VINCI, FANTASTICA RIMONTA

All'esordio al Wta di Montreal, la tennista azzurra rimonta da 1-5 nel terzo parziale contro Yanina Wickmayer e alla fine si impone 6-2 3-6 7-5 dopo due ore e mezza di lotta. Eliminate Julia Goerges, Sorana Cirstea e Urszula Radwanska
martedì, 7 Agosto 2012

Montreal – Che carattere, Roberta! All’esordio al Wta Premier di Montreal, l’azzurra ha rimontato un match praticamente perso contro Yanina Wickmayer, che era avanti 5-1 nel terzo parziale prima di subire un parziale di 6 giochi consecutivi. Una bella vittoria arrivata alla fine di un match folle, dai tre volti: prima il dominio della Vinci, poi quello della Wickmayer, quindi il ritorno della Vinci. La tarantina si è imposta 6-2 3-6 7-5 dopo quasi due ore e mezza di lotta. Ora Roberta conduce 4-2 nei precedenti con la belga (ha vinto le ultime quattro sfide).

La giocatrice tarantina (ma siciliana d’adozione) ha bene in mente cosa fare per spezzare il ritmo alla Wickmayer, tennista dal gioco solido ma un po’ monocorde. Roberta “affetta” tantissimo sulla diagonale di rovescio, costringendo la sua avversaria a giocare il suo colpo bimane su rimbalzi molto bassi. E’ in questo modo che l’azzurra si procura tre palle break nel terzo game, ma nessuna di esse va a buon fine. La Vinci non demorde e con il solito schema ritorna all’assalto nel quinto gioco: qui la belga annulla altre tre palle break con estremo coraggio e bravura, ma alla fine capitola sull’ennesimo slice di Roberta che manda fuori giri il rovescio di Yanina. Ed è ancora con quest’arma che l”azzurra piazza il secondo break dell’incontro, salendo 5-2 e garantendosi così la chance di andare a servire per il set, chiuso puntualmente dopo 42 minuti.

In avvio di secondo parziale la Wickmayer ha due palle break per portarsi avanti 2-0, ma le sciupa entrambe prima di subire un ace di seconda di Roberta che impatta sull’1-1. Nel quinto game la Vinci torna a far paura alla belga, che però annulla due palle break con altrettanti vincenti (uno di dritto, l’altro di rovescio). A sorpresa, invece, è la Wickmayer a ottenere il break e a salire 4-2. Il set scivola via rapidamente e la Vinci si ritrova sotto 6-3 in un amen, pagando oltremisura il mancato cinismo su alcuni punti chiave nonostante un maggior numero di vincenti e un minor numero di errori rispetto alla sua avversaria. Il problema è che il back dell’azzurra non dà più fastidio a Yanina, la quale riduce sensibilmente i regali.  Il terzo set si apre all’insegna di break e controbreak che si arresta nel quarto game, quando la Wickmayer annulla una palla break e con uno smash si porta avanti 3-1. Roberta cala paurosamente al servizio e subisce il break per la terza volta nel set. La tarantina perde la bussola del match e inizia a commettere una sfilza infinita di errori che conducono la belga a servire per il match sul 5-2: arrivata al match-point, però, Yanina incappa in un doppio fallo e poi cede la battuta. La Wickmayer si disunisce e la Vinci, indomita e caparbia, risale da 1-5 a 6-5! L’azzurra, ritrovato un tennis brillante e offensivo, piazza la zampata decisiva nel 12° game chiudendo con uno splendido drop shot di rovescio dopo 2h24m. Ora per lei c’è Ana Ivanovic.

Singles – First Round
Roberta Vinci (ITA) d. Yanina Wickmayer (BEL) 62 36 75
Chanelle Scheepers (RSA) d. (WC) Stéphanie Dubois (CAN) 16 63 60
Ekaterina Makarova (RUS) d. (LL) Urszula Radwanska (POL) 64 62
Tamira Paszek (AUT) d. Julia Goerges (GER) 62 61
Carla Suárez Navarro (ESP) d. María José Martínez Sánchez (ESP) 16 64 63
Simona Halep (ROU) d. (Q) Michelle Larcher de Brito (POR) 64 63
(Q) Sesil Karatantcheva (KAZ) d. Sorana Cirstea (ROU) 60 60
(Q) Jana Cepelova (SVK) d. Sofia Arvidsson (SWE) 63 63


Nessun Commento per “VINCI, FANTASTICA RIMONTA”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.