WOZNIACKI: “AUSTRALIAN OPEN? MERITO DI MIO PADRE”

Gli Australian Open si avvicinano e Caroline Wozniacki ci andrà nelle vesti di campionessa in carica. Le sue emozioni un anno dopo il trionfo.

TENNIS – Dopo aver attraversato quasi tutta una carriera con l’etichetta di numero uno del mondo senza un titolo Slam in bacheca, Caroline Wozniacki torna agli Australian Open da campionessa in carica. La tennista danese, infatti, ha portato a casa il titolo del 2018 e adesso si ripresenterà a Melbourne con il complicatissimo obiettivo di difendere il trofeo conquistato soltanto un anno prima.

Per la giocatrice di Odense, che attualmente è la terza forza del ranking femminile, il successo di Melbourne ha significato tanto sia per il suo percorso da professionista, sia per il suo legame con la famiglia: “Credo che il successo degli Australian Open sia un traguardo che abbiamo tagliato insieme io e mio padre. È sempre stato al mio fianco, soprattutto nei momenti più complicati, e mi ha dimostrato che con il supporto delle persone giuste si possono sfondare dei limiti inimmaginabili. Quello che è successo a Melbourne è la summa di un legame bellissimo che include tutta la mia famiglia”.

Dalle parole della Wozniacki emergono anche i segreti degli Australian Open, in primis la gestione delle emozioni: “Sono state due settimane fantastiche, non le dimenticherò mai: da una parte è stato un cammino entusiasmante, mi veniva da piangere dopo ogni match per la gioia che stavo provando, ma dall’altra è stato un dispendio di energie non indifferente: con un obiettivo sempre più vicino, ho imparato a tenere duro e soprattutto a non farmi sopraffare dalla stanchezza emotiva e fisica. Non è stato facile, ma alla fine i miei sforzi sono stati ricompensati dal premio più bello”.

Quest’anno, dunque, la danese arriva a Melbourne nelle vesti di campionessa in carica, ma anche con la certezza di essere tra le più forti per gerarchia: “Per ora sono contenta che la stagione sia finita – conclude la Wozniacki – ma so di dover ripartire al meglio per arrivare preparata agli appuntamenti più importanti di inizio anno. Mi aspetto una gran battaglia fin da subito, con tante giocatrici che vorranno dimostrare i loro progressi in preparazione atletica: sono concentrata su me stessa, dall’anno scorso sono realmente consapevole delle mie potenzialità”.


Nessun Commento per “WOZNIACKI: "AUSTRALIAN OPEN? MERITO DI MIO PADRE"”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Novembre 2018

  • Naomi incanta. Di cognome fa Osaka, esattamente come la città che le ha dato i natali, ed è un riuscitissimo incrocio di razze dato che la madre è giapponese e il padre haitiano. I fans e gli sponsor impazziscono per lei, che ormai naviga stabilmente tra le top-five.
  • La Davis che verrà. In attesa dell'atto finale della Coppa 2018 tra Francia e Croazia, vi raccontiamo tutti i cambiamenti che il prossimo anno rivoluzioneranno il torneo a squadre più prestigioso del tennis.
  • Attenti a quell'aussie! Si chiama John Millman e finché non ha battuto Roger Federer sul palcoscenico degli US Open era sconosciuto ai più. Il 29enne di Brisbane è infatti sbocciato in ritardo a causa di una lunga serie di infortuni.