WTA ROMA: FUORI KNAPP, OK SCHIAVONE E PENNETTA

Non va in porto il proibitivo compito dell'altoatesina, sconfitta nettamente dalla Ivanovic con un doppio 6-1. La Leonessa firma la prima impresa del Foro Italico e supera agevolmente la canadese Bouchard. In scioltezza Flavia, con la Meusburger bastano due set
lunedì, 12 Maggio 2014

TENNIS – Si conclude il lunedì romano della racchetta femminile. La prima giornata degli Internazionali BNL d’Italia fa registrare un bilancio complessivamente positivo per i colori azzurri, con due vittorie e una sconfitta tra lunch-match e tardo pomeriggio. Avanzano al turno successivo una brillante Francesca Schiavone e l’ottima Flavia Pennetta, cade all’esordio Karin Knapp.

La Leonessa supera con un convincente 6-4 6-2 la promessa canadese Eugenie Bouchard, numero 20 del ranking mondiale. Un successo che conferma l’esperienza della giocatrice milanese, che sopperisce con il carattere alla classifica sfavorevole rispetto all’avversaria. Già dalle prime battute dell’incontro, la Schiavone lascia intendere che non farà da sparring partner e comincia con un break ai vantaggi: la tennista di Montreal è già in svantaggio e fa fatica a rispondere colpo su colpo. Il piccolo vantaggio accumulato in apertura non sembra però sufficiente: l’ex campionessa del Roland Garros è costretta a conservare con affanno il servizio. La Bouchard comincia ad ingranare dopo un avvio difficoltoso, ma scivola quando serve sul 2-4. Il secondo break permette a Francesca di battere due volte per chiudere il set, ma il primo tentativo si infrange contro la risposta della canadese, che accorcia le distanze. Il sussulto non basta: prima partita chiusa alla seconda occasione sul punteggio di 6-4.

Musica immutata nel secondo set. Il fattore campo rigenera continuamente un’energica Schiavone, che addirittura migliora l’andamento rispetto al primo: immediato parziale di 4-0 con due servizi strappati alla Bouchard, una battuta salvata al fotofinish e un clamoroso 5-0 soltanto sfiorato. La ventenne favorita non perde più il servizio, ma nemmeno riesce a rimontare il consistente passivo, appesantito dalla spinta del Foro Italico. L’azzurra chiude 6-2 il secondo set e vola al secondo turno, dove affronterà la vincente tra Garbine Muguruza e la nostra Nastassja Burnett.

Alla preziosa vittoria della Leonessa fa da contraltare la sconfitta di Karin Knapp. Nulla da fare per l’altoatesina, che apre la giornata delle italiane con un ko preventivabile al cospetto di Ana Ivanovic. La serba non lascia scampo all’azzurra, che per un brevissimo scampolo di match accarezza l’idea di giocarsela. Finisce con un doppio 6-1 che premia la classifica e la voglia di vincere della tennista di Belgrado. Il brivido in avvio scalda il pubblico romano, che si prodiga in un caloroso incitamento per la beniamina di casa: Karin strappa il servizio nel primo game della partita, ma subisce l’immediato contro-break che stronca le speranze presenti e future. Un parziale di sei giochi a zero spinge la Ivanovic alla rapida chiusura del primo set, ma anche nel secondo la supremazia è netta.

Questa volta la battuta regge e risponde al primo servizio conservato dalla Knapp, che incassa ancora una volta lo stesso parziale. Leggermente maggiore la durata del secondo set, ma il computo complessivo si ferma a 56 minuti e rende amara la breve apparizione della tennista di Brunico. L’impegno proibitivo, tuttavia, mette in mostra la dedizione dell’italiana, che prova a giocarsela prima di cedere allo strapotere della serba. La Ivanovic accede così alla seconda fase e si prepara a sfidare Alize Cornet.

L’ultimo match di giornata è quello tra la Pennetta e la Meusburger. Nessuna difficoltà per la brindisina, che all’esordio sulla terra della capitale conferma il buon momento di forma e la risalita in classifica. Il match scivola via senza particolari intoppi, nonostante qualche sbavatura sul servizio, e il passaggio del turno si concretizza grazie al 6-2 6-3 finale. Il primo set fa registrare break azzurro e immediata risposta austriaca, ma la reazione della numero 40 del mondo è un fuoco di paglia: Flavia piazza un parziale di quattro games a zero e vola agevolmente al secondo set.

Il vantaggio accumulato nella prima partita, però, rischia di svanire a causa della buona ripresa della Meusburger. Break e 2-0 per la giocatrice di Dornbirn, ma il contro-break della pugliese porta ad un pareggio che sa di toccasana. L’incontro si trascina fino al 3-3, poi la Pennetta capisce che è arrivato il momento giusto per allungare ed infila tre giochi consecutivi che stroncano l’austriaca. Un match point annullato, poi la chiusura ai vantaggi e pass per il secondo turno in tasca: adesso c’è una tra Pavlyuchenkova e Bencic.

Buon esordio, dunque, per la rappresentanza italiana, che perde la Knapp nel match più duro di giornata ma ne porta due di spessore al turno successivo. Domani saranno quattro le azzurre impegnate: Giorgi attende Cibulkova, Burnett chiamata alla sfida con Muguruza, Errani contro Scheepers e VinciMakarova.

Foto Felice Calabrò


Nessun Commento per “WTA ROMA: FUORI KNAPP, OK SCHIAVONE E PENNETTA”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.