WTA. AZZURRE PRONTE AL VIA: ECCO GLI OBIETTIVI

Tennis. Il circuito Wta è pronto a rimettersi in moto. C'è curiosità intorno al 2015 che sarà delle nostre ragazze: Vinci ed Errani per ritrovarsi nel singolare, Flavia Pennetta per confermarsi dopo la risalita dello scorso anno. Aspettando l'esplosione della Giorgi.
venerdì, 26 Dicembre 2014

Tennis. La fine dell’anno è alle porte, l’inizio della nuova stagione è lì pronto a scaldare il cuore di milioni di appassionati. Ecco quindi che nel giorno di Santo Stefano, in una breve pausa da pranzi e riunioni con amici e parenti a suon di tombole e partite a carte, si hanno quei 5 minuti per andare a fantasticare sul 2015 che sarà e, sopratutto, su cosa aspettarci dalle protagoniste azzurre nella prossima stagione.

La stagione quest’anno comincerà direttamente a gennaio, nessun antipasto a fine dicembre. Ovviamente il primo obiettivo stagionale per le nostre sarà ben figurare in quel dell’Australian Open. Prima però c’è da fare bene nei tornei preparativi a Shenzhen, Auckland e Perth, tutte in campo, o quasi. Mancherà, infatti, nella prima settimana Camila Giorgi, operatasi da pochi giorni alla bocca. La giovane speranza azzurra rientrerà direttamente a Hobart. La Knapp si cimenterà a Hobart, mentre Sara Errani e Roberta Vinci saranno in scena in Nuova Zelanda. Scelta diversa quella di Flavia Pennetta che comincerà la stagione nella cornice australiana della Hopman Cup, nella competizione a squadre affianco del “suo” Fabio Fognini.La brindisina comincerà, invece, a fare sul serio la settimana dopo, a Sydney, insieme a Sara Errani e dove scenderanno in campo 14 delle top 20. Tornei di medio livello quelli di preparazione al primo slam, che prevedono alcune insidie. Per la Knapp fanno paura Simona Halep e Petra Kvitova, mentre ostacoli per le Vinci ed Errani saranno, su tutte, Caroline Wozniacki e Venus Williams.

Con le prime tappe già delineate è curioso capire però che anno aspettarsi dalla nostre rappresentanti nel mondo Wta. Grandi attenzioni sono riposte, ovviamente, sul duo che da poco ha festeggiato il career grand slam. Errani e Vinci si confermano devastanti in coppia, ma il 2014 non le ha di certo viste primeggiare anche nel singolare. L’unico, grande, acuto della Errani si è registrato al Foro Italico dove una grandissima Sarita si è arresa soltanto allo strapotere di Serena Williams nella finalissima. Pochi altri acuti e sopratutto 0 titoli per un 2014 che quindi dovrà servire di slancio per ritrovare quel giusto feeling con il successo. La stagione sul rosso sarà sicuramente quella in cui la Errani dovrà dare trovare lo sprint per tornare grande. Anche alla “gemella” Robertina Vinci in singolare sono mancati gli acuti importanti, o titoli e due finali perse. Anche per la tarantina, quindi, il bisogna di ritrovarsi in singolare e per farlo bisognerà già sfruttare il cemento australiano, prima di puntare a Wimbledon e al cemento americano. Talmente inseparabili, le due, che anche nel 2015 avranno quindi l’obiettivo comune di risalire la classifica 14esima (Errani) e 47esima (Vinci), oltre che continuare a primeggiare in quella di doppio dove guardano tutte le altre dal alto verso il basso.

Discorso diverso per Flavia Pennetta, la nuova numero uno d’Italia viene da un bel 2014, con il successo a Indian Wells su tutti. Per lei l’obiettivo a partire da Sidney è forse più difficile, si sa che confermarsi è sempre il passo più complicato da compiere e Flavia, alla soglia dei 33 anni, dovrà cercare nuove stimoli per andare a vincere, sopratutto dove le caratteristiche tecniche glielo consentono, ovvero sul cemento. Su una barca molto più simile a quella di Vinci ed Errani viaggia, invece, Camila Giorgi. La giovane, classe 1991, è attesa ormai da un paio d’anni al salto di qualità. Camila però, dal gioco potente e prepotente, non riesce a trovare una continuità tale da permettergli di imporsi, così si passa da vittorie su Azarenka e Sharapova a sconfitte inaspettate con giocatrici dal livello decisamente inferiore. Nel 2014 un piccolo passo è stato però compiuto, e i primi due titoli (Katowice e Linz) ne sono la dimostrazione. L’obiettivo del 2015 è quindi quello di rimettersi definitivamente in sesto dai piccoli problemi fisici per poter dare definitivamente il via alla sua corsa verso le posizioni che contano. Discorso diverso per la 27enne Karin Knapp, che anche lei nel 2014 ha finalmente festeggiato il primo titolo, a Tashkent. Per la natia di Brunico il 2015 dovrà essere l’occasione per migliore i risultati fin qui raggiunti: il 35esimo posto della classifica nel 2008 e magari riuscire almeno a replicare l’ottavo di finale di Wimbledon raggiunto nel 2013.

Senza dimenticare, ovviamente, quel obiettivo comune rappresentato dal ritorno al successo in Fed Cup. Lo scorso anno le azzurre non sono riuscite ripetere il successo del 2013, chissà che il 2015 non possa rappresentare anche l’anno del ritorno al successo del tennis azzurro.

 


Nessun Commento per “WTA. AZZURRE PRONTE AL VIA: ECCO GLI OBIETTIVI”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.