ROBERTINA OLE’

La Vinci trionfa a Barcellona superando in finale la ceca Hradecka per 4-6 6-2 6-2, conquistando il 4° titolo in carriera
sabato, 30 Aprile 2011

Barcellona ( Spagna) – Barcellona non è Taranto ma poco ci manca.  Roberta Vinci è ormai di casa nel torneo catalano, con due successi nelle ultime tre finali consecutive disputate. Quarto titolo in carriera per la 28 enne pugliese, che nell’ultimo atto supera, in match del tutto inedito, la ceca Luice Hradecka, n.66, per 4-6 6-2 6-2. Poco convinta l’azzurra nel primo set, che cede nell’unico break del parziale. Dal secondo set, invece, la Vinci  prende in mano le redini della partita, lasciando le briciole alla sua avversaria.

Rosa è bello. Il tennis azzurro in gonnella continua a regalarci le sue splendide soddisfazioni, e per noi italia inizia a diventare una piacevole abitudine. Dopo il primo titolo conquistato a 31 anni da Alberta Brianti la settimana scorsa a Fes, arriva il bis di Roberta Vinci, di 3 anni più giovane, in quel di Barcellona. Due trionfi in 7 giorni che confermano, ove c’e  ne fosse ancora il bisogno, l’eccezionalità di un gruppo che ha rilanciato il tennis  italiano dopo anni fin troppo bui, meritandosi il rispetto e i successi di questi ultimi anni. In attesa che un giorno anche i maschietti possano emulare parte di questi successi,  diciamo ancora..grazie ragazze !!

Remontada. Avvio di match in equilibrio, con entrambe le giocatrici abbastanza solide al servizio. Pochissime le occasioni concesse in risposta, con la prima palla break che fa capolino sul 3-3, senza però che la Vinci riesca a sfruttarla. La regola dei servizi continua fino al 5-4 per la ceca, con Robertina troppo attendista e remissiva, incapace di affondare i suoi colpi. La Hradecka allora ne approfitta e nel 10° game chiude il parziale, trasformando in oro l’unica palla break a sua diposizione, sfruttando una tentativo di palla corta totalmente sbagliato della Vinci. Al riposo coach Cinà accorre dalla sua atleta, cercando di spronarla verso un gioco più profondo imponendo il suo ritmo e magari anche qualche rischio in più. Detto, fatto, con l’inerzia del match che si ribalta totalmente. Un paio di break per parte aprono il secondo parziale, che poco dopo prende decisamente la strada dell’azzurra. Si spegne la luce in casa Hradecka, che crolla sul tutto il fronte d’attacco, innalzando inevitabilmente   il numero dei suoi errori. Arriva 5 game in successione per Roberta, che prende in pugno le redini dello scambio,amministrando con giudizio e senza strafare. Il 6-2 finale trascina le due giocatrici al set decisivo.

Dominio. La scia del secondo set irrompe anche nel terzo per Roberta Vinci, che senza guardarsi indietro, continua il suo lavoro ai fianchi ai danni della ceca, che perde sempre più campo, trovandosi disorientata e priva di una reazione. L’azzurra vola sul 4-0, con un doppio break che mette in ghiaccio il titolo, chiudendo un parziale di 9 giochi a 0 che segna in maniera decisiva il conforto. Con due game consecutivi, la Hradeka riesce a recuperare almeno un break di svantaggio, ma nemmeno il piccolo passaggio a vuoto dell’azzurra riesce a rimettere in corsa la ceca. Roberta torna a spingere e con altri due game di fila, porta a casa il 6-2 finale dopo 1 ora e 40 minuti. Emozionata e felice a fine gara l’azzurra: “ Sono felicissima, qui a Barcellona torno sempre con piacere e una città bellissima e riesco ad esprimere sempre un ottimo tennis. Anche questa settimana ho giocato benissimo, ho sfruttato al meglio questo momento e non posso che essere soddisfatta. Ringrazio tutti, in particolare il mio staff e la mia famiglia e il prossimo anno sarò ancora qui a difendere il mio titolo.”

Estoril di Anabel. In mattinata si è disputata anche la finale del piccolo “combined” lusitano di Estoril, dove a vincere è stata la spagnola Medina Garrigues,n.61 del mondo, che ha travolto 6-2 6-1 la tedesca Barrois, conquistando il 10° titolo della carriera.


Nessun Commento per “ROBERTINA OLE'”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

  • ROBERTA FA TRIS, SARA SI ARRENDE La Vinci centra la sua terza finale consecutiva a Barcellona dopo una battaglia contro la Pous-Tio. Salta purtroppo la finale tutta azzurra, con la Errani che cede alla Hradecka per 6-1 7-5.
  • PASQUETTA ALL’ITALIANA Lunedì di vittorie per il tennis femminile azzurro. A Barcellona la Vinci torna al successo dopo 8 sconfitte consecutive. Avanti anche la Camerin. All'Estoril la Oprandi sorprende la Zheng
  • WTA, DOVE PORTA IL RANKING DI FINE ANNO? Tutti a caccia della Halep, dalle big alle rising stars. La WTA si conferma un mondo precario, il 2019 si prepara ad altre mille sfaccettature.
  • SARITA DI SPAGNA Splendido trionfo di Sara Errani, che abbatte 62 62 la Cibulkova e fa suo il WTA di Barcellona. 4° titolo della carriera, e poco dopo arriva anche il bis nel doppio, vincendo con la Vinci […]
  • DISCO ROSSO PER LA PENNETTA Altro ko azzurro al 2° turno del WTA di Barcellona, dove Flavia Pennetta si lascia ipnotizzare dalla qualificata ucraina Yulya Beygelzimer, che dopo 2 ore e mezza di lotta vince 6-2 6-7 6-4
  • SARA AL TOP Il successo di Barcellona regala a Sara Errani il best ranking alla posizione n.28. Praticamente immobili le restanti azzurre, mentre risalgono leggermente Angelique Kerber e Jelena Jankovic

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.