WILD CARD PER LA HINGIS A MIAMI

Martina Hingis prosegue la sua terza “stagione” nel tennis mondiale. La svizzera ex numero uno al mondo, dopo l’ennesimo ritorno in campo, ha ottenuto una wild card nel tabellone di doppio al prossimo Sony Open di Miami.
venerdì, 14 Marzo 2014

Tennis – Miami (Florida). Una wild card per Martina Hingis. Così gli organizzatori del Sony Open di Miami hanno presentato la trentesima edizione del torneo che prenderà vita il prossimo 18 marzo sui campi del Tennis Center di Cradon Park.

L’ex numero uno al mondo si presenterà a Key Biscayne in coppia con la tedesca Sabine Lisicki. Le due tenniste, amiche dentro e fuori il campo, cercheranno in Florida, di dimenticare quanto prima la sconfitta subita, appena una settimana fa nel primo turno del Bnp Paribas Open, dalle australiane Ashleing Barty e Casey Dellacqua.

Vincitrice in carriera di 5 prove del Grande Slam in singolo e 9 in doppio, la più giovane giocatrice incoronata regina del circuito Wta (16 anni, 6 mesi ed un giorno) sembra intenzionata a rispolverare la sua personale bacheca per fare spazio a qualche nuovo trofeo.

L’impresa è tutt’altro che semplice considerato il fatto che dal suo ritorno in campo, avvenuto lo scorso Luglio al Southern California Open in coppia con Daniela Hantuchova, la Hingis non ha certo brillato per risultati e prestazioni.

Dopo i quarti raggiunti a San Diego, il doppio di Martina non supera il secondo turno alla Rogers Cup cedendo il passo alla coppia Julia Görges e Barbora Záhlavová-Strýcová. Stessa sorte al Western & Southern Financial Group dove il tabellone “nemico” le fa incrociare la strada con la coppia più bella del mondo formata da Sara Errani e Roberta Vinci.

L’ultima apparizione della Hingis in singolo a Miami risale al 2007, qualche mese prima dell’annuncio, avvenuto a novembre delle stesso anno, del suo secondo ritiro dalle attività agonistiche e dopo aver trionfato per due volte al Cradon Park nel 1997 e nel 2000.

Nel doppio invece, il ricordo migliore da queste parti Martina lo ha lasciato alla fine degli anni 90, in cui si aggiudicò in coppia con Jana Novotona due edizioni consecutive del torneo superando rispettivamente le coppie formate da Arantxa Sanchez e Natasha Zvereva nel 1998 e il duo spettacolo composto da Mary Joe Fernandez e Monica Seles l’anno successivo.


Nessun Commento per “WILD CARD PER LA HINGIS A MIAMI”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

  • MARY JOE FERNANDEZ: LA SFIDA INFINITA La carriera della Fernandez si è svolta in un’epoca di grandi campionesse, contro le quali non ha mai sfigurato malgrado non abbia mai vinto un titolo del Grand Slam. Amore e odio con […]
  • ROLAND GARROS: QUEI CRUDELI ANNI ’90 TENNIS - Anche Parigi fa parte del regno di Monica Seles nei primi anni ’90 finché, dove non riescono Steffi Grafi & Socie, interviene Gunther Parche. Nel decennio saranno quattro le […]
  • AUGURI AD ARANTXA, GLADIATRICE DELLE BATTAGLIE IMPOSSIBILI TENNIS – Compie oggi 42 anni la ex tennista iberica autrice di imprese leggendarie nell'era del dominio Graf-Seles. Un'occasione per ricordarla e tramandare la conoscenza dei campioni del […]
  • AUGURI MARY JOE, CAMPIONESSA DELLE FINALI PERSE Mary Joe Fernandez compie 43 anni. Talento precoce, con il primo successo Wta a soli 13 anni, l’ex tennista ed attuale capitano degli Usa targati Fed Cup si ricorda anche per le tre finali […]
  • ALLA SCOPERTA DEL GDF SUEZ Al via domani il tabellone principale del Wta di Parigi che, tra passato, presente e futuro, rinnova la sua declinazione al femminile, 'giocando' tra sport e sviluppo
  • DAVENPORT E BOLLETTIERI NELLA HALL OF FAME Lindasay Davenport nuova stella nella International Tennis Hall of Fame. “Una cosa del genere non l’avevo neanche sognata” ha dichiarato l’ex campionessa statunitense, che il prossimo 12 […]

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.