WTA, ARRIVA L’APP IN CAMPO PER AIUTARE I COACH

Dalla prossima stagione, su tablet e addirittura smartphone i tecnici avranno a disposizione statistiche aggiornate in tempo reale da sottoporre all'attenzione delle proprie giocatrici. Stacey Allaster: "Il nostro sport è fatto di dati e informazioni. La tecnologia ci viene incontro"
giovedì, 23 Ottobre 2014

TENNIS – Il gioco è fermo. La giocatrice si riposa, si disseta, riflette. Arriva il momento del coaching. Il tecnico offre indicazioni e, un po’ come avviene negli sport di squadra che prevedono time out, tira fuori un tablet o magari uno smartphone per mostrare alla propria assistita numeri su numeri. Statistiche e quant’altro. Vi sembra il tennis del futuro? Può darsi, in tal caso va però aggiunto che il futuro – come dicono quelli bravi – è adesso. O meglio: arriverà dalla prossima stagione. Questa almeno è l’intenzione della Wta che, per l’appunto, assieme al suo partner tecnologico ha studiato un’app che rivoluzionerà le pause coaching.

Non male la scena descritta, non credete? Appetibile, televisivamente parlando. Vuoi mettere l’allenatore che invece se ne sta buono e tranquillo accanto alla sua giocatrice come se aspettasse il cameriere con i caffè appena ordinati? Scherzi a parte, sul proprio dispositivo il coach riceverà in tempo reale una serie di informazioni. Principalmente sul servizio delle protagoniste in campo e sul posizionamento della palla. Una vasta serie di parametri per leggere minuziosamente il match.

“Crediamo che la tecnologia continuerà a giocare un ruolo importante nella modernizzazione del nostro sport – ha spiegato la presidentessa della Wta, Stacey Allaster – La tecnologia ci permette di offrire qualcosa in più a tutti, senza alterare l’integrità del gioco. Il tennis è uno sport che si basa su dati e informazioni. Molti dei nostri match si riducono a pochi punti chiave e l’analisi della tendenza della partita potrebbe fornire una chiara superiorità nell’arco della sfida stessa. Non possiamo che essere felici perché riusciremo a migliorare le prestazioni delle nostre atlete ma anche l’esperienza dei tifosi sugli spalti”.

Non parla di innovazioni di questo tipo, non parla di app e dati in tempo reale da spulciare e su cui rifletterci su, ovviamente, l’Atp, che da par suo non prevede nemmeno la pausa coaching. Eppure la Wta potrebbe inaugurare una rivoluzione. Fondamentali restano infatti anche i dati post-match, così come non passano certo inosservate le statistiche che ogni telespettatore può vedere tranquillamente sul piccolo schermo, negli intervalli. Difatti, una piccola grande rivoluzione è già stata avviata in questi giorni a Singapore, in occasione delle Finals. Ed è rivolta agli spettatori di tutto il mondo che, grazie all’app ufficiale dell’evento installata sul proprio smartphone, hanno accesso a contenuti esclusivi, tra cui notizie, replay virtuali e, per l’appunto, statistiche. Il resto, fortunatamente, è dato dalla prestazione in campo delle giocatrici. In carne e ossa, tendini e nervi.


Nessun Commento per “WTA, ARRIVA L'APP IN CAMPO PER AIUTARE I COACH”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.