WIMBLEDON, HALEP E SERENA DOPO LE SEMIFINALI

La finale di Wimbledon sarà Serena Williams contro Simona Halep. Le parole delle giocatrici dopo le rispettive semifinali.

TENNIS – Come da pronostico dei giorni scorsi, a giocarsi il titolo di Wimbledon edizione 2019 saranno Serena Williams e Simona Halep. La giocatrice storicamente più forte sull’erba dell’All England Club e la più in forma raggiungono l’ultimo atto dello Slam britannico dopo i comodi successi rispettivamente contro Barbora Strycova ed Elina Svitolina.

L’americana diventerà così la più anziana finalista nella storia di Wimbledon: “È un dato a cui non ho pensato, ma sicuramente fa piacere mantenersi sulla cresta dell’onda fino a quest’età. Devo cercare di bilanciare calma e pressione e finora ci sto riuscendo come avrei voluto alla vigilia del torneo. Non devo né rilassarmi, né tantomeno sovraccaricarmi di preoccupazioni. So che c’è da fare uno sforzo enorme, ma non devo perdere la sicurezza che mi ha contraddistinta finora. Devo essere in partita come oggi, come i giorni scorsi. Solo così riuscirò a portare a termine il lavoro”.

L’anno scorso, la sconfitta contro Angelique Kerber. Un ricordo che sa di rimpianto per la Williams: “Sì, non è un bel ricordo perché credo di non aver dato tutta me stessa. Fisicamente ero in campo, ma mentalmente non riuscivo ad essere al passo di Angie. Lei è stata bravissima perché ha colto il momento, devo riconoscerle una grande lettura psicologica quando gioca contro di me. Vedremo come andrà in questa finale”.

Ad affrontare Serena ci sarà la Halep, che può centrare il secondo Slam della sua carriera dopo il Roland Garros 2018: “Se ho una chance di vittoria? Certo, più di una. Ovviamente parlano le statistiche e le sue nove vittorie su dieci contro di me contano parecchio, ma credo di essere cresciuta molto ultimamente e mi sento pronta per una sfida del genere. Quando si vuole vincere un torneo come Wimbledon, bisogna mettere in conto di dover affrontare tutte le più forti. Questo caso non fa eccezione, al contrario ne è la più fedele rappresentazione a prescindere dal ranking di Serena”.

Nonostante il punteggio, il match contro la Svitolina è stato faticoso: “Dopo il primo game ero stanca – spiega la Halep – perché entrambe abbiamo dovuto mantenere alta la concentrazione per ben nove minuti. Il risultato è bugiardo, ho avuto la meglio su Elina grazie a molti scambi lunghi che hanno avuto più peso psicologico che sull’effettivo punteggio. Ho stretto i denti nei momenti decisivi e sono riuscita ad arrivare in finale. Spero che questo atteggiamento mi aiuti anche nel prossimo match”.


Nessun Commento per “WIMBLEDON, HALEP E SERENA DOPO LE SEMIFINALI”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di mAGGIO 2019

  • Serena vede "rosso". Al Foro Italico si è ritirata inaspettatamente per un risentimento al ginocchio, ma "Little Sister" non si arrende e ora punta diritta verso il Roland Garros.
  • Federer torna sulla terra. Anche Roma è rientrata nella programmazione di "King Roger" in vista del French Open. A seguito della sua partecipazione, la Fit ha addirittura aumentato il prezzo dei biglietti!
  • Sinner scatenato. Partito dalle qualificazioni, il 17enne altoatesino ha infuocato gli Internazionali d'Italia! Scoprite la sua storia nell'ultimo numero di Tennis Oggi.