WTA QUEBEC CITY: SAFAROVA RAGGIUNGE BABOS IN SEMIFINALE

Semifinale da urlo nella parte alta del tabellone con la rivincita dell'ultimo atto di Budapest, mentre dall'altra parte occhio a Maria e Van Uytvanck
sabato, 16 Settembre 2017

Tennis. Si prospettano quarti di finale davvero interessanti sui campi in cemento del prestigioso WTA International di Quebec City, la cui entry list offre senza dubbio maggiori spunti di interesse rispetto invece al torneo di Tokyo anch’esso programmato nella settimana immediatamente successiva agli US Open. Nella notte venivano decisi i nomi delle quattro semifinaliste pronte a contendersi nel weekend un titolo di grande livello oltre che utile alla fiducia in vista della parte conclusiva della stagione, e ancora una volta non sono mancate le emozioni come in tutto il resto della settimana. Andiamo a vedere com’è andata.

Non delude la prima favorita del seeding Lucie Safarova nonostante qualche evidente sbavatura dinnanzi alla connazionale Lucie Hradecka, ottima specialista del doppio ma adattatasi benissimo anche al singolare tanto da contribuire a dar vita ad un derby ceco molto più equilibrato di quanto ci si potesse attendere alla vigilia e conclusosi per 6-4 7-5 appannaggio della 30enne di Brno. Quest’ultima è stata abile soprattutto a risalire la china dopo essersi ritrovata in svantaggio 0-3 nella frazione inaugurale, preludio ad un andamento piuttosto regolare deciso alla fine dalla maggior esperienza della numero 33 del ranking su palcoscenici così importanti. A meno infatti di ulteriori sorprese, appare davvero difficile trovare una legittima alternativa al nome della Safarova in ottica successo finale.

Lucie dovrà tuttavia fare molta attenzione nel penultimo atto alle velleità di Timea Babos, se si considera che l’esperta ungherese sta esprimendo un ottimo tennis avendo eliminato nell’ultimo incontro della giornata anche la promessa canadese Francoise Abanda in un’ora e undici minuti. Il 6-3 6-2 conclusivo fotografa perfettamente una sfida gestita in maniera quasi impeccabile dalla terza favorita del seeding, che non ha mai consentito alla giovane rivale di infiammare il pubblico tutto schierato naturalmente dalla sua parte. I precedenti con la Safarova la vedono in ritardo 2-1 nel computo complessivo, ma non si può fare a meno di ricordare l’affermazione ottenuta da Timea nell’ultimo scontro diretto andato in scena quest’anno in occasione della finale di Budapest.

La parte bassa del tabellone propone i nomi di Tatjana Maria e Alison Van Uytvanck entrambe avanti in carrozza, in attesa di sfidarsi oggi per quella che si prospetta una battaglia senza esclusione di colpi piena di emozioni vista l’importanza della posta in palio. La giocatrice tedesca, accreditata della quarta testa di serie, non ha lasciato nemmeno le briciole alla statunitense Sachia Vickery piegata grazie ad un sonoro 6-1 6-3, mentre la portacolori belga ha impiegato appena 65 minuti per affondare le velleità dell’altra americana Dolehide con un periodico 6-2.

Risultati:

[4] T.Maria b. S.Vickery 6-1 6-3
[7] A.Van Uytvanck b. [Q] C.Dohelide 6-2 6-2
[1] L.Safarova b. L.Hradecka 6-4 7-5
[3] T.Babos b. F.Abanda 6-3 6-2

 

 


Nessun Commento per “WTA QUEBEC CITY: SAFAROVA RAGGIUNGE BABOS IN SEMIFINALE”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.