WINSTON SALEM: BAUTISTA DI MISURA, CARRENO CON AUTORITA’

Sarò tra Roberto Bautista Agut e Pablo Carreno Busta la finale del torneo di Winston Salem, ultimo antipasto prima dell'inizio degli Us Open. Il numero 17 del mondo, che ha rischiato di sciupare un vantaggio di 7-5 5-0, troverà per la prima volta all'ultimo atto un connazionale
sabato, 27 Agosto 2016

TENNIS – Nella prima semifinale, quella tra Roberto Bautista Agut e Viktor Troicki, succede veramente di tutto. Quella che sembrava essere una passeggiata di salute, si trasforma ben presto in una vera e propria tragedia: lo spagnolo, avanti 7-5 5-0, non riesce a chiudere la pratica nel momento di massima concentrazione e dà all’avversario la possibilità di rientrare clamorosamente in carreggiata praticamente con il match in pugno. Il serbo, abituato ad esaltarsi in condizioni difficili, non solo riesce ad issarsi fino al tie break, ma addirittura a vincerlo con il netto punteggio di 7-2. Nell’ultima frazione, però, Troicki paga la fatica di un set folle e Bautista Agut ritrova la tranquillità: le cose si ristabilizzano e il numero 15 del mondo, questa volta con autorità, chiude con un netto 6-2 raggiungendo la terza finale dell’anno, la prima a Winston Salem. Lo spagnolo, che con quella di oggi ha raggiunto quota 38 successi nel 2016 (27 sul cemento), potrebbe unirsi a Djokovic, Murray, Thiem e Wawrinka, unici giocatori con almeno 3 titoli in questa stagione dopo i successi ad Auckland e Sofia.

Il sogno di John Millman, giustiziere di Richard Gasquet ai quarti di finale, si infrange contro Pablo Carreno Busta. Lo spagnolo, al termine di un torneo quasi perfetto, ha bisogno di 105 minuti per abbattere la resistenza del giocatore australiano, poco costante con il servizio e poco cinico nei momenti importanti. Finisce 7-6(5) 6-4, sarà quindi derby spagnolo a Winston Salem. Carreno va a caccia del primo titolo in carriera.


Nessun Commento per “WINSTON SALEM: BAUTISTA DI MISURA, CARRENO CON AUTORITA'”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.