WIMBLEDON: IL DERBY WILLIAMS A SERENA, SPAZZATA VENUS

Il derby Williams lo vince Serena. Basta il minimo indispensabile alla più piccola delle sorelle per avere la meglio e strappare il pass per i quarti di finale. La numero uno del mondo aspetta la vincente del match tra Azarenka e Bencic
lunedì, 6 Luglio 2015

Tennis – “Man turns his back on his family, he ain’t no friend of mine” (Bruce Springsteen). Quando in campo si affronta una persona cara, si ha sempre un occhio di riguardo. Non si è cinici, non c’è cattiveria o malizia nelle azioni, c’è solo il desiderio di far finire tutto il prima possibile. Nella ventiseiesima sfida tra le due sorelle Williams, è andata esattamente così. Serena ha cercato di non infierire troppo, prendendosi il rischio di alzare il livello solo nel momento del bisogno. C’è riuscita abbastanza agevolmente, sempre evitando lo sguardo della sorella maggiore, chiudendo in 68 minuti col punteggio di 6-4 6-3.

Non è stata una partita bella, è stato suggestivo vedere due campionesse sfidarsi ancora una volta nel teatro più bello del mondo e ha commosso l’intenso abbraccio finale tra le due. Serena, ora in vantaggio 4-2 sui campi dell’All England Club, non incontrava la sorella al quarto turno dagli Us Open del 2005, quando in quell’occasione perse in due set. Le strade delle due, da allora, avevano preso una piega decisamente diversa, ognuna vincente a modo proprio,

Non è mai facile giocare contro qualcuno che ami, è difficile rimanere concentrati. Guardo alla partita nel complesso e sono soddisfatta, ho servito bene e non mi sono distratta” – ha detto Serena a fine partita. L’incontro si apre con le due che si scambiano il servizio, poi la più piccola sale e prende immediatamente in mano le redini del gioco. Un break nel quinto gioco si rivela decisivo, tanto che Venus non riesce più ad impensierire l’avversaria nei rimamenti turni di battuta, anzi è lei in apertura di secondo a dover annullare subito due palle break. Sventato il pericolo, Venus non riesce però a fare male con la prima, incappando nella reazione pronta della sorella, brava ad aggiudicarsi 17 dei 35 punti in risposta nel secondo set. La numero uno del mondo alza ancora di più il livello di gioco, ottenendo due break di fila e chiudendo senza esultare.

L’ottimo risultato di Venus, però, viene completamente oscurato dalla grande prestazione offerta da Serena che, dopo le fatiche del terzo turno, è riuscita a rialzarsi e a ritrovare le giuste sensazioni, candidandosi sempre più prepotentemente alla vittoria finale. Ai quarti di finale troverà la vincente del match che vede opposte Belinda Bencic e Viktoria Azarenka, impegno sicuramente più complicato rispetto a quello odierno (sicuramente non dal punto di vista mentale)


Nessun Commento per “WIMBLEDON: IL DERBY WILLIAMS A SERENA, SPAZZATA VENUS”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.