VOGLIAMO VINCERE

Così ha detto Potito Starace, il nostro primo della classe, nella conferenza stampa di presentazione delle squadre tenutasi questa mattina a Castellaneta. Concluso il caso-Seppi si pensa a giocare
mercoledì, 3 Marzo 2010

Castellaneta Marina (Taranto), 3 marzo 2010 – Terminato, almeno per ora, il caso-Seppi, a Castellaneta Marina proseguono i preparativi per la sfida tra Italia e Biolorussia, valida per il primo turno del Gruppo I zona Europa-Africa, al via venerdì. Oggi è stato il giorno delle conferenze stampa di presentazione delle squadre, domani si effettuerà il sorteggio.

Il ritorno di SuperPippo. Volandri è felice, e fiducioso. Forse il più felice di tutti di aver assistito al caso-Seppi. Il livornese tornerà infatti a vestire la maglia azzurra dal 2006, quando perse da Nadal a Santander. Con un bilancio di 9 vittorie e 7 sconfitte in Davis, Filippo, che ora è finito ad occupare la posizione n.193 del mondo, vorrebbe dimostrare di poter dare ancora qualcosa alla Nazionale. “E’ bellissimo tornare – ha ammesso – a giocare in Davis. E’ una gara che amo e sono felice che il capitano mi abbia convocato: è la conferma che sto giocando bene”.

Cittì vs stampa. Barazzutti è tornato solo un attimo sul caso-Seppi, giusto il tempo di ripetere le stesse cose sentite ieri, con l’immancabile frecciatina riservata alla stampa: “Ho voluto parlare – ha dichiarato – faccia a faccia con Andreas: sono argomenti importanti che non vanno affrontati attraverso i giornali. La mia è stata una scelta dovuta al fatto che lui mi ha confermato di non essere in condizione di giocare con le giuste motivazioni. Visto che si tratta di Coppa Davis, dove le motivazioni sono fondamentali, ho deciso di schierare giocatori più pronti”. Il Capitano azzurro ha motivato la scelta di convocare Volandri con le buone prestazioni del toscano in Sud America “Ho visto Volandri – ha detto – giocare nei tornei in Sud America e mi ha convinto il suo stato di forma, sono certo che a breve tornerà nei top-100″.

Il rimedio-Davis. Non sappiamo quanto affidamento possiamo fare su Simone Bolelli, non certo in un periodo di forma. I risultati mancano, la fiducia è scarsa. Lui spera che la Davis possa segnare l’inizio di una rinascita: “Sto attraversando un momento difficile ma spero che la Davis possa rappresentare la fine di un periodo negativo. Sono pronto a giocare e fiducioso”.

Sui bielorussi. Barazzutti ha commentato anche la tattica dei nostri avversari, ipotizzando un Max Mirnyi assente in singolare: “Non credo che Mirnyi – ha detto – giocherà in singolare visto che negli ultimi anni non l’ha mai fatto. Ma questo dipende anche dalla superficie scelta”. Immancabile, in chiusura, la carica di Potito Starace, che evitando di parlare di polemiche, convocazioni e squalifiche ha cercato di riportare l’attenzione sul gioco e sui match da affrontare: “Non li ho mai visti giocare, però le condizioni sono ottimali per far bene: i campi sono buoni, siamo favoriti e vogliamo vincere“. Meno male…

Sorteggio. Domani sapremo chi (e quando) giocherà. Il ct bielorusso Vladimir Voltchkov ha convocato Alexander Bury, Uladzimir Ignatik, Max Mirnyi e Andrei Vasilevski. Il sorteggio è previsto per le ore 12.


Nessun Commento per “VOGLIAMO VINCERE”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.