WTA QUEBEC CITY: DODIN E BABOS AVANTI COL BRIVIDO, BENE LEPCHENKO

Faticano più del previsto la seconda e terza testa di serie al debutto sul cemento canadese, oggi scende in campo la favorita Safarova
martedì, 12 Settembre 2017

Tennis. Nella settimana che segue gli US Open c’è posto per due appuntamenti WTA che terranno comunque viva l’attenzione degli appassionati pur in assenza delle big del circuito, ancora a riposo dopo le fatiche accumulate nell’ultimo Slam stagionale. Probabile dunque l’exploit sorprendente di alcune giocatrici non di prima fascia vogliose di approfittare dei buchi nel tabellone, con il grande rammarico rappresentato da forfait di Camila Giorgi che avrebbe potuto cogliere sicuramente un risultato prestigioso sul cemento indoor canadese di Quebec City.

Debutto più faticoso del previsto quello della seconda favorita del seeding Oceane Dodin, chiamata a presidiare la parte bassa del tabellone ma costretta nella notte italiana ad un’autentica maratona prima di piegare le velleità della qualificata padrona di casa Dabrowski grazie al punteggio conclusivo di 5-7 7-5 6-4. La transalpina ha quindi dovuto sudare le proverbiali sette camicie per ottenere l’accesso al turno successivo, archiviando la pratica soltanto dopo due ore di battaglia serrata contraddistinte anche da qualche rammarico in capo alla tenace portacolori canadese incapace di sfruttare un break di vantaggio nel secondo parziale.

Un discorso quasi analogo può senza dubbio essere riferito anche a Timea Babos, terza testa di serie in tabellone, protagonista di una contesa durissima al cospetto della statunitense Loeb arresasi soltanto per 7-6(4) 5-7 6-2 in due ore e quindici minuti di match davvero emozionante. La giocatrice ungherese dovrà migliorare già a partire dai prossimi giorni se vorrà rispettare il pronostico che la vede tra le favorite per la vittoria finale, in attesa di vedersela agli ottavi dinnanzi all’altra americana Broady. Quest’ultima si è infatti sbarazzata della giovane wild card Aiava con lo score di 6-4 3-6 6-3, un risultato frutto di un unico break rivelatosi cruciale in tutte e tre le frazioni.

Sorridono infine Varvara Lepchenko, giustiziera di una coraggiosa Wozniak per 6-1 2-6 6-1, e la neozelandese Marina Erakovic, che ha concesso appena cinque games alla qualificata russa Kudryavtseva rifilandole un perentorio 6-4 6-1 in poco più di un’ora e un quarto di assolo. Gioisce meritatamente anche Grace Min brava a tenere alta la bandiera a stelle e strisce di fronte alla connazionale Pegula piegata in rimonta con il parziale di 4-6 6-4 6-0, perfetta esemplificazione di una sfida nella quale la maggiore esperienza della numero 200 ha dato il là ad un domino assoluto nella seconda parte.

Spazio oggi alla prima favorita del seeding Lucie Safarova impegnata contro la non irresistibile Tatishvili, già sconfitta dalla ceca nell’edizione 2013 di questo torneo grazie ad un sonoro 6-3 6-2. Occhi puntati anche sul derby ceco tra Hlavackova e Hradecka e su quello a tinte americane che contrappone le stelle emergenti Townsend e Vickery.


Nessun Commento per “WTA QUEBEC CITY: DODIN E BABOS AVANTI COL BRIVIDO, BENE LEPCHENKO”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.