WTA AWARDS, LA BENCIC È NEWCOMER DELL’ANNO

La giovane svizzera, non ancora maggiorenne, ha impressionato appassionati e addetti ai lavori, conquistando ottimi risultati negli ultimi undici mesi e anche la stima dei suoi nuovi fan. A lei il premio come new entry nel panorama tennistico mondiale
martedì, 18 Novembre 2014

TENNIS – Diciassette anni. Chissà quanti aspiranti tennisti, a quell’età, dividono la propria mente tra gli obiettivi futuri e la vita di un normale teenager. Spesso, però, il talento supera l’ordinario e capita di trovarsi di fronte a giocatori non ancora maggiorenni, ma già pronti a dar filo da torcere alle grandi firme del panorama internazionale. Magari si tratta di veri campioni o campionesse, oppure ci si imbatte in una meteora come tante. La collocazione avverrà soltanto nei prossimi anni: intanto, Belinda Bencic si gode il momento e mette in bacheca il suo WTA Award, quello di Newcomer of the Year.

Difficile pensare ad un traguardo del genere per l’elvetica, che ad inizio stagione si affacciava ai grandi tornei del circuito mondiale bazzicando intorno al centocinquantesimo posto in graduatoria. Proprio da numero 140, la tennista di Flawil ha disputato l’Australian Open abbandonando la manifestazione al secondo turno. Dopo aver battuto il suo esatto opposto, ovvero la veterana Kimiko Date-Krumm, Belinda ha dovuto fare i conti con la futura campionessa di Melbourne, quella Na Li appena ritiratasi dall’attività agonistica. Un primo set chiuso senza vincere nemmeno un game, poi la reazione ed un ko soltanto al tie-break. Della Bencic, la cinese disse: “Ha giocato esattamente come Martina Hingis, è uscita dal guscio e mi ha fatto correre al massimo delle capacità“. Un commento da veggente che, nel giro di qualche mese, è passato di bocca in bocca per tracciare il profilo della giovane svizzera.

I progressi della diciassettenne sono emersi soprattutto a partire dal torneo di Charleston, grazie al quale è riuscita ad entrare nelle prime 100, poi il ruolo di spauracchio ricoperto in altre due prove dello Slam. Sull’erba di Wimbledon, la Bencic ha conquistato un terzo turno che significa davvero tanto, ma non quanto il piazzamento agli US Open. Il cemento di Flushing Meadows le ha regalato addirittura un quarto di finale, risultato che quasi ricalca l’impresa della sua connazionale Martina Hingis, campionessa nel 1997: la cavalcata trova anche vittime eccellenti come Angelique Kerber e Jelena Jankovic.

Dopo aver chiuso il 2013 appena fuori dalle prime duecento posizioni, la Bencic è adesso la trentaduesima forza del ranking mondiale, con tutta una carriera davanti. Nel frattempo, l’elvetica mette in bacheca il riconoscimento della federazione, basato sul sondaggio lanciato sul sito ufficiale. Lo stesso premio è stato precedentemente assegnato ad altre grandi firme come Clijsters, Sharapova, Capriati, Sanchez e proprio Hingis: un’eredità pesante per Belinda, che ha così commentato: “Il 2014 è stato un anno durissimo ma gratificante, ho compiuto grandi progressi e adesso mi trovo ad essere paragonata alle stelle del circuito. Questo è senza dubbio un sogno che si avvera“.

Nelle votazioni sul sito della WTA, l’elvetica ha sconfitto un’altra rivelazione stagionale, la kazaka Zarina Diyas. Per il momento si tratta soltanto di un premio assegnato tramite un sondaggio, ma non c’è da stupirsi se la Bencic conquisterà a breve i primi titoli nei tornei del prossimo anno. Il 2015 può già essere l’anno della consacrazione? Il campo è giudice sovrano.


Nessun Commento per “WTA AWARDS, LA BENCIC È NEWCOMER DELL'ANNO”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.