VIA COL VENTO

TENNIS - Arriva il primo trofeo sull'erba per Feliciano Lopez. L'iberico si è imposto in tre set sulla testa di serie numero 2 Gilles Simon in un match fortemente pregiudicato da un vento fortissimo
sabato, 22 Giugno 2013

Tennis. Eastbourne (Inghilterra). Giornata di traguardi e di ritorni di classe. Dopo Mahut anche Feliciano Lopez rivendica la sua “prima volta”. Il tennista iberico, un anno più grande del transalpino, conquista il suo primo torneo sull’erba inscrivendo il suo nome nell’albo d’oro della kermesse di Eastbourne. Successo conseguito grazie alla vittoria di oggi sulla testa di serie numero 2 Gilles Simon in una partita divertente, ma non nel senso che ci si poteva attendere. A rendere infatti la sfida ancora più incerta è stato il vento, ospite inatteso di questa finale che in alcuni frangenti ha fatto letteralmente impazzire i contendenti.

Il primo set è all’insegna del puro equilibrio. I due tennisti concedono qualcosa, ma riescono a mantenere intatti i propri turni di servizio a parte due casi: nel quinto gioco Simon porta a casa un break a 15 salendo 3-2 e servizio, ma viene immediatamente riacciuffato dallo spagnolo che prima spreca 3 palle break e poi, alla quarta, trova il controbreak che rimette le cose a posto. Iberico che nel nono gioco butta via la possibilità di chiudere il set quando Simon concede una pericolosa palla break (set point) che però Lopez non sfrutta a dovere sparacchiando in corridoio una risposta ad una seconda attaccabile del francese. Il tutto si risolve al tie break dove Lopez si impone facilmente per 7 punti a 2 sfruttando due errori gratuiti di Simon nella prima frazione. Il secondo parziale è in un certo senso il più divertente. Le difese dei due si aprono e fioccano le occasioni di break da entrambe le parti, il problema è che nessuno le coglie. Sul 5-4 tocca a Lopez annullare un set point capovolgendo l’esito del game con delle ottime prime di servizio. Nel gioco successivo l’iberico si mangia le mani per non aver aggredito a dovere un timido servizio dell’avversario, il tutto gli è costato il break che lo avrebbe lanciato a servire per il match. Nel tie break che ne è seguito il transalpino è stato bravo a rimontare il minibreak di svantaggio chiudendo 7 punti a 5 e pareggiando così i conti. Simon a questo punto si spegne incredibilmente e si arrende ondeggiando in balìa del vento. Lopez ha facile gioco nel conseguire tre break consecutivi ed assicurarsi l’incontro con un netto 6-0 finale.

A parte l’incomprensibile arrendevolezza del transalpino nel set decisivo, Lopez è sembrato l’atleta che ha sofferto di meno le ingerenze del dio Eolo facendo leva sul servizio, il miglior fondamentale oggi, che ha spesso e volentieri seguito a rete. Simon è sembrato da subito indispettito dalle avverse condizioni climatiche (a parte il freddo, l’outfit degli spettatori faceva intuire temperature autunnali) cui si è totalmente arreso in finale di partita. I due si incontreranno di nuovo al primo turno di Wimbledon, ma come diceva Vivien Leigh “domani è un altro giorno”.

 

Feliciano Lopez d Gilles Simon [2] 7-6(2) 6-7(5) 6-0


Nessun Commento per “VIA COL VENTO”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.