LA BARTOLI SALUTA SEOUL

Dopo Francesca Schiavone, n.1 del WTA di Seoul, esce la n.2 Marion Bartoli, sconfitta 6-3 7-5 dall'americana Vania King. A Guangzhou avanti tutte le favorite.
mercoledì, 21 Settembre 2011

Seoul (Corea del Sud) – Dopo essere riusciti ad invitare, tramite le wild card,  due top 10 della classifica mondiale, gli organizzatori del piccolo torneo sul cemento di Seoul, devono arrendersi alla dura legge del tennis, e abbandonare l’idea di una finale tra Francesca Schiavone e Marion Bartolì. Se l’azzurra non regge nemmeno un turno, la francese lascia la corea al secondo tentativo, uscendo sconfitta dall’americana Vania King, n.98 dell classifica mondiale. Sempre in corea avanzano Domenika Cibulkova e Polona Hercog. Continua invece il cammino della n.1 a Guangzhou, altro evento della settimana in corso sul cemento cinese. Maria Kirilenko approda infatti ai quarti liquidando la francese Irina Bremond per 6-3 6-1.

Marion abdica. Brutto primo set per la transalpina n.10 del mondo, che inizia nel peggiore dei modi il 4° confronto diretto contro la  giovane statunitense. Un misero 36 % di prime palle mette in crisi la Bartoli, costretta a subire alla fine 3 fatali break, frutto anche di appena 8 punti racimolati con la seconda palla. Più fluida e meno fallosa l’americana, che porta a casa il primo set per 6-3.  La reazione della Bartoli arriva in sordina nel secondo parziale, quando finalmente riesce a mettere più prime e allungare gli scambi. Un break per parte tiene il set in equilibrio fino al 5-5, quando un nuovo affondo della King,  regala il break decisivo all’americana , che chiude sul 7-5 dopo i e 50 minuti.

Le altre. Solo 4 match di secondo turno oggi in corea. Oltre alla King, passano ai quarti anche Domenica Cibulkova, 7-6 e ritiro contro Yaroslava Shvedova, Polona Hercog, 6-3 7-6 a Carla Suarez Navarro e Clara Zakopalova, doppio 6-1 a Camila Begu.

Guangzhou. Rispetto alla Corea rimane ancora in gara la n.1 del torneo cinese, Maria Kirilenko. La bella russa vola ai quanrti di finale lasciando appena 4 giochi alla francese Irina Bremond, n.112 del mondo. La russa, n.28 WTA, si libera della sua avversaria con un comodo 6-1 6-3 in 1 ora e 18 minuti. Avanti anche la n.2, l’australiana Jarmila Gajodosova, che soffre parecchio contro la lussemburghese Mandy Minella, n.166 del mondo,  sconfitta in rimonta  dopo oltre 2 ore per 4-6 6-2 6-3.

Ecco il resto del secondo turno:

4) Petra Martic (CRO) d. (Q) Zarina Diyas (KAZ) 46 62 64
(7) Chanelle Scheepers (RSA) d. (Q) Hsieh Su-Wei (TPE) 36 76(1) 61
(8) Magdalena Rybarikova (SVK) d. Aravane Rezai (FRA) 64 61
Urszula Radwanska (POL) d. Chan Yung-Jan (TPE) 26 62 62
Tetiana Luzhanska (UKR) d. (Q) Zhao Yi-Jing (CHN) 64 26 75


Nessun Commento per “LA BARTOLI SALUTA SEOUL”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.