità di rendimento e questa vittoria mi dà ulteriore fiducia in vista degli Australian Open”.


Nessun Commento per “VESELY CONQUISTA AUCKLAND, TROICKI TRIONFA A SYDNEY”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.