WTA FINALS, 44 ANNI DI ELITE

Quella del 2014 sarà la 44esima edizione delle Wta Finals, che esordiranno nella dodicesima location della loro storia Singapore. 19 sono state le "maestre" finora incoronate. Martina Navratilova è la record-woman della competizione
lunedì, 13 Ottobre 2014

Tra una settimana, il circuito Wta saluterà la stagione agonistica 2014 con le Wta Finals. Sebbene siano ancora in programma il Masterino di Sofia e la finale di Fed Cup, è l’evento che mette di fronte le migliori otto giocatrici dell’anno, quello considerato il vero e più importante atto conclusivo della stagione, l’unico per altro, tra quelli rimasti, che vedrà scendere in campo le top del circuito. Quella di quest’anno sarà la 44esima edizione delle Wta Finals, che per la dodicesima volta nella storia cambiano location e si svolgeranno a Singapore, presso un impianto, denominato “Singapore Indoor Stadium”, con una capacità di 12.000 spettatori.

La storia delle Wta Finals inizia nel 1971, con la prima e unica vittoria della leggendaria Billie Jean King, in finale nella sola edizione disputate a Houston, contro l’australiana Kerry Melville Reid. Da allora, come detto, il Master del circuito Wta ha cambiato location per undici volte e ha visto alternarsi 19 campionesse nelle 43 edizioni disputate.

Fino al 2001, il torneo si era sempre svolto sul suolo statunitense, tra Houston (1971), Boca Raton (1972-73), Los Angeles (1974-76), New York City (1977, 1979-2000) e Oakland (1978). Nel 2001 il torneo si è spostato a Monaco di Baviera, senza però troppa fortuna visto che in Germania, vinse il torneo Serena Williams, approfittando del ritiro di Lindsay Davenport, che fu impossibilitata a giocare la finale. Successivamente il torneo tornò a Los Angeles dal 2002 al 2005, prima di sbarcare nuovamente in Europa, a Madrid per le edizioni 2006 e 2007, vinte entrambe da Justine Henin. Gli anni successivi sono stati quelli del mondo arabo e dell’Asia, visto che le Finals si sono spostate prima a Doha per tre edizioni e successivamente a Istanbul dal 2011 al 2013. Ora sarà la volta di Singapore, che ospiterà l’evento fino alla stagione 2018.

La vera record-woman del torneo è la grande Martina Navratilova, la quale detiene sia il primato di finali disputate, che di vittorie. La ex tennista ceca, successivamente naturalizzata statunitense, ha preso parte per 14 volte all’ultimo atto del torneo di fine anno dal 1975 al 1992, vincendo il titolo in otto occasioni (cinque delle quali consecutive) dal 1978 al 1986, anno nel corso del quale il torneo si svolse due volte, a marzo e a novembre. In questi otto anni soltanto Tracy Austin nel 1980 e Sylvia Hanika nel 1982 sono state in grado di spezzare il monopolio di Martina, la quale è comunque sempre arrivata in finale.

L’altra grande signora delle Finals è la mitica Fraulein Forehand, ovvero Steffi Graf, che in sei finali ha mancato l’appuntamento col trionfo soltanto una volta. Quella che sarebbe diventata la moglie di Andre Agassi ha vinto infatti per cinque volte il titolo dal 1987 al 1996, perdendo in finale nel 1986, proprio contro Martina Navratilova. Seguono la tedesca le altre due grandi americane Chris Evert e Serena Williams con quattro affermazioni. L’attuale numero uno del mondo, oltre ai quattro successi, vanta anche due finali perse nel 2002 e nel 2004, contro Kim Clijsters e Maria Sharapova, mentre la Evert ha partecipato alla partita valida per il titolo di maestra in ben 8 occasioni.

Provengono dal Belgio le uniche giocatrice ad aver vinto più di un titolo ed ad averlo centrato ogni volta che sono arrivate in finale. Parliamo ovviamente di Kim Clijsters, vincitrice nel 2002, 2003 e nel 2010, e di Justine Henin, che ha alzato il trofeo nelle due edizioni madrilene del torneo datate 2006 e 2007. A quota tre titoli c’è anche Monica Seles, mentre si sono laureate maestre del circuito Wta in due occasioni Gabriela Sabatini, Martina Hingis ed Evonne Goolagong.

Tra quelle che saranno le partecipanti all’edizione del 2014, sono tre le tenniste che possono già vantare, nel loro palmares, un titolo alle Wta Finals. Oltre alle già citate Serena Williams e Sharapova, c’è anche Petra Kvitova, che vinse il titolo nel 2011 nella prima edizione a Istanbul, dopo aver vinto qualche mese prima il torneo di Wimbledon. Chissà che la prima edizione del torneo disputata a Singapore, nell’anno del secondo trionfo della ceca all’All England Club, non sia l’occasione per corroborare la teoria dei corsi e ricorsi storici.

Chiudiamo questo pezzo di storia e statistica con quella riguardante le nazioni. Gli Stati Uniti guidano la classifica con ben 20 titoli conquistati dalle proprie rappresentanti. Segue lo Stato a Stelle e Strisce, a debita distanza, la Germania, con 6 titoli. Poi il Belgio con cinque e la Jugoslavia con tre. L’Italia non ha ovviamente mai vinto il titolo alle Wta Finals, ma ha partecipato per tre volte al torneo di singolare con Francesca Schiavone nel 2010 e con Sara Errani nelle ultime due edizioni disputate. Le cose sono invece andate leggermente meglio in doppio, con il titolo conquistato nel 2010 da Flavia Pennetta, in coppia con l’argentina Gisela Dulko.


Nessun Commento per “WTA FINALS, 44 ANNI DI ELITE”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

  • MIAMI MASTERS: LA STORIA DI UN SOGNO AMERICANO TENNIS - Dal sogno di "Butch" Buchholz, origini e storia di uno dei più importanti tornei del tennis moderno, la passione americana e il grande spettacolo si fondono: signore e signori, i […]
  • SHARAPOVA RILANCIA LA SFIDA A SERENA Nelle prossime Wta Finals di Singapore, Maria Sharapova, numero due del mondo, potrebbe superare Serena Williams e garantirsi la prima posizione a fine anno. La russa non batte però […]
  • SERENA SPIETATA, RISCOPERTA WOZNIACKI, DELUSIONE KVITOVA Volgono al termine le Wta Finals di Singapore e tennis.it dà i voti alle protagoniste, tra conferme, delusioni e piacevoli ritorni
  • SORTEGGIO WTA FINALS, LA GUERRA DEI MONDI E’ SERVITA Da una parte Williams, Halep, Bouchard e Ivanovic; dall'altra Sharapova, Kvitova, Radwanska e Wozniacki. Si aspetta il duello Serenona-Masha, ma occhio a Eugenie e, soprattutto, Caroline...
  • WTA FINALS: MIGLIORI 8 ORA TOCCA A VOI Ieri il sorteggio del tanto atteso Master di fine anno a Singapore. Divise le migliori tra gruppo rosso e gruppo bianco: Serena a capo del primo, mentre Maria è nel secondo. Chi alzerà la […]
  • AUSTRALIAN OPEN, I MURI DA ABBATTERE Dagli eroi nazionali dell'era pre-Open alle grandi stelle degli ultimi anni. Viaggio all'interno dei record che hanno fatto la storia di Melbourne: ecco da dove comincia il primo Slam della stagione

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.