WIMBLEDON, NOLE-SERENA: “OTTIMA GIORNATA”

Djokovic e la Williams fanno la voce grossa e confermano di essere i favoriti per la vittoria finale. Le dichiarazioni della coppia Sharapova-Dimitrov, quelle di Wawrinka e Cilic e tanto altro: il dopogara del day-three
mercoledì, 1 Luglio 2015

TENNIS – Si conclude anche il terzo giorno a Wimbledon. Il lungo pomeriggio sotto il solleone londinese termina con le vittorie dei numeri uno dei rispettivi tabelloni, ma anche gli altri concorrenti per i titoli del singolare si destreggiano egregiamente. Il clima torrido rimane un ostacolo, ma lo spettacolo è sempre altissimo. Ecco come hanno reagito i protagonisti nel dopogara del day-three.

Novak Djokovic, dopo il successo su Jarkko Nieminen, si dice soddisfatto della sua prestazione: “Credo di potermi dare un 7 o un 8 in pagella. Jarkko ha cominciato fortissimo – spiega Nole – ma sono stato molto solido e mi sono subito rimesso in carreggiata. Il decimo game ha svoltato la gara, mi sono liberato con la vittoria del primo set. Sono contento di aver lottato contro di lui, meritava un’ovazione del genere a fine partita. Adesso guardiamo avanti“. Anche Serena Williams, dopo il successo sulla Babos, esprime la sua approvazione: “Ho giocato molto bene, sono contenta della mia prestazione. Ho dovuto prendere subito in mano il match – dice l’americana – per evitare che Timea sfruttasse il servizio. Sicuramente è l’arma più pericolosa, ma sono riuscita a disinnescarla“.

Dal tabellone maschile emergono anche altre due qualificazioni, quelle di Wawrinka e Cilic. Lo svizzero batte in tre set Estrella-Burgos, ma vuole migliorarsi: “Non sapevo cosa aspettarmi da lui – ammette Stan – ma sono contento di averlo superato in tre set. C’è ancora molto da lavorare, vorrei smussare alcuni colpi non ancora al top. Intanto passiamo il turno, poi si vedrà il da farsi nei prossimi giorni“. Più complicato l’accesso del croato, costretto al quinto da Berankis: “Quella di oggi è stata una partita molto emozionante, ho trovato un avversario disposto a tutto pur di battermi. Alla fine è stata la testa a fare la differenza, i suoi nervi hanno ceduto e sono riuscito a portare a casa la qualificazione. Dovrò recuperare le forze ed evitare i passaggi a vuoto di oggi“.

La situazione del clima, che oggi ha visto il picco di 37 gradi di temperatura, divide la coppia Sharapova-Dimitrov. Entrambi si qualificano, ma Masha non nasconde la fatica: “Fa più caldo a Londra che nella mia residenza in Florida, è incredibile. Nonostante l’afa, le energie sono bastate per ottenere il pass. Sono molto contenta“. Il bulgaro, invece, dimostra la miglior attitudine rispetto alla siberiana: “Sicuramente non erano temperature basse, ma per me è solo bel tempo. Si può tranquillamente giocare a tennis, abbiamo effettuato una preparazione adeguata e il ritmo di oggi mi dice che sono in forma. Spero di allungare al massimo la mia esperienza a Wimbledon“. Alla Sharapova, però, si aggiunge Tomic, reduce dal successo su Herbert in tre set: “C’è mancato poco – spiega l’australiano – e crollavo per le vertigini. Il caldo è davvero insostenibile, abbiamo continuamente bisogno di rifiatare“.

Infine, Kei Nishikori. Il giapponese non è sceso in campo e si è ritirato ancor prima di sfidare Santiago Giraldo. Le fatiche contro Bolelli si sono fatte sentire: “Lo stiramento al polpaccio mi ha tormentato per tutto il prepartita – dice il nipponico – spero di recuperare presto. Sento di aver perso un’occasione importante, ma riuscirò a riscattarmi“. John Isner, che ha visto da vicino l’infortunio di Kei, racconta: “L’ho visto tra lo spaventato e il disperato, sembrava che avesse un attacco epilettico. Mi hanno detto che è tornato a camminare regolarmente, anche se dovrà fare molta attenzione. Sono contento per i suoi miglioramenti“.

Dopo l’allarme incendio, che ha fatto da chiosa al day-three di Wimbledon, ci si prepara alla prossima giornata. Si arriva a metà della prima settimana, con tanti verdetti già emessi e tanti altri ancora da vivere colpo su colpo. Domani saranno in campo Murray, Federer e Nadal, oltre agli italiani Seppi e Fognini.


Nessun Commento per “WIMBLEDON, NOLE-SERENA: "OTTIMA GIORNATA"”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.