VIKA AZARENKA E LA BAMBINA FORTUNATA

Curioso siparietto per la bielorussa dopo la vittoria a Brisbane, con una piccola tifosa a festeggiare con lei durante la cerimonia di premiazione

Due anni e mezzo di digiuno. Due anni e mezzo di frustrazione, rabbia e delusione per un destino amaro che l’aveva allontanata dal quel gotha del tennis tanto agognato e infine raggiunto in due calde estati australiane consecutive. Sabato finalmente Victoria Azarenka, ex numero uno della classifica mondiale, vincitrice dell’Australian Open nel biennio 2012-2013 si è messa alle spalle il lunghissimo infortunio al piede e un 2015 di alti e bassi, troppo condizionato da una classifica non all’altezza, ed è tornata a mettere le mani su un trofeo Wta, in quella stessa Brisbane, dove esattamente sette anni fa aveva alzato la prima coppa della carriera.

E per festeggiare il ritorno alla vittoria, Vika ha deciso di fare una cosa speciale. Chi di voi ha assistito alla cerimonia di premiazione del Brisbane Internacional, dopo la finale tra la bielorussa ed Angelique Kerber, si sarà sicuramente chiesto chi fosse quella bambina, vestita esattamente come la ex numero uno del mondo, che dopo la partita è stata portata in campo dalla Azarenka per festeggiare con lei, prendendo parte poi anche alla cerimonia con il trofeo. Molti di voi, probabilmente avranno pensato ad una nipotina o ad una cuginetta, ma in realtà, la bambina, che risponde al nome di Stephanie Taylor ed ha nove anni, altri non è che una tifosa sfegatata della campionessa bielorussa, che si è particolarmente distinta per il sostegno portato alla sua beniamina durante il torneo, tanto da convincere quest’ultima ad invitarla nel suo box prima e nella cerimonia di premiazione poi.

Tutto è iniziato durante la semifinale dominata da Vika contro Samantha Crawford. La piccola Stephanie, in quell’occasione, si era fatta sentire dalla bielorussa con le sue continue urla di incoraggiamento. Per ringraziarla, la Azarenka al termine della partita le ha regalato la sua fascia, oltre a concederle foto e autografo di rito. “L’altra sera ero lì a tifare per Vika. Lei mi ha notato e quando sono andata a chiederle di firmarmi la pallina, mi ha regalato la fascia ed il polsino”, ha raccontato Stephanie Taylor al Courier Mail.

A fare il resto, ci hanno pensato la madre della piccola tifosa ed Instagram. Mamma Chantal infatti, ha inviato alla Azarenka un messaggio diretto sul popolare social network, con una foto di sua figlia insieme alla campionessa bielorussa, che ha risposto invitanto la sua giovanissima fan nel suo angolo per l’incontro di finale. Poi, dopo il trionfo, il regalo più bello per la piccola Stephanie, portata in campo dalla Azarenka per festeggiare la vittoria e ringraziata direttamente durante il discorso di premiazione. “Grazie mille per il sostegno, la motivazione e l’ispirazione che mi date.”, ha detto Vika rivolgendosi al pubblico. “Come questa piccolina. Ho apprezzato molto le tue urla di gioia durante la partita e sono molto felice che tu sia venuta a vedermi, è stato fantastico! Grazie mille”. “Pensavo, sto sognando o cosa?”, ha raccontato invece la giovane fan, parlando del momento in cui Vika le ha fatto tenere in mano il trofeo. Un autentico sogno ad occhi aperti, che difficilmente la giovane e fortunata Stephanie Taylor sarà in grado di dimenticare.

Nella foto, la piccola Stephanie Taylor con il trofeo del Brisbane Internacional (couriermail.au.com)


Nessun Commento per “VIKA AZARENKA E LA BAMBINA FORTUNATA”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

  • SHOW A BRISBANE, AD AUCKLAND TANTA ITALIA La stagione Wta si apre con il primo torneo Premier della stagione, in cui andranno subito in campo Sharapova e Ivanovic. In Nuova Zelanda forte presenza azzurra, ma la star è la […]
  • SUBITO IN CAMPO I BIG THREE Il 2015 del circuito Atp inizia col botto e con tutti i magnifici tre in campo. Nadal difenderà il titolo a Doha dall’assalto di Djokovic, mentre Federer torna Brisbane dopo la finale […]
  • 2015, L’ANNO ZERO DI ANA IVANOVIC La serba nel 2014 ha vissuto il suo anno migliore dal 2008, ritrovando la continuità e la top five. Negli Slam però è sempre mancato qualcosa. Ora, con la nuova stagione, devono arrivare […]
  • MURRAY “BALBETTA”, DIMITROV IMPRESSIONA Lo scozzese vince, ma non convince, nel suo esordio ufficiale al Brisbane Internacional contro l’australiano John Millman. Il risultato del giorno è però la grande vittoria del talentuoso […]
  • FEDERER, CHE LEZIONE A DIMITROV A Brisbane lo svizzero impiega 53 minuti per mandare a casa quello che in molti considerano il suo erede e conquistare la vittoria numero 999. Tra di lui ed il 1000° successo c’è Milos […]
  • NADAL SUBITO A CASA, OK DJOKOVIC. SEPPI, CHE RIMONTA Nadal cede in tre set a Doha contro il numero 127 Berrer. Il serbo impiega meno di un'ora per battere Lajovic, ok anche Berdych. Seppi spende in campo invece quasi tre ore per piegare […]

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.