VIKTORIA CI CREDE

A pochi giorni dall'inizio del suo terzo Masters, Viktoria Azarenka traccia un bilancio più che positivo sulla sua stagione e si proietta con ottimismo verso il futuro, nella speranza di poter centrare al più presto il suo primo slam
giovedì, 20 Ottobre 2011

Sempre ottimista e pimpante,  Viktoria Azarenka racconta ai microfoni di Eurosport il suo 2011 più che soddisfacente. Due titoli su tre finali giocate e  un rendimento altissimo fino a Wimbledon, le hanno regalato il miglior piazzamento in classifica della sua carriera, raggiungendo la 3° posizione mondiale. Nonostante un US Open non proprio esaltante, la 23 enne bielorussa è carica, con il sogno di uno slam ancora nel cassetto. Adesso la sua attenzione e rivolta ad Istanbul per il suo 3° Masters della carriera, dove non è mai riuscita a centrale le semifinali.

Ciao Viktoria, sta per chiudersi un anno per te importante.

Beh non posso certo lamentarmi, è stato un buon anno. Ancora c’è il Masters dove voglio fare bene, ma nel complesso ho fatto forse i miei migliori risultati di sempre. Sono però una perfezionista e ci sono ancora molte cose da migliorare.

Molti allenatori ti ritengono una delle migliori giocatrici da allenare, sei giovane, versatile e molta personalità. Sei d’accordo?

Fortunatamente sono una che si adatta bene a tutte le superfici, riuscendo spesso a dare il massimo. Ma nello stesso tempo sto imparando a conoscere i ritmi frenetici del tennis moderno, cercando di adeguarmi al meglio, anche se questo spesso ti fa impazzire. La competizione è spietata ma adesso riesco a controllare meglio il tutto.

Che obbiettivi ti poni per il futuro ?

Io lavoro ogni giorno per migliorare sotto tutti i punti di vista,  e quando ci riesci allora sai che la vittoria è possibile. Per me come  per ogni tennista, il sogno è quello di poter alzare un giorno un titolo del grande slam e raggiungere la prima posizione al mondo.

A proposito di  slam, abbiamo visto vincere negli ultimi due anni giocatrici esperte come Serena, Schiavone, Clijsters o Stosur, pensi ci sia ancora spazio per voi giovani in tal senso ?

Credo sia una questione di tempo, ognuna di noi, se ha talento, avrà sicuramente il tempo e il modo di dimostrarlo, anche se questo magari vorrà dire arrivarci dopo. L’importante è essere nel giro, competere con loro  e mostrare che ci sei.

Adesso per fare l’ultimo passo cosa ti serve ?

Il tennis ormai sta diventano sempre più una questione di dettagli. Non c’è una singola cosa da fare , ma devi essere costante e migliorare su tutto giorno dopo giorno, solo cosi potrai costruirti il vero successo.


Nessun Commento per “VIKTORIA CI CREDE”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

  • MAESTRA PETRA La Kvitova piega la Azarenka 7-5 4-6 6-3 e si aggiudica il suo primo Masters in carriera. È la terza esordiente della storia a conquistare il titolo, la prima ceca dal 1997. Da domani sarà […]
  • ULTIMA CHIAMATA Il torneo di Mosca sancirà chi, tra Na Li e Viktoria Azarenka, staccherà l’ultimo biglietto per il Masters di Doha. Invariata invece la classifica WTA.
  • RANKING WTA, ERRANI PERDE UNA POSIZIONE Primo aggiornamento di classifica dell’anno dopo i tre tornei che hanno inaugurato la stagione. Tra le Top 10 l’unica novità è l’avvicendamento tra la numero uno italiana e Na Li che si […]
  • FEDERER AL ROLAND GARROS: “MI SIETE MANCATI” La gioia di Roger Federer dopo la vittoria nel match d'esordio a Parigi, davanti ad un pubblico che lo acclama dal primo all'ultimo scambio.
  • AUSTRALIAN OPEN, PARLANO LE FAVORITE Diamo un’occhiata al “best of” della conferenza stampa tenuta dalle tre principali favorite alla vittoria finale
  • ANDY MURRAY: “DELUSO DA ME STESSO” Parola ai protagonisti dopo gli ultimi incontri di quarto turno che hanno allineato il quadro dei quarti di finale. Da un entusiasta Roger Federer ad un deluso Andy Murray, per arrivare a […]

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.