LA VENDETTA DI MARIA

Dopo le sconfitte a Melbourne e Indian Wells, Maria Sharapova supera 6-1 6-4 Victoria Azarenka e conquista a Stoccarda il suo 25° titolo in carriera
domenica, 29 Aprile 2012

Stoccarda (Germania) – Stavolta a sorridere è Maria Sharapova n.2 del mondo, che sulla terra indoor di Stoccarda (740 mila $ montepremi), fa fuori Victoria Azarenka e mette in bacheca il suo 25° titolo della carriera. Dopo le sconfitte agli Australian Open e ad Indian Wells, la bella siberiana incassa la sua parziale rivincita liquidando la n.1 del mondo per 6-1 6-4. Un primo set dominato rende più solida e sicura la Sharapova, che nel secondo parziale certifica il successo piazzando la zampata sul 3-3, amministrando fino alla fine. Poco da fare per l’Azarenka, troppo discontinua e fallosa per impensierire la russa.

Super Maria. La terra rossa tedesca esalta le doti della Sharapova che inizia il match al meglio sfoderando un servizio impeccabile e una risposta micidiale. La 9° sfida diretta tra le due si apre dunque bene per la bella siberiana, che nel 2° game ottiene il break a 0 e si stacca subito sul 2-0. Masha spinge e trova campo, impedendo ogni controffensiva alla sua avversaria, troppo scarica di gambe per ribaltare lo scambio a suo favore. Il 100% di punti in risposta con la 2° palla danno una ulteriore spinta alla russa, che nel 5° gioco piazza il doppio break per salire sul 5-1. Con 11 vincenti e 2 errori, la n.2 del mondo incassa agevolmente un primo set chiuso per 6-1 in 30 minuti. Nella seconda partita l’Azarenka prova una timida reazione, riuscendoci solo al tratti. Un polso non al meglio limita in qualche modo il gioco della n.1 del mondo, che riesce a rimanere aggrappata al match grazie ad una buona difesa, collezionando in avvio anche la prima, (e unica), palla break della sua partita, prontamente annullata. L’inerzia dello scambio resta infatti sempre nelle mani della russa, che spreca però fin troppe occasioni per staccarsi, accusando anche qualche errore di troppo. Sette palle break bruciate sono davvero tante, ma Masha trova comunque rimedio, e sul 3-3 mette la freccia verso il titolo. Victoria non riesce a cambiare passo, restando fin troppo remissiva e priva del suo classico mordente. Da que momento Maria domina, trovando soluzione eccellenti anche a rete, certificando alla fine  un successo limpido e indiscutibile. La n.1 del mondo si arrende, lasciando il campo sul 6-4 dopo 1 ora e 24 minuti.

A fine match ecco le parole della vincitrice:E’ stato davvero un torneo duro con tantissime giocatrici di altissimo livello, quindi sono doppiamente felice di aver vinto. Sono venuta in Europa un pò prima in questa stagione proprio per prepararmi meglio alla terra rossa. Penso che dovrei farlo ogni anno visto che al momento mi ha portato bene. Poi due parole anche sulla sua partita – “Contro di lei avevo perso gli ultimi precedenti in tornei importanti, e dunque ero molto motivata. Rispetto alle altre sfide oggi sono stata molto più paziente, ho fatto al melgio il mio gioco sempre nei tempi giusti senza strafare come in altre circostanze. Sono rimasta aggressiva, ma sempre nel modo giusto, e questo mi ha aiutato molto”

Non cerca scuse invece l’Azarenka:” Merito a lei per aver giocato davvero bene. Ovvio che sono dispiaciuta, volevo affrontare meglio questa finale, ma il gioco è anche questo e ci sta perdere, sopratutto se non giochi al massimo come oggi. Credo di aver fatto comunque una buona settimana, e perciò non mi preoccupo più di tanto. Penso già con ottimismo al prossimo grande torneo, devo solo guardare avanti”


1 Commento per “LA VENDETTA DI MARIA”


  1. renato ha detto:

    vai Maria e non fermarti,il tennis ha bisogno di te


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

  • VICTORIA E MARIA A VOI Finale del WTA di Stoccarda per la terza volta in stagione tra le prime due giocatrici del mondo. Victoria Azaranka liquida Agnieszka Radwanska 6-1 6-3 e conquista la sua 21° finale della […]
  • LA FES..TA E’ GIA’ FINITA Alberta Brianti, detentrice del titolo e unica italiana in tabellone, esce al 1° turno del WTA di Fes dopo una battaglia con rimonta contro Alexandra Cadantu per 5-7 7-5 6-1. Forfait di […]
  • TITOLO E TRONO PER VIKA Victoria Azarenka supera nettamente Maria Sharapova nella finale dell'Australian Open 2012, diventando la nuova numero 1 del tennis femminile. E' il primo trionfo in un torneo dello Slam […]
  • MELBOURNE: PAGELLE FEMMINILI Victoria Azarenka trionfa e merita il massimo dei voti. Le altre promosse e le bocciate nelle nostre pagelle del torneo di singolare femminile dell'Australian Open
  • AUS OPEN: L’ALBUM DEI RICORDI Ripercorriamo con una galleria fotografica i momenti più belli, ma anche quelli più stravaganti, degli Australian Open appena conclusi
  • STOCCARDA: MARIA SHARAPOVA LACRIME E URLA, KO ROBERTA VINCI… Vittoria per la Sharapova che, con la wild card, risale in sella che ha battuto l'azzurra Roberta Vinci, la quale ha lottato finché ha potuto...

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.