WTA TOKYO: FETT E DIYAS VOLANO IN SEMI, ECATOMBE DI TESTE DI SERIE

Addirittura tre qualificate approdano in semifinale senza alcuna testa di serie, splendide Fett e Kato. McHale continua la difesa del titolo
venerdì, 15 Settembre 2017

Tennis. Continuano inesorabili le sorprese nel tabellone del prestigioso WTA International di Tokyo, ricordando che la settimana prossima la suggestiva cornice della metropoli nipponico ospiterà invece l’atteso appuntamento Premier. Nessuna giocatrice compresa tra le teste di serie è infatti riuscita a staccare il pass per le semifinale in programma nella giornata di domani, un riscontro decisamente inatteso ma comunque gradito se si considera la buona presenza di pubblico sulle tribune dell’Ariake Forest Park.

In apertura di programma non ha deluso le aspettative la detentrice del titolo Christina McHale apparsa davvero in grandissimo spolvero, tanto da rifilare un perentorio quanto meritato 6-4 6-1 alla terza favorita del seeding Elise Mertens costretta ad abbandonare piuttosto mestamente il terreno di gioco. La portacolori statunitense conferma dunque ancora una volta il feeling con il cemento giapponese ripensando alla strepitosa cavalcata compiuta nella passata edizione, forse destinata a ripetersi se si considera che la numero 62 del ranking dovrà vedersela nel penultimo atto dinnanzi alla qualificata Zarina Diyas.

Per la McHale si tratta della seconda semifinale del 2017 dopo quella centrata ad Acapulco nel mese di marzo (persa dalla Mladenovic), mentre la 23enne di Almaty si è tolta lo sfizio d aggiudicarsi anche il derby tutto kazako al cospetto di Yulia Putintseva per 4-6 6-1 6-3 dopo oltre due ore di battaglia senza esclusione di colpi. Particolarmente significativo il calo repentino occorso alla nativa di Mosca con il passare dei minuti, un fattore che ha contribuito a rendere gli ultimi due set una sostanziale passerella per la coraggiosa Diyas protagonista assoluta degli ultimi sette giorni.

Lo stesso discorso può essere benissimo riferito anche a Miyu Kato e Jana Fett che si sfideranno per un posto in finale nella parte alta del tabellone, dove le numerose eliminazioni eccellenti hanno permesso a giocatrici di seconda fascia di realizzare exploit a dir poco inaspettati. La padrona di casa, sospinta in lungo e in largo dal proprio pubblico, ha superato stavolta la numero 67 del mondo Aleksandra Krunic grazie al risultato di 6-1 6-3, acquisendo così un’ulteriore iniezione di fiducia in seguito alla già incredibile impresa conseguita davanti a Krystina Pliskova nel turno precedente.

Grandissima prova di carattere da parte della 21enne di Zagabria, costretta a sudare le proverbiali sette camicie prima di avere la meglio sulla cinese Wang arresasi soltanto per 6-3 4-6 6-3 in due ore esatte di contesa. Fett, giustiziera al debutto di una sciaguarata Kiki Mladenovic, proverà dunque a migliorare il penultimo atto raggiunto a Hobart ad inizio annata quando le sue ambizioni si schiantarono di fronte alla maggiore solidità della belga Mertens.

Risultati:

C. McHale b. [3] E. Mertens 6-4 6-1
[Q] Z. Diyas b. [8] Y. Putintseva 4-6 6-1 6-3
[Q] M. Kato b. A. Krunic 6-1 6-3
[Q] J. Fett b. Q. Wang 6-3 4-6 6-3


Nessun Commento per “WTA TOKYO: FETT E DIYAS VOLANO IN SEMI, ECATOMBE DI TESTE DI SERIE”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.