WTA DUBAI, DARIA KASATKINA CONQUISTA LA FINALE

La giovane tennista russa ha salvato ben tre match-point prima di battere Garbine Muguruza 3-6 7-6 6-1
venerdì, 23 Febbraio 2018

TENNIS – Ha dato battaglia per otre due ore e mezzo, e ha anche salvato ben tre match-point nel tie-break del secondo set, ma grazie alla sua determinazione Daria Kasatkina ha sovvertito i pronostici battendo Garbine Muguruza 3-6 7-6 6-1 conquistando la qualificazione per la finalissima del torneo Wta di Dubai. Un vittoria importantissima quindi per la ventenne russa (la quinta in carriera contro una Top 5), brava a mettere in campo tutte le sue qualità e a sfruttare i tanti errori commessi da una Muguruza troppo fallosa e incapace di concretizzare le occasioni avute, considerando che oltre ai tre match-point ha anche servito per portare a casa l’incontro sul 5-4 del secondo parziale.

Nel primo set, dopo un primo game piuttosto complicato nel quale ha dovuto salvare addirittura quattro palle break (di cui due consecutive sul 15-40), la spagnola è entrata bene in partita trovando il suo ritmo da fondo campo, e grazie al break ottenuto nel sesto gioco ha portato a casa il parziale agevolmente sul 6-3 senza concedere più nulla alla sua avversaria durante i propri turni di battuta. Nel secondo set poi la Muguruza ha continuato a servire con ottime percentuali di prime palle (nei primi tre game al servizio ha concesso un solo punto alla russa) e ha sempre messo tanta pressione in risposta alla sua avversaria, riuscendo a strapparle la battuta al termine di un settimo game molto combattuto, risolto solamente alla quinta opportunità, che l’ha proiettata sul 4-3 e servizio. A quel punto però, nonostante il vantaggio acquisito, la spagnola ha accusato un passaggio a vuoto notevole che l’ha vista concedere il contro-break del 4-4 addirittura a “zero”, complice anche il doppio fallo commesso sullo 0-40, ma subito dopo, pur avendo sprecato l’iniziale 0-40 sul quale in questa occasione si era portata lei stessa, ha conquistato il break del 5-4 al termine di un altro game molto tirato e combattuto che è riuscita a mettere in tasca soltanto alla sesta chance.

Dopo il cambio di campo però neanche stavolta la spagnola è riuscita a far fruttare il break di vantaggio, visto che pur avendo trovato il modo di recuperare da 15-40 grazie a due prime di servizio vincenti, sul 40-40 ha commesso un sanguinoso doppio fallo che l’ha costretta a fronteggiare un’altra palla break, e la Kasatkina ne ha approfittato per rimettersi in partita sul 5-5. Il parziale è quindi approdato al tie-break, con la Muguruza chiamata ad evitare di allungare al terzo set una sfida che a metà del secondo sembrava saldamente nelle sue mani, ma la russa non ha mollato di un centimetro e dopo aver annullato addirittura tre match-point, recuperando tra l’altro l’iniziale 0-3, si è aggiudicata la frazione 13 punti a 11 tra gli applausi del pubblico del centrale, che ha poi visto la Kasatkina continuare a spingere anche all’inizio del terzo parziale. La russa infatti si è portata velocemente sul 2-0, e da quel momento ha letteralmente dominato in lungo e in largo, complice anche una Muguruza completamente uscita dalla partita e mai in grado di recuperare dallo shock dei tre match-point sprecati, fino al definitivo 6-1 con il quale ha chiuso i conti assicurandosi il passaggio alla finalissima del torneo di Dubai.

(Nella foto Daria Kasatkina – www.zimbio.com)


Nessun Commento per “WTA DUBAI, DARIA KASATKINA CONQUISTA LA FINALE”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.