WTA, SAFAROVA: “PRONTA A TORNARE, VOGLIO LE FINALS”

Lucie Safarova, numero 7 del ranking WTA, racconta il suo calvario: "ho perso cinque settimane di tennis, non mi era mai successo"

Un anno di alti e bassi per Lucie Safarova. La tennista ceca si è da poco ripresa dopo una lunga degenza a causa di un’infezione batterica rimediata dopo l’eliminazione dal primo turno degli US Open. Tornata ad allenarsi la scorsa settimana, la tennista si rammarica di aver saltato la stagione dei tornei asiatici ma è pronta a tornare in quel di Linz e, al sito ufficiale del circuito WTA (wtatennis.com), racconta il suo periodo nero. “Beh, prima di tutto mi sono infortunata nella finale di New Haven rimediando uno stiramento addominale, ho provato a partecipare agli US Open, ma non riuscivo a giocare come volevo. Quando ho saputo che avrei avuto bisogno di due settimane per recuperare la forma ho deciso di andare a Corfù per quattro giorni di relax. Dopo di che sono tornata in Repubblica Ceca e ho preso un appuntamento con il mio medico per controllare il muscolo addominale”, spiega l’attuale numero 7 del mondo.

“La mattina dopo mi sono svegliata e ho scoperto di aver contratto questa infezione batterica. In un primo momento ho pensato ad un normale raffreddore, ma andava sempre peggio e dopo circa quattro giorni sono stata così male che mi hanno ricoverato in ospedale per una settimana. Non riuscivo a mangiare o bere niente, quindi avevano bisogno di somministrarmi delle flebo e ho dovuto prendere antibiotici per cinque giorni. È stato piuttosto spaventoso ad un certo punto, perché ho iniziato due tipologie di antibiotici che non stavano funzionando, così finalmente abbiamo risolto con la penicillina”, continua Lucie nel racconto del suo calvario. “Dopo di che, a casa, ho dovuto continuare per una settimana con gli antibiotici e ora mi sto lentamente riprendendo. È stata una brutta esperienza, la mia prima volta in un ospedale. Nessuno vorrebbe starci, non so come sia successo, mi sono svegliata un giorno e sono finita proprio lì”.

La stagione era iniziata bene, dalla vittoria degli Australian Open in doppio ad una straordinaria vittoria a Doha – dove ha battuto in serie Stosur, Makarova, Petkovic, Suarez Navarro e Azarenka – alla finale del Roland Garros e, nonostante il lungo stop, la tennista ceca è ancora in corsa per qualificarsi alle WTA Finals di Singapore: “Ero molto triste, perché ero pronta a ricominciare dal circuito asiatico. Ho perso cinque settimane di tennis, non mi era mai successo. Ho ricominciato a correre da una settimana circa e ho avuto il via libera dai medici per tornare a giocare, quindi sono molto eccitata. Di solito si è stanchi a questo punto della stagione, almeno ho quel vantaggio di essere entusiasta di  tornare di nuovo in campo. Spero di essere abbastanza in forze per fare bene. Qualificarmi alle Finals significherebbero molto perché non ci ho mai giocato. È la mia prima volta anche in doppio, è incredibile e sono entusiasta, ma arrivare nel singolare sarebbe un’altra cosa. Avrei giocato a Linz e Mosca anche se non sarebbe stato più possibile qualificarsi, perché volevo davvero tornare a giocare di nuovo, ma questo obiettivo gli da’ un altro sapore Farò del mio meglio per arrivarci”.


Nessun Commento per “WTA, SAFAROVA: "PRONTA A TORNARE, VOGLIO LE FINALS"”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Ottobre 2019

  • Sinner scatenato. Partito dalle qualificazioni, il 17enne altoatesino ha infuocato gli Internazionali d'Italia! Scoprite la sua storia nell'ultimo numero di Tennis Oggi.
  • Che caratteraccio Daniil! Medvedev ha un temperamento a volte iroso che lo rende poco simpatico, ma il suo tennis imprevedibile che non piace agli avversari piace molto al pubblico...
  • Il grande talento di Bianca. La Andreescu è la prima tennista nata nel Terzo Millennio capace di conquistare un titolo Slam. Ci è riuscita agli US Open sulla pericolosissima beniamina di casa Serena Williams.
  • Un secolo di gloria. Lo storico Circolo Canottieri Roma ha compiuto 100 anni e ha festeggiato con una favolosa festa alla quale sono intervenuti 500 soci ed ospiti illustri del mondo sportivo, artistico e culturale. A concludere la serata dei sontuosi fuochi d'artificio.