WTA, LA COPPIA HINGIS-MIRZA QUALIFICATA PER LE FINALS DI SINGAPORE

Le due giocatrici si sono guadagnate, grazie alla vittoria di Wimbledon, un posto per le WTA Finals di doppio che avranno luogo a Singapore dal 25 ottobre all’1 novembre
mercoledì, 15 Luglio 2015

Tennis – Sulla scia del loro incredibile trionfo a Wimbledon, Martina Hingis e Sania Mirza sono state le prime ad essere scelte come coppia di doppio per il BNP Paribas WTA Finals di Singapore, presentato dalla SC Global.

Il torneo londinese ha portato l’indiana Sania Mirza a vincere il suo primo Grand Slam di doppio, mentre la svizzera Martina Hngis è riuscita a ottenere il titolo dopo ben 17 anni.

Le due atlete hanno iniziato la loro collaborazione lo scorso marzo, raggiungendo immediatamente il successo: hanno vinto 14 partite di fila, tra cui gli Indian Wells, Miami e Charleston. Questi risultati, oltre alla corona di Wimbledon, hanno spinto la Mirza nella parte superiore della classifica WTA di doppio, inoltre è la prima donna indiana a raggiungere la prima posizione, mentre la Hingis occupa la seconda. Insieme, hanno 72 titoli in carriera nel doppio – Martina ne vanta 45 e Sania 27.

Nonostante sia la loro prima qualificazione come coppia, entrambe le giocatrici hanno comunque goduto del loro successo all’interno proprio delle Finals: la Mirza tornerà a Singapore come campionessa in carica, avendo vinto il titolo di doppio con Cara Black nel 2014, mentre la Hingis è stata due volte campionessa nel singolare (1998, 2000) e due volte nel doppio (1999 e 2000, entrambi al fianco di Anna Kournikova ). Per la svizzera ex numero 1 del mondo – nel 1997, a soli 16 anni – sarà la sesta presenza alle Finals, sia nella competizione del singolare che nel doppio – durante il periodo 1996-2000. La Mirza è la quinta partner della Hingis che andrà con lei alle Finals WTA, dopo essersi qualificata prima con Helena Sukova (1996), Arantxa Sánchez-Vicario (1997), Jana Novotna (1998) e la Kournikova (1999, 2000).

«È davvero un risultato notevole per Sania e Martina l’aver ottenuto così presto la qualificazione per la BNP Paribas WTA Finals di Singapore presentata da SC Global, subito dopo aver iniziato la loro partnership – ha detto Stacey Allaster, Presidente della WTA e Amministratore Delegato –. So che i tifosi di Singapore saranno molto felici di vedere il ritorno di Sania come campionessa in carica e di dare il bentornato a Martina dopo nove anni. Nei prossimi mesi la classifica “Road to Singapore” prenderà ancora più forma e sarà emozionante scoprire chi riuscirà ad entrarvi».

Sania Mirza ha espresso la sua felicità di tornare alle Finals come campione in carica: «Come giocatrice asiatica è davvero emozionante giocare a Singapore. La folla che ci sostiene è incredibile e c’è una grande atmosfera durante tutto l’evento. La qualificazione per le finali, dopo aver vinto Wimbledon, non poteva essere più perfetta e avvenire nel momento migliore. Martina e io abbiamo avuto alcuni risultati incredibili in questa stagione e farò tutto il possibile per difendere il mio titolo».

«Qualificarsi di nuovo per le Finals WTA è un sogno che si avvera – ha aggiunto Martina – . Quando ho smesso di giocare, nel 2007, non ho mai sognato di tornare, è andato tutto oltre le mie aspettative. Da quando ho iniziato a giocare con Sania è stata una gioia continua, continuiamo sempre a lottare e ci motivano a vicenda. E ora, dopo aver vinto il nostro primo Grand Slam sull’erba, siamo veramente felici».

Tra i suoi successi degni di nota, la Mirza è stata la prima donna indiana a raggiungere il n.1 del mondo di doppio, la prima a vincere un titolo WTA nel singolare – nel 2005, il Bangalore Open –, la prima a raggiungere il terzo e quarto round di uno Slam – Australian Open e US Open –, la prima a superare il milione di dollari in carriera e la prima a vincere un titolo del Grand Slam: quando ha vinto l’Australian Open di doppio misto, nel 2009, con il connazionale Mahesh Bhupathi. Da allora, ha aggiunto altri due titoli di doppio misto – nel 2012, il Roland Garros con Bhupathi e, nel 2014, gli US Open con Bruno Soares – e adesso la vittoria di Wimbledon 2015 con Martina Hingis.

La svizzera ha goduto di una brillante carriera: vincitrice di cinque titoli del Grand Slam – 3 volte l’Australian Open, 1 Wimbledon e 1 US Open – tra i suoi 43 in carriera, 10 Grand Slam di doppio tra i suoi 45 titoli e tre titoli del Grand Slam nel doppio misto – il  più recente è proprio Wimbledon 2015 con Leander Paes. Lei è una delle sei donne ad essere stata n. 1 simultaneamente nel singolare e nel doppio, raggiungendo il Career Grand Slam nel 1998. La svizzera è stata anche la più giovane campionessa dell’Era Open (ottenendo nel 1997, a 16 anni, l’Australian Open) e la più giovane n. 1 del mondo del 20° secolo, sempre a 16 anni.

Mercoledì 15 luglio inizierà il conto alla rovescia dei 100 giorni fino alle BNP Paribas WTA Finals. Ecco la classifica del “Road To Singapoe” di doppio:

1 Martina Hingis/Sania Mirza

2 Bethanie Mattek-Sands/ Lucie Safarova

3 Ekaterina Makarova/Elena Vesnina

4 Kristina Mladenovic/Timea Babos

5 Casey Dellacqua/Yaroslava Shvedova

6 Caroline Garcia/Katerina Srebotnik

7 Raquel Kops-Jones/Abigail Spears

8 Andrea Hlavackova/Lucie Hradecka

9 Garbiñe Muguruza/Carla Suárez Navarro

10 Zheng Jie/Chan Yung-Jan

La classifica viene aggiornata ogni lunedì (ogni due settimane durante gli eventi del Grande Slam).

Nel 2015, i fan e gli spettatori delle finali WTA potranno aspettarsi di tutto dalla WTA: connessioni più profonde tra fan e atlete e contenuti digitali più accessibili.

Fonte: sito ufficiale WTA


Nessun Commento per “WTA, LA COPPIA HINGIS-MIRZA QUALIFICATA PER LE FINALS DI SINGAPORE”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.