WTA BAKU, SCHIAVONE AVANTI

La Leonessa spazza via la giapponese Nara e si qualifica per il secondo turno del torneo azero: adesso la Glushko. Vittorie agevoli anche per le prime due della classe, Cirstea e Svitolina
martedì, 22 Luglio 2014

TENNIS – Il cammino della racchetta femminile riprende dall’Azerbaijan e dalla sua capitale, Baku, che ospita la manifestazione sul cemento. Impegnata anche Francesca Schiavone, che parte con il piede giusto così come le prime due della classe, Sorana Cirstea ed Elina Svitolina.

La Leonessa inaugura il suo percorso nel torneo azero con un’agevole successo sulla giapponese Nara. La differenza di esperienza tra le due favorisce la milanese, che si impone senza affanno con il punteggio di 62 62. Non mancano le sbavature dell’azzurra, che avrà subito modo di migliorarsi contro l’israeliana Glushko, al secondo turno grazie alla vittoria sulla Bondarenko in tre set: l’ucraina cede 62 26 75 e abbandona l’evento all’esordio.

Ad aprire la giornata è un duo balcanico: la prima fase comincia con Serbia e Croazia in grande spolvero. La prima porta la Dolonc all’affermazione sulla russa Gaydarzhi, la seconda risponde con la Vekic che supera in due set la Savchuk. Ben più complicato, invece, il match della francese Mladenovic contro la Watson: la giocatrice inglese cede di schianto al terzo set dopo aver rimesso in piedi una partita ostica. La transalpina passa 62 36 60.

La sorpresa di giornata arriva dal match della testa di serie numero 3, Magdalena Rybarikova. La slovacca cede alla rivelazione giapponese Eguchi, che accede al secondo turno grazie al successo in due set con il risultato di 64 76[7]. A riscattarla, però, ci pensa la connazionale Cepelova, che elimina la padrona di casa Jafarova con un pesante 61 60. Esordio brillante anche per Silvia Soler-Espinosa: la spagnola liquida la Kovinic 62 64 e si qualifica per il turno successivo.

Nessuno scossone, invece, dal duo di testa del tabellone. Sorana Cirstea fa rispettare le gerarchie e vince con un doppio 63 sulla tunisina Jabeur. La imita la seconda testa di serie, Elina Svitolina, che batte 62 64 l’uzbeka Abduraimova e raggiunge la rumena al secondo turno.

Domani mattina alle ore 8 italiane si torna in campo per la seconda fase del torneo. Nella tabella di marcia, oltre alla giapponese Eguchi, riflettori puntati su Shahar Peer e Bojana Jovanovski. Francesca Schiavone tornerà a calcare il cemento azero soltanto giovedì mattina.


Nessun Commento per “WTA BAKU, SCHIAVONE AVANTI”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

  • WTA BAKU, SCHIAVONE AI QUARTI La milanese avanza spedita: Glushko eliminata al tie-break del secondo set. Adesso la sfida contro la francese Mladenovic, che una settimana fa l'ha estromessa dalla corsa al titolo di […]
  • RANKING WTA: FENOMENALE FANGZHOU, A PICCO PEER E LEPCHENKO Pochissime variazioni nella classifica mondiale del circuito WTA: tutto tace nelle prime 20 posizioni: gli avvicendamenti sono ridotti al minimo.
  • WTA BAKU, RIVINCITA SCHIAVONE La Leonessa batte in tre set la Mladenovic, che una settimana fa l'aveva eliminata dal torneo di Istanbul. Semifinali acquisite: adesso la sfida contro Elina Svitolina, la più alta testa […]
  • WTA BAKU, TRIONFO SVITOLINA La ventenne ucraina batte Bojana Jovanovski nella finale del torneo azero. Due set sono sufficienti per liquidare la serba, in partita soltanto nel secondo. Dopo il successo sulla […]
  • WTA BAKU, SCHIAVONE STOP La corsa della milanese si arresta in semifinale: Elina Svitolina rimonta e batte la Leonessa, conquistando il pass per la finale. Adesso l'ultimo atto contro Bojana Jovanovski
  • WTA, SCHIAVONE FUORI A MADRID Il torneo spagnolo è già finito per la milanese: eliminazione per mano della Dellacqua. Radwanska e Ivanovic in scioltezza tra le big della prima giornata. Marrakech è della Svitolina, a […]

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.