WIMBLEDON, DONNE: 300 VOLTE SERENA WILLIAMS

La campionessa in carica batte Annika Beck nella Middle Sunday: è la vittoria numero 300 in una prova dello Slam. Il resoconto di giornata

TENNIS – La giornata di oggi è già di per sé storica per il ritorno in campo nella Middle Sunday dopo 12 anni e per la quarta volta nella storia. A renderla ancor più preziosa ed unica è la vittoria di Serena Williams, che sull’erba di Wimbledon centra il successo numero 300 in una prova del Grande Slam. Un risultato strabiliante per una campionessa senza tempo, che a 35 anni è ancora in grado di difendere il titolo conquistato lo scorso anno, mentre le rivali più accreditate arrancano da ormai troppi giorni.

La numero uno del mondo, impegnata nel pomeriggio dell’All England Club, scende in campo contro la non irresistibile Annika Beck, che ricopre il ruolo di vittima sacrificale come da pronostico: la tedesca conquista soltanto tre giochi, lasciando a Serena il palcoscenico di metà torneo con un perentorio 6-3 6-0 che vale l’accesso alla fase successiva. Partita a senso unico, a differenza di quella contro la McHale: il modo migliore per entrare nella seconda settimana dello Slam londinese.

Negli altri incontri di giornata, oltre all’eliminazione di Roberta Vinci per mano di Coco Vandeweghe, spiccano i successi di quattro russe su altrettante chiamate a prender parte alla tabella di marcia odierna. Apre le danze Svetlana Kuznetsova, altra figura immortale del tennis femminile, che batte al fotofinish Sloane Stephens: l’americana vince il tie-break del primo set concedendo un solo scambio all’avversaria, poi crolla nel secondo set, perso 6-2, prima di cedere 8-6 in quello decisivo.

Pass per il prossimo turno anche nelle mani di Elena Vesnina, che stoppa la bella corsa di un’altra americana, Julia Boserup: la tennista a stelle e strisce lotta per due set, portandoli entrambi alle battute più delicate, ma la sua rivale decide di alzare il ritmo e chiudere con un doppio 7-5 che vale l’ingresso nella seconda settimana. A sorpresa, invece, supera un ostacolo particolarmente insidioso Anastasia Pavlyuchenkova: la vittoria è già inattesa, il punteggio ne acuisce l’impatto sul torneo. Timea Bacsinszky non regge l’urto dell’avversaria, che le infligge un perentorio 6-3 6-2 e chiude la pratica in netto anticipo rispetto alle previsioni ed in modo diverso da quanto pronosticato alla vigilia. Chiude il programma di giornata l’affermazione di Ekaterina Makarova, che continua la sua risalita con il 6-4 6-2 imposto a Barbora Zahlavova-Strycova.

Bilancio più che soddisfacente per la congrua truppa russa sui campi di Wimbledon, ma il trecentesimo successo della Williams in uno Slam offusca la luce sulle quattro qualificazioni. L’americana è ancora la tennista da battere, a prescindere dalle vittorie altrui.


Nessun Commento per “WIMBLEDON, DONNE: 300 VOLTE SERENA WILLIAMS”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Ottobre 2019

  • Sinner scatenato. Partito dalle qualificazioni, il 17enne altoatesino ha infuocato gli Internazionali d'Italia! Scoprite la sua storia nell'ultimo numero di Tennis Oggi.
  • Che caratteraccio Daniil! Medvedev ha un temperamento a volte iroso che lo rende poco simpatico, ma il suo tennis imprevedibile che non piace agli avversari piace molto al pubblico...
  • Il grande talento di Bianca. La Andreescu è la prima tennista nata nel Terzo Millennio capace di conquistare un titolo Slam. Ci è riuscita agli US Open sulla pericolosissima beniamina di casa Serena Williams.
  • Un secolo di gloria. Lo storico Circolo Canottieri Roma ha compiuto 100 anni e ha festeggiato con una favolosa festa alla quale sono intervenuti 500 soci ed ospiti illustri del mondo sportivo, artistico e culturale. A concludere la serata dei sontuosi fuochi d'artificio.