WIMBLEDON, SUBITO FUORI CECCHINATO E THIEM

Il tennista azzurro è stato battuto in tre set da Alex De Minaur mentre l'austriaco è stato sconfitto da Sam Querrey. Fuori anche Caruso, avanzano invece Kei Nishikori e Nick Kyrgios

TENNIS – E’ continuato anche sull’erba di Wimbledon il periodo negativo di Marco Cecchinato. Il tennista azzurro infatti è stato battuto al primo turno da Alex De Minaur in tre set (6-0 6-4 7-6 il punteggio finale) e anche se era chiaro che su questa superficie sarebbe stato difficile trovare una inversione di tendenza dopo le delusioni sulla terra rossa, era comunque lecito aspettarsi qualcosa in più.

Dopo un primo game nel quale dallo 0-40 non è riuscito a conquistare un immediato break che magari avrebbe potuto dargli fiducia, Cecchinato ha avuto un lungo blackout che lo ha visto prima cedere il primo parziale 6-0 e poi andare subito sotto 3-0 anche all’inizio del secondo. A quel punto l’azzurro ha avuto un sussulto riuscendo ad ottenere il contro-break del momentaneo 3-3, ma purtroppo sul 5-4 ha ceduto nuovamente la battuta consegnando la frazione all’australiano sul 6-4. Nel terzo set poi Cecchinato ha cercato di mettere in campo tutta la determinazione possibile, procurandosi anche una palla break nel settimo gioco, ma nel successivo tie-break, pur essendo riuscito a recuperare da 1-4 a 5-5, ha ceduto 7 punti a 5 permettendo così a De Minaur di mettere in tasca vittoria e passaggio del turno. E’ uscito subito di scena poi, rimanendo in tema di giocatori italiani, anche Salvatore Caruso, battuto in tre (7-6 6-3 6-2) set dalla testa di serie numero 20 Gilles Simon. Il 26enne di Avola ha giocato con grande cuore, ma alla lunga a fare la differenza è stata la maggiore esperienza del francese, che dopo aver portato a casa il primo parziale al tie-break ha giocato un tennis molto più solido rispetto all’azzurro.

THIEM

Sono proseguite poi, sulla scia di quanto accaduto nel Day 1, le sorprese del primo turno dello Slam londinese. Dopo Alexander Zverev e Tsitsipas infatti è stato eliminato subito anche Dominic Thiem, sconfitto da Sam Querrey in quattro set (6-7 7-6 6-3 6-0 il punteggio finale) al termine di un incontro in cui nella seconda parte ha ceduto di schianto. Di certo non era un primo turno semplice per l’austriaco, che comunque si è trovato anche ad un punto dall’andare avanti due set a zero, ma questa sconfitta è sicuramente sorprendente pensando soprattutto a quanto Thiem aveva detto di tenere a questo torneo.

ALTRI RISULTATI WIMBLEDON

Passando poi agli altri match di primo turno in programma oggi a Wimbledon, avanzano il numero 8 del seeding Kei Nishikori, che ha battuto il brasiliano Thiago Monteiro 6-4 7-6 6-4, Nick Kyrgios, protagonista di un successo ricco di emozioni e colpi ad effetto con il connazionale Jordan Thompson (7-6 3-6 7-6 0-6 6-1 il punteggio finale) e Steve Johnson, uscito vittorioso in tre set (6-4 6-2 6-3) dall’incontro con lo spagnolo Albert Ramos-Vinolas.

(Nella foto Marco Cecchinato – www.zimbio.com)


Nessun Commento per “WIMBLEDON, SUBITO FUORI CECCHINATO E THIEM”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Ottobre 2019

  • Sinner scatenato. Partito dalle qualificazioni, il 17enne altoatesino ha infuocato gli Internazionali d'Italia! Scoprite la sua storia nell'ultimo numero di Tennis Oggi.
  • Che caratteraccio Daniil! Medvedev ha un temperamento a volte iroso che lo rende poco simpatico, ma il suo tennis imprevedibile che non piace agli avversari piace molto al pubblico...
  • Il grande talento di Bianca. La Andreescu è la prima tennista nata nel Terzo Millennio capace di conquistare un titolo Slam. Ci è riuscita agli US Open sulla pericolosissima beniamina di casa Serena Williams.
  • Un secolo di gloria. Lo storico Circolo Canottieri Roma ha compiuto 100 anni e ha festeggiato con una favolosa festa alla quale sono intervenuti 500 soci ed ospiti illustri del mondo sportivo, artistico e culturale. A concludere la serata dei sontuosi fuochi d'artificio.