WIMBLEDON, DJOKOVIC-NADAL FINALE ANTICIPATA?

Il serbo e lo spagnolo giocano la semifinale più "nobile" dello Slam londinese ormai orfano di Federer, ma dall'altra parte del tabellone Isner e Anderson vogliono continuare a stupire

TENNIS – Da una parte Djokovic e Nadal, due che di finali a Wimbledon se intendono abbastanza,  dall’altra invece gli “outsider” Isner e Anderson, da nessuno pronosticati così avanti nel tabellone dello Slam londinese, specialmente il sudafricano che ha compiuto una vera e propria impresa riuscendo a superare Roger Federer al termine di un quarto di finale che è già passato alla storia.

Il quadro delle semifinali di Wimbledon quindi è delineato, e c’è già chi afferma che la vera finale sarà proprio tra Djokovic e Nadal, ma su una superficie come l’erba due “bombardieri” in fiducia come Isner e Anderson possono essere comunque temibili. Il serbo e lo spagnolo si sono affrontati già ben 51 volte in questi anni (Nole è avanti 26 a 25 nel computo degli scontri diretti) e quella di domani sarà una sfida dal sapore particolare, specialmente per Djokovic che finalmente sembra tornato ai livelli di due anni fa (quando dominava il circuito in lungo e in largo) dopo un lungo periodo di appannamento dovuto anche all’infortunio al gomito patito lo scorso anno proprio a Londra. Nei mesi scorsi il serbo ha fatto fatica a ritrovare il suo tennis fatto di aggressività, dinamismo e colpi di classe, ma in questi giorni sembra averlo di nuovo con sé e la vittoria di ieri su Nishikori ne è le testimonianza più evidente. Dall’altra parte della rete però ci sarà un Nadal determinato a mettere in tasca la doppietta Parigi-Londra, e il fatto di non avere più Roger Federer come possibile finalista sarà sicuramente uno stimolo in più. Il match naturalmente sembra aperto a qualsiasi risultato, anche se il numero uno del mondo pare leggermente favorito, se non altro perché arriva dall’ennesima grande stagione sulla terra rossa e da un anno e mezzo in cui ha dimostrato di essere tornato al top, ma Djokovic punterà tutto sulla sua ritrovata fame di vittorie (era dal 2015 che non arrivava così lontano a Wimbledon) e il pubblico del centrale potrà godersi sicuramente uno spettacolo straordinario.

Dall’altra parte invece, Isner e Anderson mandano in scena una semifinale ovviamente inedita sull’erba londinese, e viste le caratteristiche dei due giocatori c’è da aspettarsi una “guerra” di ace e prime vincenti fin dalle prime battute. Isner è in vantaggio 8-3 negli scontri diretti, ma l’unico precedente sull’erba risale addirittura al Queen’s del 2008 (lo statunitense si impose 7-5 6-4), ma anche se l’americano ha vinto le ultime cinque sfide, Anderson ha dalla sua la grande fiducia che una incredibile vittoria come quella conquistata ieri contro Roger Federer può dare, e proprio forte di questo entusiasmo farà di tutto per continuare a sognare come ha fatto fino a questo momento. Non resta quindi che mettersi e comodi e godersi lo spettacolo delle semifinali, che anche senza il “padrone di casa” Roger Federer sapranno regalare emozioni e colpi spettacolari agli appassionati di tutto il mondo.

(Nella foto Novak Djokovic – www.zimbio.com)


Nessun Commento per “WIMBLEDON, DJOKOVIC-NADAL FINALE ANTICIPATA?”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Ottobre 2019

  • Sinner scatenato. Partito dalle qualificazioni, il 17enne altoatesino ha infuocato gli Internazionali d'Italia! Scoprite la sua storia nell'ultimo numero di Tennis Oggi.
  • Che caratteraccio Daniil! Medvedev ha un temperamento a volte iroso che lo rende poco simpatico, ma il suo tennis imprevedibile che non piace agli avversari piace molto al pubblico...
  • Il grande talento di Bianca. La Andreescu è la prima tennista nata nel Terzo Millennio capace di conquistare un titolo Slam. Ci è riuscita agli US Open sulla pericolosissima beniamina di casa Serena Williams.
  • Un secolo di gloria. Lo storico Circolo Canottieri Roma ha compiuto 100 anni e ha festeggiato con una favolosa festa alla quale sono intervenuti 500 soci ed ospiti illustri del mondo sportivo, artistico e culturale. A concludere la serata dei sontuosi fuochi d'artificio.