WTA MIAMI: KO ROBERTA VINCI, AVANZANO HALEP, MUGURUZA E KERBER

La azzurra è stata battuta nettamente 6-3 6-2 dalla numero 111 del mondo Taylor Townsend, la rumena invece ha superato in tre set Naomi Osaka. Avanza col brivido Garbine Muguruza, al terzo turno anche Kerber e Konta
venerdì, 24 Marzo 2017

TENNIS – E’ stata una Roberta Vinci troppo brutta per essere vera quella che oggi, sul campo numero 7 del Premier Mandatory di Miami, è stata sconfitta 6-3 6-2 dalla quasi ventunenne e numero 111 del mondo Taylor Townsend. Nel suo match d’esordio del torneo americano la tarantina ha vissuto una giornata veramente da dimenticare (condizionata probabilmente anche da qualche fastidio muscolare), e non ha potuto fare altro che alzare bandiera bianca al termine di un match (durato soltanto poco più di un’ora) in cui è sembrata piuttosto scarica e durante il quale non è mai riuscita ad entrare del tutto in partita, anche e soprattutto a causa dei numerosi errori commessi e delle scarse percentuali di punti conquistati al servizio, specialmente con la prima.

Nel primo set comunque la azzurra aveva strappato subito il servizio alla sua avversaria, facendo sperare ai suoi tanti tifosi che potesse essere l’inizio di un bell’incontro per lei, da quel momento però ha subito un micidiale parziale di cinque game consecutivi, costellati da tanti errori soprattutto con il dritto, che hanno decisamente compromesso il parziale. Non è bastato infatti a Roberta recuperare uno dei due break di svantaggio per riuscire a risalire la china, visto che la Townsend, sul 5-3, ha tenuto il turno di battuta a 30 chiudendo i conti sul 6-3 che l’ha proiettata avanti nel punteggio. Nel cielo di Miami poi è arrivata la pioggia, ma l’interruzione, per altro durata lo spazio di pochi minuti, non è servita alla tarantina, che nel secondo set, dopo l’unico sussulto che le ha permesso di recuperare l’immediato break di svantaggio per il momentaneo 2-2, è praticamente crollata, perdendo velocemente i quattro giochi successivi fino al definitivo 6-2 che ha regalato alla giovane statunitense il passaggio al terzo turno.

HALEP

Nel primo set la rumena ha sfruttato l’unica palla break di tutto il parziale (procurata e trasformata nel nono game) per portarlo a casa sul 6-4, ma nel secondo, dopo la breve pausa dovuta alla pioggia, la Osaka è partita fortissimo, salendo velocemente sul 4-0. La Halep quindi ha recuperato uno dei due break di svantaggio per il momentaneo 4-2, ma nel sesto gioco ha ceduto nuovamente la battuta, permettendo alla sua avversaria di conquistare il set sul 6-2. Nel terzo e decisivo parziale però la rumena è riuscita a ritrovarsi, salendo sul 3-1, e dopo il contro-break che è valso alla Osaka il momentaneo 3-3, la Halep è stata brava a non perdere la testa e a strappare nuovamente il servizio alla sua avversaria (tra l’altro a “zero”) per il 4-3 in suo favore. E dopo la seconda interruzione dovuta alla pioggia, stavolta un po’ più lunga, la attuale numero del mondo ha prima gestito bene il proprio turno di battuta, e poi ha conquistato un altro break che le ha regalato la vittoria sul definitivo 6-3.

MUGURUZA

Ha compiuto un’impresa invece Garbine Muguruza, che nella prosecuzione del match interrotto ieri per la pioggia con la sua avversaria Christina McHale avanti 6-0 3-2 e servizio, è riuscita a ribaltare la situazione andando a vincere 7-6 6-4 al termine di una sfida ricca di emozioni e ribaltamenti di fronte. La spagnola infatti ha recuperato subito il break per il momentaneo 4-4, poi però ha ceduto il servizio per due volte di fila (commettendo due doppi falli consecutivi dal 30-30 nell’undicesimo game), ma in entrambe le occasioni in cui la McHale è andata a servire per il match (prima sul 5-4 e poi sul 6-5) è stata capace di recuperare, salvando anche un match-point nel successivo tie-break, quando dal 6-5 in favore della statunitense ha rimontato portando a casa il parziale 8 punti a 6. Quindi, nel terzo e decisivo set, la McHale ha avuto la forza di andare avanti 2-0, ma la Muguruza ha ottenuto l’immediato contro-break, per poi piazzare l’allungo decisivo nel settimo gioco, strappando nuovamente il servizio alla sua avversaria. E una volta passata in vantaggio la spagnola stavolta non ha commesso altri errori, ha messo insieme due turni di battuta molto solidi e ha chiuso i conti sul definitivo 6-4 assicurandosi il passaggio del turno con un bel sospiro di sollievo.

ALTRI RISULTATI MIAMI

Non ce l’ha fatta poi, passando alle altre partite di giornata, la campionessa di Indian Wells Elena Vesnina, anche lei “salvata” dalla pioggia ieri quando la sua avversaria Ajla Tomljanovic era avanti 3-6 6-4 5-3. La russa infatti, probabilmente ancora provata dalle “fatiche” del trionfo californiano, ha provato a realizzare la rimonta come ha fatto la Muguruza, ma dopo aver recuperato sul 5-5, ha ceduto 7-5 facendosi strappare la battuta proprio nel dodicesimo game, dopo un’altra interruzione per pioggia che era arrivata proprio in occasione del match-point in favore della 23enne croata. Passano al terzo turno invece Svetlana Kuznetsova (numero 7 del seeding), che ha superato la lussemburghese Mandy Minella con un netto 6-2 6-2, la numero uno del mondo Angelique Kerber (7-6 6-2 alla cinese Ying-Ying Duan), Venus Williams(6-4 6-3 alla brasiliana Beatriz Haddad Maia), Madison Keys (6-1 6-2 a Viktorija Golubic) e Johanna Konta, che ha avuto bisogno di tre set (6-2 6-7 6-4) per avere la meglio su Aliaksandra Sosnovich.

(Nella foto Roberta Vinci)


Nessun Commento per “WTA MIAMI: KO ROBERTA VINCI, AVANZANO HALEP, MUGURUZA E KERBER”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.