WIMBLEDON, QUALIFICAZIONI: PASSA SOLO FABBIANO

Solo un italiano su cinque supera il turno odierno di qualificazioni: Thomas Fabbiano continua la corsa, out Vanni, Caruso, Arnaboldi e Giannessi

TENNIS – Manca poco meno di una settimana all’inizio di Wimbledon, ma c’è già chi ha il suo gran lavoro sull’erba dell’All England Club. Con le qualificazioni al terzo Slam stagionale in corso di svolgimento, c’è anche una folta truppa italiana impegnata nel raggiungimento del tabellone principale. O meglio, c’era. Perchè dopo la giornata odierna, ben quattro giocatori azzurri su cinque escono sconfitti dai rispettivi incontri del primo turno preliminare.

È Thomas Fabbiano, infatti, l’unico tennista di casa nostra a superare lo scoglio del martedì. Vittoria sofferta, in tre set, contro lo sloveno Kavcic: il ventisettenne di San Giorgio Jonico vince nettamente il primo set con il punteggio di 6-1, poi perde il secondo 6-4, infine chiude la pratica con lo stesso punteggio nel parziale decisivo. È anche il primo degli italiani a scendere in campo, senza trovare però un seguito positivo da parte dei suoi connazionali.

Eliminati al primo turno del tabellone preliminare gli altri quattro rappresentanti azzurri: esce di scena Salvatore Caruso, che cede in due set a Falla. Il colombiano si impone 7-6 6-1, aggiudicandosi un sofferto tie-break con il risultato di 9-7. Fuori dai giochi anche Andrea Arnaboldi, non senza rimpianti per l’andamento del match: il giapponese Soeda vince 6-4 il primo set, l’azzurro si riscatta portando a casa il tie-break del secondo per 7-2, ma alla fine lascia strada all’avversario, che non si fa sfuggire l’occasione ed accede al turno successivo con il 6-3 del terzo set.

Doppia delusione anche da Alessandro Giannessi e Luca Vanni, che salutano Londra dopo due tiratissime battaglie al terzo set. Il tennista spezzino viene eliminato dal padrone di casa Salisbury, che rimonta dallo svantaggio del primo set: buon avvio con il 6-4 del primo parziale, poi il tie-break del secondo sposta gli equilibri dalla parte del britannico, che vince 7-3 e trova le risorse necessarie per il sorpasso e la chiusura sul punteggio di 6-3. Per l’aretino, invece, la sentenza arriva per mano di Zemlja. Lo sloveno passa in vantaggio con il 6-3 del primo set, poi Vanni vince con un perentorio 7-0 il tie-break del secondo, prima di cedere il terzo con lo stesso punteggio della partita inaugurale.

Con un bilancio decisamente negativo, dunque, la truppa italiana a Wimbledon si appresta a disputare il turno eliminatorio successivo. Il solo Fabbiano esce vincitore da un martedì con poche luci e tante ombre, sperando di poter arricchire la rappresentanza azzurra nel tabellone principale. Il cammino è ancora lungo, servono grinta e concentrazione per superare i prossimi ostacoli.


Nessun Commento per “WIMBLEDON, QUALIFICAZIONI: PASSA SOLO FABBIANO”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Ottobre 2019

  • Sinner scatenato. Partito dalle qualificazioni, il 17enne altoatesino ha infuocato gli Internazionali d'Italia! Scoprite la sua storia nell'ultimo numero di Tennis Oggi.
  • Che caratteraccio Daniil! Medvedev ha un temperamento a volte iroso che lo rende poco simpatico, ma il suo tennis imprevedibile che non piace agli avversari piace molto al pubblico...
  • Il grande talento di Bianca. La Andreescu è la prima tennista nata nel Terzo Millennio capace di conquistare un titolo Slam. Ci è riuscita agli US Open sulla pericolosissima beniamina di casa Serena Williams.
  • Un secolo di gloria. Lo storico Circolo Canottieri Roma ha compiuto 100 anni e ha festeggiato con una favolosa festa alla quale sono intervenuti 500 soci ed ospiti illustri del mondo sportivo, artistico e culturale. A concludere la serata dei sontuosi fuochi d'artificio.