WTA DUBAI, NIENTE DA FARE PER SARA ERRANI CONTRO ANGI KERBER

La tennista azzurra è stata battuta 6-4 6-2 dalla attuale numero 9 del mondo, che ora ai quarti di finale se la vedrà con Karolina Pliskova. Avanzano anche Caroline Garcia e Elina Svitolina

TENNIS – Si è fermata agli ottavi di finale la corsa di Sara Errani al torneo Wta di Dubai. La azzurra infatti, pur avendo cercato di lottare con la sua consueta determinazione, è stata battuta 6-4 6-2 dalla numero 6 del seeding Angelique Kerber, dimostratasi molto più solida ed efficace con i suoi colpo da fondo campo rispetto a quanto ha potuto fare la tennista bolognese.

Nel primo set, dopo aver gestito alla perfezione i primi due turni di battuta, la Errani ha ceduto il servizio nel quinto game, ma dopo il cambio di campo ha conquistato l’immediato contro-break del 3-3, salendo poi sul 4-3 grazie anche ad un paio di errori di troppo della tedesca. La Kerber però ha reagito prontamente, e dopo aver piazzato il contro-sorpasso del 5-4 grazie al break ottenuto nel nono game, ha portato a casa il parziale sul 6-4 con un ultimo game al servizio molto solido. Nel secondo set quindi la Errani ha cercato di variare il suo gioco per mettere in difficoltà la tedesca, ma la Kerber ha continuato a spingere soprattutto con il dritto incrociato portandosi velocemente sul 2-0, e dopo aver salvato la palla break del possibile 2-2 per la azzurra, la tedesca ha allungato ulteriormente nel punteggio strappando ancora una volta il servizio alla Errani, per il momentaneo 4-1 in suo favore. La azzurra comunque ha cercato di non mollare, riuscendo a recuperare uno dei due break di svantaggio, ma la tedesca ha ritrovato immediatamente il suo ritmo infilando altri due game consecutivi, con i quali ha chiuso i conti sul definitivo 6-2 tra gli applausi del pubblico presente sugli spalti del campo numero 1. Ora quindi, per conquistare un posto in semifinale, la tedesca se la vedrà con Karolina Pliskova, che nel primo match di giornata giocato sul campo centrale ha superato a fatica Carla Suarez Navarro 5-7 6-2 6-4.

ALTRI RISULTATI DUBAI

Passando poi agli altri incontri in programma oggi a Dubai, si sono qualificate per i quarti di finale anche Elena Vesnina, che ha battuto a sorpresa Jelena Ostapenko 6-1 7-6 al termine di un incontro in cui la lettone si è svegliata troppo tardi, Elina Svitolina, vittoriosa in tre set (6-1 5-7 6-2) nel match contro la cinese Qiang Wnag, Caroline Garcia, protagonista di un successo convincente (6-4 6-2) ai danni di Ekaterina makarova, e Naomi Osaka, che ha sconfitto 6-2 7-6 Anett Kontaveit.

BUDAPEST

Spostandoci infine al torneo Wta di Budapest, hanno superato il secondo turno le teste di serie numero 1 e 2 Dominika Cubulkova e Shuai Zhang, che hanno battuto rispettivamente l’ungherese Fanny Stollar 6-3 6-3 e l’australiana Arina Rodionova 6-3 6-2. Avanzano poi anche la numero 3 del seeding Timea Babos (netto 6-1 6-0 alla tedesca Tatjana Maria), Alison Van Uytvanck, vittoriosa con un perentorio 6-1 6-0 ai danni della numero 5 del seeding Mihaela Buzarnescu, Kristen Flipkens (6-3 7-5 alla rumena Monica Niculescu), Jana Cepelova (6-2 6-2 alla tedesca Carina Witthoeft), e Petra Martic (3-6 6-4 6-4 a Aliaksandra Sasnovich).

(Nella foto Sara Errani – www.zimbio.com)


Nessun Commento per “WTA DUBAI, NIENTE DA FARE PER SARA ERRANI CONTRO ANGI KERBER”


Inserisci il tuo commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Maggio 2018

  • Nadal senza limiti. Continua a primeggiare il n.1 del mondo, in barba agli infortuni, al nuovo che avanza e anche ai suoi quasi 32 anni. Un fenomeno che si nutre di "mattone tritato".
  • Gli Internazionali di un tennista romano. Nascere ad un passo dal centrale del Foro Italico, scrutarlo, sognarlo e riusicire a calcarlo da beniamino del pubblico. "Core de Roma" Pistolesi racconta il suo sogno diventato realtà.
  • In America qualcosa si muove. I tornei d'oltreoceano giocati a Indian Wells e Miami hanno mostrato un panorama tennistico in movimento, in cui le certezze dei campionissimi traballanno e cominciano a intravedersi sprazzi di futuro.