WTA CINCINNATI: SERENA WILLIAMS FA FUORI LA PENNETTA

TENNIS – A Cincinnati Flavia Pennetta, ultima azzurra rimasta, lascia campo a Serena Williams. Passano ai quarti anche Halep, Ivanovic, Jankovic, Wozniacki, Sharapova, Radwanska e Svitolina

Tennis – Giornata di ottavi di finale ai Western and Southern Open sul cemento di Cincinnati. Non ce la fa l’ultima italiana rimasta in gara, Flavia Pennetta che cede ai colpi di Serena Williams: 6-2, 6-2 il punteggio a favore della statunitense in cerca di conferma. È bastata appena un’ora a serena, carica e motivata come non mai, per spazzare via una volenterosa Pennetta che ha tenuto per quanto possibile, subendo due break nel primo set, al secondo e all’ottavo game. Il secondo procede sulla falsariga del primo, con la piccola differenza che stavolta Flavia riesce a recuperare uno dei due break subiti, ma cede immediatamente il passo e lo restituisce, permettendo così alla Williams di ottenere break e match. La numero uno del mondo è stata solida al servizio, sparando otto ace, mettendo in campo il 67% di prime palle e vincendo il 69% dei punti. E ha respinto quattro dei cinque punti break conquistati da Flavia.  La 17 volte campionessa di Grandi Slam, ai quarti di finale, se la vedrà con Jelena Jankovic che ha battuto Sloane Stephens 7-6 (4), 6-4. La serba, deve difendere i punti della semifinale e per questo ha bisogno di un’ottima prestazione in Ohio per avere una possibilità di entrare tra le otto teste di serie in vista dello slam newyorkese. La prestazione di giovedì è stata incoraggiante. La Stephens ha tenuto JJ sotto pressione molte volte durante la due ore e otto minuti di match, ma la serba ha stretto i denti e ha sfoderato la sua brillante difesa. L 29enne è una delle poche giocatrici del tour che innalza regolarmente il suo gioco quando si tratta di sfidare Serena Williams.

Si continua con la seconda testa di serie Simona Halep che ha sconfitto Lucie Safarova 6-4, 5-7 in un’ora e 28 minuti, guadagnandosi i quarti di finale. La romena ha messo in campo sei doppi falli ma ha trasformato quattro dei sette punti break a sua disposizione. La Safarova ha invece fatto segnare l’impressionante score di 40 errori non forzati, troppi contro la neo n°2 al mondo. È stato un buon anno per la 22enne Halep, che lunedì scorso ha raggiunto il suo career-high del ranking WTA. Il prossimo turno la giovane stella affronterà la russa Maria Sharapova che ha battuto a fatica la connazionale Anastasia Pavlyuchenkova 6-4, 7-6(2) in un match privo di emozioni ma combattuto dal primo all’ultimo game. Va subito in vantaggio di un break la siberiana che restituisce qualche game dopo. L’esperienza fa da padrona, quindi al decimo game Masha mette a segno il break decisivo e si porta a casa il primo parziale. Il secondo set è un disastro da entrambe le parti. Errori non forzati e occasioni sprecate portano le due atlete ad un tie-break nel quale la spunta la ex n°1 del mondo.

Passa ai quarti anche Ana Ivanovic che ha superato la n°24 del mondo Svetlana Kuznetsova 6-2, 2-6, 6-3 in un’ora e 54 minuti. La 26enne è partita lenta, subendo un break nel gioco di apertura ma ha salvato due palle break nel successivo turno di servizio della russa, ha tenuto il servizio e ha riconquistato il break nel gioco venturo. La serba ha sfruttato tutte e tre le sue opportunità di break, mentre Sveta è riuscita a capitalizzarne solo uno su otto. La serba ha poi snocciolato sei giochi di fila. Kuznetsova ha strappato il servizio alla n°11 del mondo nel primo gioco del secondo atto. La russa ha alzato notevolmente il livello del suo gioco in questo frangente, raddoppiando il vantaggio e portandosi a casa il secondo parziale. Nel set decisivo Ana ha subito un break 15 nel terzo gioco ma ha subito ripreso in mano le redini del match, vincendo tutti i game fino al 5-3. Si serve per il match: doppio fallo e quattro punti consecutivi portare a casa il match. La serba incontrerà ora l’ucraina Elina Svitolina che ha superato Carla Suarez Navarro 4-6, 6-4, 6-4 in un match costellato di errori non forzati. La 19enne prosegue quindi nella sua straordinaria marcia iniziata battendo Lauren Davis e la campionessa di Wimbledon Petra Kvitova all’inizio di questa settimana.

Infine la testa di serie n°12 Caroline Wozniacki ha battuto Angelique Kerber 7-5, 6-2 in un’ora 19 minuti. La danese ha vinto 11 delle 12 partite in tour dalla sua rottura con McIlroy, con la sola sconfitta in tre set patita per mano dell’amica numero uno del mondo Serena Williams a Montreal. Ma non è stato tutto rose e fiori per Caroline. La Kerber le ha strappato il servizio nel primo gioco del match, ma la Wozniacki ha recuperato nel quarto gioco, andando poi a difendere sei punti break nei due game di servizio avversari, prima di mettere a segno il break decisivo nel 12° gioco. La tedesca ha faticato a trovare ritmo nel secondo set, subendo tre break in successione, uscendo di scena in modo deludente. La Wozniacki in semifinale dovrà affrontare la quarta testa di serie Agnieszka Radwanska che ha annientato Sabine Lisicki 6-1, 6-1 in soli 52 minuti. Match a senso unico per la polacca che ha perso un totale di solo due giochi. La Lisicki, detentrice del record per il servizio più veloce (131 mph/210,8 kmh) ha fatto registrare tre ace, ma anche sette doppi falli. Il prossimo turno opporrà quindi Radwanska e Wozniacki che hanno una storia intrigante negli head-to-head, con la danese checonduce 5-4, ma con la polacca che ha vinto gli ultimi tre match.


Nessun Commento per “WTA CINCINNATI: SERENA WILLIAMS FA FUORI LA PENNETTA”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di mAGGIO 2019

  • Serena vede "rosso". Al Foro Italico si è ritirata inaspettatamente per un risentimento al ginocchio, ma "Little Sister" non si arrende e ora punta diritta verso il Roland Garros.
  • Federer torna sulla terra. Anche Roma è rientrata nella programmazione di "King Roger" in vista del French Open. A seguito della sua partecipazione, la Fit ha addirittura aumentato il prezzo dei biglietti!
  • Sinner scatenato. Partito dalle qualificazioni, il 17enne altoatesino ha infuocato gli Internazionali d'Italia! Scoprite la sua storia nell'ultimo numero di Tennis Oggi.