WTA MIAMI: LE PAGELLE

Azarenka promossa a pieni voti. Sharapova: è vera gloria?

Miami (Florida, U.S.A.) – E anche il “Quinto Slam” è andato in archivio. Cerchiamo di capire chi ne è uscito con le ossa rotte, chi dovrà rivedere qualcosa nel suo tennis e chi invece può sorridere. Insomma, le pagelle.

PROMOSSE

Victoria Azarenka 10 – Vika è fatta così, prendere o lasciare. Si era saggiamente ritirata nei quarti di Indian Wells dopo tre giochi contro l’amica Wozniacki e il suo problema sembrava più serio del previsto. Invece a Miami, luogo che evidentemente la ispira, ha trovato i “suoi” dieci giorni e quando la bielorussa è inquadrata sono dolori per tutte. Era successo due anni fa, sempre qui, quando in finale si sbarazzò addirittura di Serena; era successo la scorsa estate a Stanford, dove aveva travolto in finale la Sharapova; è successo stavolta, con la siberiana ultima vittima di un trittico eccellente di scalpi (Clijsters e Zvonareva le altre) dopo i primi tre turni di rodaggio con Hradecka, Cibulkova e Pavlyuchenkova. Il fatto è che, quando si alza dalla parte giusta del letto, Vika è intrattabile.

Maria Sharapova 8 – Non sono sicuro che la tigre sia tornata definitivamente quella che dominò il circuito qualche anno fa. E, se anche fosse, non sono sicuro che possa bastare perché nel frattempo le avversarie sono aumentate e tirano sempre più forte. Però, dopo la semi in California, questa finale è un altro passo avanti verso il suo completo reinserimento nelle alte sfere. Adesso intanto è tornata top ten (numero 9 da oggi) e vedremo come si comporterà sulla terra. Un voto in meno perché sul suo cammino non ha trovato grossi calibri.

Andrea Petkovic 7/8 – La “danzatrice” stava facendo ballare Maria quando ha perso un set bugiardo (6-0) in cui ha sprecato di tutto e di più. Merito della russa, certamente, ma anche demeriti suoi, che ha bisogno di risultati e fiducia per salire la classifica. E’ simpatica ma il suo tennis mostra qualche lacuna, come il servizio.

Alexandra Dulgheru 7 – Eccellente la rumena, brava a intrufolarsi nella porzione di tabellone lasciata sguarnita da Li e Kuznetsova. Però ridurre alla ragione Shuai Peng non era proprio così semplice e le tre ore e passa notturne contro la Sharapova sono state agonisticamente splendide.

Agnieszka Radwanska 7 – Il suo compitino lo svolge sempre egregiamente e il rapporto qualità-prezzo è più che buono. Ha battuto piuttosto facilmente Kirilenko e Schiavone poi ha impegnato la Zvonareva.

Vera Zvonareva 6 – Il voto è una via di mezzo tra l’8 perché è arrivata in semifinale e il 4 per la “stesa” subita con Vika. E’ regolare ma stavolta le è mancato l’acuto.

BOCCIATE

Caroline Wozniacki 5 – Dicono le manchi personalità. Non so se questo corrisponda al vero ma certo è che con la Petkovic poteva fare meglio. Eterna piazzata, paga il fatto di indossare la corona senza avere sangue blu. Blu no, ancora, ma azzurro sì. Abbiate pazienza.

Ana Ivanovic 5 – Come i match-point non capitalizzati contro Kim Clijsters. Un’altra che sembra sulla via del ritorno ma che continua a sprecare occasioni importanti.

Kim Clijsters 5 – Ok, non stava bene ma difendeva il titolo e ha rischiato grosso contro la Ivanovic prima di farsi prendere a pallate dall’Azarenka. L’anno scorso saltò praticamente tutta la stagione sulla terra; vediamo quest’anno.

Francesca Schiavone e Sam Stosur 4 – Le finaliste del Roland Garros 2010 incappano in un altro torneo da dimenticare. L’australiana inesistente con la Sharapova, l’azzurra quasi inguardabile con la Radwanska. Adesso però si torna sulla terra, quella che entrambe preferiscono, e capiremo se è vera crisi.


Nessun Commento per “WTA MIAMI: LE PAGELLE”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

  • AZARENKA D’ASSALTO La bielorussa travolge 6-0 6-3 Vera Zvonareva e vola per la seconda volta in carriera in finale a Miami.
  • MARIA AL BACIO La Sharapova batte la Petkovic in rimonta (3-6, 6-0, 6-2) e centra la terza finale in Florida
  • MARIA, CHE FATICA! Nella notte la Sharapova ha bisogno di 3 ore e mezzo per piegare in rimonta la Dulgheru in un match altalenante, chiuso a favore della russa per 3-6 7-6 7-6.
  • VICTORIA ESULTA, KIM ABDICA A Miami Victoria Azarenka liquida la detentrice del titolo Kim Clijsters con un doppio 6-3 e vola in semifinale.
  • WTA MIAMI, PER SARITA C’È DI NUOVO SHARAPOVA TENNIS - Il main draw femminile di Key Biscayne vede il ritorno in campo di Serena Williams e Na Li impegnate nello stesso quarto di tabellone. Masha ancora dalla parte di Errani, Vinci […]
  • PETKOVIC ELIMINA LA NUMERO UNO La tedesca Andrea Petkovic decapita il torneo di Miami superando in tre set una Wozniacki sorprendentemente incosistente. Maria Sharapova domina Samantha Stosur e vola nei quarti di finale

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Ottobre 2019

  • Sinner scatenato. Partito dalle qualificazioni, il 17enne altoatesino ha infuocato gli Internazionali d'Italia! Scoprite la sua storia nell'ultimo numero di Tennis Oggi.
  • Che caratteraccio Daniil! Medvedev ha un temperamento a volte iroso che lo rende poco simpatico, ma il suo tennis imprevedibile che non piace agli avversari piace molto al pubblico...
  • Il grande talento di Bianca. La Andreescu è la prima tennista nata nel Terzo Millennio capace di conquistare un titolo Slam. Ci è riuscita agli US Open sulla pericolosissima beniamina di casa Serena Williams.
  • Un secolo di gloria. Lo storico Circolo Canottieri Roma ha compiuto 100 anni e ha festeggiato con una favolosa festa alla quale sono intervenuti 500 soci ed ospiti illustri del mondo sportivo, artistico e culturale. A concludere la serata dei sontuosi fuochi d'artificio.