WILANDER E EDBERG E IL CONFRONTO FRA I FAB FOUR

I due svedesi parlano die protagonisti di questa era, tracciandone un bilancio
lunedì, 24 Dicembre 2018

Tennis. Edberg e Wilander, due splendidi protagonisti degli anni ì80, oggi presenti nel circuito in modi differenti. hanno offerto la loro opinione sui protagonisti del nuovo millennio, anche in rapporto alle loro rivalità. Partendo da Edberg e il suo lavoro con Federer.

Roger sentiva che alla fine del 2013 doveva cambiare il suo modo di giocare. Ha spezzato la sua routine, ha giocato più aggressivo in campo. L’ho aiutato molto in tutti questi aspetti. Ho sempre richieste entusiasmanti da parte di grandi giocatori. Roger, tuttavia, ha rappresento una sfida enorme ed estrema per me. Ma ho percepito che era abbastanza dopo due anni. Non era il mio piano viaggiare senza la mia famiglia per diversi mesi all’anno. Mi piacerebbe vedere qualche giovane sfondare presto. Forse Zverev, l’austriaco Dominic Thiem o il sudcoreano Hyeon Chung, che ha affrontato Roger Federer quest’anno in semifinale a Melbourne.”

Sulla rivalità con Boris Becker“All’epoca c’era una grande rivalità, mi piaceva. Ci siamo spinti al limite in campo e siamo entrambi migliorati. Avevamo personalità diverse. Il tennis ha portato benefici sia a me che a Boris. Siamo molto distesi e ci capiamo bene l’un l’altro.”

Wilander si concentra invece su Nole: “Quando Novak è ad alti livelli ed è centrato, può vincere tre Major all’annoLo ha fatto nel 2011 e nel biennio 2015/2016, forse il suo migliore di sempre. A quel tempo, tutti dicevano che sarebbe stato lui a vincere i 20 Slam di Federer. Se ci fosse stato un record mondiale nel tennis, Novak lo avrebbe raggiunto nel 2016, quando vinceva su tutti gli aspetti – e questo non accadeva neanche quando Federer dominava il circuito. Quando vince, sembra che sia tutto facile; non commette errori non forzati e non riesci a buttarlo fuori dal campo”.


Nessun Commento per “WILANDER E EDBERG E IL CONFRONTO FRA I FAB FOUR”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.