IL RUGGITO DI FRANCESCA

Spinta da un centrale gremito, Francesca Schiavone s'impone in rimonta su Daniela Hantuchova per 3-6 6-2 7-5, volando nei quarti degli internazionali Bnl d'Italia. Avanzano anche Jankovic, Li e Stosur.
giovedì, 12 Maggio 2011

Roma – Pomeriggio caldissimo agli Internazionali bnl d’Italia, con Francesca Schiavone assoluta protagonista del campo centrale. In 2 ore e 40 minuti di lotta, la n.2 del torneo porta a casa il successo contro la rediviva Daniela Hantuchova, n.33 WTA,  rimontado da un set sotto e chiudendo a braccia alzate con il punteggio di 3-6 6-2 7-5. In affanno nel primo parziale, l’azzurra cambia passo, aggiudicandosi il secondo set e volando un break avanti anche nel terzo. La slovacca reagisce, riaggancia l’azzurra fino al 5-5,  ma poi cede definitivamente tra il tripudio dei tifosi italiani. Una vittoria forse importante per la leonessa, che torna a ruggire in campo come non gli accadeva da un pò di tempo. Accedono ai quarti anche Jankovic, Li e Stosur, che superano rispettivamente Medina, Gajdosova e  Hercog.

Freno a mano. Il sesto confronto diretto tra due veterane del circuito, inizia in maniera disastrosa per l’azzurra. Un doppio break porta la slovacca sul 4-0 compromettendo quasi definitivamente il primo parziale. Troppo lenta negli spostamenti l’azzurra, che accusa il buon ritmo imposto dall’Hantuchova. Dopo aver annulato 2 palle del 5-0, la milanese rompe finalmete il ghiaccio conquistando il primo game del match nel 5° gioco. Francesca prova a sbloccarsi riuscendo a risalire la china fino al 5-3 e servizio, ma un altro game poco felice al servizio permette a Daniela di chiudere i conti sul 6-3.

Risveglio. Il pubblico del centrale inizia finalmente ad influire sul rendimento della Schiavone, che spezza gli indugi ritrovando quella costanza di rendimento da tempo sopita. L’ottima tenuta al servizio e la buona profondità dei colpi, lanciano l’azzurra avanti sul 5-2 pesante. L’efficacia delle traiettorie della Schiavone, mettono in crisi la slovacca, che spreca due palle break consecutive, prima di cedere per 6-2.

Colpo di reni. La scia del secondo set invade anche il terzo, con la Schiavone brava a tenere sotto pressione l’Hantuchova, migliorando già dalle prime battute anche in risposta. La milanese trova infatti in avvio il break per salire 3-1, scatenando il  pubblico locale. La strada verso la vittoria però è ancora lunga, e Francesca lo sa benissimo.  Un passaggio a vuoto dell’azzurra, rimette in piena corsa la slovacca, che ritrova il piglio del primo set, operando il sorpasso sul 3-4 con tre game di fila. Sorretta dal suo pubblico, Francesca ritrova la strada maestra, e dopo un game durissimo al servizio, torna in parità sul 4-4. La zampata da vera leonessa, arriva però due game più tardi, quando, sul 5-5, Francesca ribalta in riposta un game da 30 -0. Quattro punti di fila, regalano il break decisivo all’azzurra, che al cambio campo non trema, portando a casa il match sul definitivo 7-5

Li e Sam OK. Vittorie senza grossi patemi per Na Li e Samantha Stosur, rispettivamente n.4 e n.6 del torneo capitolino. La cinese ha vita facile contro l’australiana Gajdosova, n.28 delle ultime classifiche WTA, che viene liquidata con un secco 6-2 6-1 in poco più di un’ora.  La sua prossima avversaria sarà l’ungherese Greta Arn, vera sorpresa del torneo. La n.48 del mondo vola per la prima volta ai quarti a Roma, rimontando un set e imponendosi sulla russa Vesnina  grazie a due tiè-break consecutivi. Come contro la Kuznestova al 2° turno, la Arn cede il primo 3-6, per poi trionfare  con un doppio 7-6. Per Francesca Schiavone una nuova sfida invece con Samantha Stosur, che si ritrovano nuovamete sul rosso dopo l’epica finale di Parigi dello scorso anno. L’australiana annulla le velleità della qualificata slovena Polona Hercog, n.69 del mondo, che si arrende 6-3 6-4 in 1 ora e 15 minuti.

C’e anche Jelena. L’ex campionessa di Roma Jelena Jankovic, spezza i sogni della spagnola Anabel Medina Garrigues. La serba però deve impegnarsi parecchio, riuscendo a spuntarla solo dopo 2 ore e 45 minuti di lotta. La Medina, ex top ten, è tornata in auge  eliminando ieri la francese Marion Bartolì’. Nel match odierno, la serba deve ricorrere al terzo set prima d’imporsi per 6-4 2-6 6-2.

Clicca qui per saperne di più sugli Internazionali Bnl d’Italia



Nessun Commento per “IL RUGGITO DI FRANCESCA”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

  • TROPPA STOSUR PER FRANCESCA Nulla da fare per la Schiavone, che nei quarti degli internazionali bnl d'Italia, si arrende 6-2 6-4 ad una Stosur molto più solida e concreta
  • SERENA RIPRENDE DA DOVE SI ERA FERMATA La Williams desta una grandissima impressione nel suo match d'esordio alle Olimpiadi di Londra 2012, demolendo la malcapitata Jelena Jankovic. Buone vittorie anche per Ivanovic e […]
  • DOPPIO KO Alberta Brianti e Romina Oprandi lasciano gli internazionali bnl d'Italia, arrendendosi rispettivamente a Greta Arn 6-4 6-4 e Daniela Hantuchova per 7-5 6-1
  • SERENA DEMOLISCE LA SUAREZ NAVARRO, IN SEMIFINALE LA HALEP Internazionali BNl d’Italia. La Williams lascia solo due game alla povera spagnola e centra la semifinale, dove troverà la sorpresa Simona Halep che vince il match- thriller con Jelena Jankovic.
  • ROMA, SERENA SPAZZA VIA CIBULKOVA, JANKOVIC FA FUORI NA LI TENNIS - Agli Internazionali BNL d'Italia l'uragano Serena si abbatte su Dominika Cibulkova, piegata con un perentorio 6-0, 6-1. Jelena Jankovic fa fuori Na Li, testa di serie numero 5. […]
  • UN VENERDÍ DA LEONI TENNIS – Agli Internazionali Bnl d'Italia è tempo di quarti di finale. Djokovic e Nadal sfidano Berdych e Ferrer, solitamente vittime sacrificali. Federer all’esame Janowicz. Tra le donne, […]

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.