WTA CHAMPIONSHIP ISTANBUL: SERENA INFINITA, VIKA DELUDENTE

Tennis. Dall’ennesima conferma della Williams al flop dell’Azarenka. Da una grande Li Na fermata sul più bello a una Kvitova oggetto del mistero. Ecco le pagelle del Master di Istanbul.
lunedì, 28 Ottobre 2013

Tennis. La stagione femminile si è conclusa con un esito che era facile pronosticare: il dominio di Serena Williams. Nel Master finale di Istanbul l’americana mette il punto esclamativo su un’annata che l’ha vista come assoluta protagonista. A tradire le attese è stata invece Victoria Azarenka, sulla carta l’avversaria più competitiva per Serena, inciampata piuttosto malamente nel round robin. A impensierire la Williams sono state quindi prima la Jankovic in semifinale, poi NA Li in finale, costringendo la numero un del mondo al terzo set. Analizziamo le prestazioni delle migliori otto giocatrici del 2013 nella settimana appena conclusa in Turchia.

Angelique Kerber  6,5: La tedesca aveva raggiunto in extremis l’ultima posizione disponibile per qualificarsi in Turchia e ha cercato di onorare la competizione. Nel gruppo rosso, dopo essere stata spazzata via dalla Williams, Anqelique ha sconfitto nettamente la Radwanska. Quindi si è giocata il passaggio del turno con la Kvitova, cedendo al terzo set in un duro incontro.

Sara Errani 6,5: Sarita, alla sua seconda partecipazione al Master di Istanbul, fa il possibile per cercare una difficile qualificazione nel gruppo bianco. Purtroppo è già fuori dopo i primi due incontri, nei quali combatte per un set prima con la Azarenkza, poi con Ni La. Poi è brava a sconfiggere una Jankovic già qualificata, ma è solo una vittoria di consolazione. Nel doppio in coppia con Roberta Vinci si ferma in semifinale contro le russe Makarova e Vesnina. Brave le azzurre che da due anni viaggiano a livelli altissimi, fra le poche ad avere un’ottima classifica sia in singolo che in doppio. E poi con le russe si potranno “vendicare “nella finale di Fed Cup.

Agnieszka Radwanska 5: La polacca non è riuscita a confermare il bellissimo 2012 che l’aveva vista protagonista e Istanbul ne è la prova definitiva. Aga è l’unica a uscire dal Master con zero vittorie e tre sconfitte, dando una prova al di sotto le sue possibilità.

Jelena Jankovic 7+: Il 2013 è stato anche l’anno del ritorno al vertice della serba ex numero uno del mondo. E Jelena ha confermato ancor di più di essere tornata ai suoi livelli nel corso dell’ultima settimana in Turchia, grazie anche agli incroci “matematici” del suo gruppo che l’hanno vista superare il round robin con una sola vittoria (nel conteggio sono rilevanti i set vinti). Ma nella semifinale la Jankovic riesce a spaventare Serena Williams, impegnando l’americana fino al terzo set in un match che è stato ricco di polemiche.

Petra Kvitova 7- : Dopo una altalenante stagione la ceca chiude l’anno in modo positivo.  Supera il round robin dimostrandosi superiore ai ricami della Radwanska e alla solidità della Kerber. Ma in semifinale il suo talento tennistico non riesce a impensierire l’esperta Li Na. Per la classe 1990 è arrivato il momento di far vedere quanto vale e chissà se il 2014 sarà l’anno giusto.

 Victoria Azarenka 5 -: La più deludente è la bielorussa. Vika manca clamorosamente l’appuntamento che la vedeva come l’unica a poter contrastare la Williams. Dopo aver sconfitto la Errani, l’Azarenka perde malamente da Jankovic e viene letteralmente affossata da Li Na. A parte gli Australian Open, una stagione che non ha rispettato le attese.

Li Na 7,5: La cinese ha dimostrato di essere una delle giocatrici più complete del circuito, se pensiamo al mix di carattere e gioco. Supera il gruppo bianco da assoluta dominatrice, dando severe lezioni a Errani, Jankovic e Azarenka. Nella semifinale si dimostra superiore anche alla pericolosa Kvitova, ma purtroppo per lei all’atto conclusivo deve piegarsi a Serena Williams dopo aver vinto il primo set.

Serena Williams 8: Può capitare qualche intoppo, una distrazione di troppo o una giornata dove il nervosismo è alto. Ma alla fine a vincere è sempre lei. Serenona nel Master di Istanbul domina(come era lecito aspettarsi) il gruppo rosso con estrema facilità, per poi avere qualche problema nel superare un’ostinata Jankovic in semifinale, infortuni “tattici” compresi. E poi in finale ribalta il match con Li Na, andando a vincere il set decisivo per 6-0, una vera e propria marca da bollo che sta a indicare che la più forte è lei. Che dire di una stagione dove ha perso solo quattro volte? Sembra quasi assurdo che abbia vinto “solo” due Slam…

 

 


Nessun Commento per “WTA CHAMPIONSHIP ISTANBUL: SERENA INFINITA, VIKA DELUDENTE”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

  • ERRANI RITORNA TOP-FIVE, SALE JANKOVIC, PRECIPITA VENUS TENNIS - Con l'uscita in semifinale della Li, vincitrice di Cincinnati 2012, Sara Errani si riprende il quinto posto nel ranking. N. 8 Wozniacki, fresca di quarti, e n. 11 Jelena Jankovic, […]
  • RANKING WTA: LI NA E RADWANSKA SUL PODIO Cambia il podio del ranking Wta. Dietro l’irraggiungibile Serena Williams, salgono la cinese Li Na seguita dalla polacca Radwanska. Scende Sara Errani scivolata dal settimo al decimo posto.
  • TEMPO DI QUARTI: ERRANI A CACCIA DELL’IMPRESA Agli Internazionali Bnl d’Italia vanno in scena i quarti di finale femminili. Sara Errani cerca il colpaccio contro Na Li. Il match più equilibrato è quello tra Radwanska e Jankovic, […]
  • UN VENERDÍ DA LEONI TENNIS – Agli Internazionali Bnl d'Italia è tempo di quarti di finale. Djokovic e Nadal sfidano Berdych e Ferrer, solitamente vittime sacrificali. Federer all’esame Janowicz. Tra le donne, […]
  • US OPEN: SARÀ UN ALTRO PAZZO SLAM? TENNIS - Wimbledon è stato il più pazzo slam degli ultimi anni, dove ogni gerarchia è stata vanificata a beneficio di grandi sorprese. Anche sul cemento degli Us Open ci sarà spazio per […]
  • AO 2014: POSSIBILE ERRANI-VINCI AGLI OTTAVI TENNIS – Sorteggiato il tabellone femminile degli Australian Open 2014. Testa di serie n°1 Serena Williams che campeggia nella parte superiore del tabellone, opposta alla n°2 Victoria […]

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.