WTA: TSURENKO VINCE IN CINA, WOZNIACKI IN FINALE A TOKYO

Tornei WTA asiatici: la Tsurenko regina di Guangzhou, a Seoul si sfideranno per il titolo Niculescu e Arruabarrena, a Tokio la possibile rinascita della Wozniacki

TENNIS – È tempo di finali per gli appuntamenti del calendario WTA. Tra Guangzhou, Seoul e Tokio, le emozioni non sono certo mancate. In Cina, questa mattina è andata in scena la finale del Guangzhou Open, che ha visto opposte Jelena Jankovic, numero 2 del tabellone e l’ucraina Lesia Tsurenko. A spuntarla è stata a sorpresa la 27enne portacolori dell’Ucraina, che ha superato la serba, campionessa uscente sul cemento cinese, per 6-4 3-6 6-4. Per la Tsurenko si tratta del secondo torneo International vinto in carriera, dopo la netta affermazione del 2015 nell’Istanbul Cup.

In Corea del Sud e in Giappone, invece, si sono disputate le semifinali, con risultati abbastanza sorprendenti. Dopo aver eliminato Camila Giorgi, la cinese Shuai Zhang non è riuscita a guadagnare un pass per la finale dell’open organizzato nella capitale coreana. A superare la numero 3 del seeding è stata la romena Monica Niculescu. Dopo un primo set da dimenticare, che la 27enne rappresentante della Romania ha portato a casa senza lasciare game all’avversaria, la Zhang ha accennato ad una forma di reazione nel secondo parziale, ma ha ceduto con il punteggio di 6-4. In finale a contendere il titolo del Korea Open alla Niculescu, numero 5 del seeding, ci sarà Laura Arruabarrena Vecino, 24enne di San Sebastian, che ha superato l’altra rumena ai nastri di partenza in Corea del Sud, la sua coetanea Patricia Maria Tig, numero 135 del ranking WTA. Il 6-1 6-2 finale è la dimostrazione della disparità in campo e delle chance di vittoria finale che nutre la spagnola.

A chiudere la carrellata asiatica è il WTA di Tokyo. Al Pan Pacific Open continua la caduta delle “dee”: dopo la clamorosa eliminazione della Muguruza nei quarti contro la Svitolina, in semifinale è toccato alla polacca Agnieszka Radwanska, numero 2 del seeding e quarta nel ranking mondiale, sconfitta a sorpresa dalla rediviva Caroline Wozniacki. La 26enne danese, che è stata anche al vertice della classifica WTA nel “lontano” 2016, si è imposta dopo una clamorosa rimonta e un match molto combattuto. La Radwanska è infatti riuscita a portare a casa il primo parziale con lo score di 6-4, ma nel secondo set è arrivata la reazione dell’ex regina del ranking, ora scesa al numero 28, che ha trovato le energie psicofisiche necessarie per costruire il 7-5 6-4 che vale un biglietto per la finale. Nell’ultimo atto del Pan Pacific Open ci sarà anche la padrona di casa Naomi Osaka, capace di superare in rimonta la 22enne Elina Svitolina, artefice dell’uscita di scena di Garbine Muguruza. Dopo il netto 6-1 con cui la russa si è aggiudicata il primo set, la Osaka, sospinta dal tifo del pubblico di casa, è riuscita ad invertire la rotta con un 6-3 6-2 che ha lasciato poco spazio alla Svitolina, probabilmente a corto di energie dopo l’impresa dei quarti di finale. Sarà una domenica tutta da vivere per i tornei WTA asiatici, giunti all’atto conclusivo senza lesinare colpi di scena.


Nessun Commento per “WTA: TSURENKO VINCE IN CINA, WOZNIACKI IN FINALE A TOKYO”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Ottobre 2019

  • Sinner scatenato. Partito dalle qualificazioni, il 17enne altoatesino ha infuocato gli Internazionali d'Italia! Scoprite la sua storia nell'ultimo numero di Tennis Oggi.
  • Che caratteraccio Daniil! Medvedev ha un temperamento a volte iroso che lo rende poco simpatico, ma il suo tennis imprevedibile che non piace agli avversari piace molto al pubblico...
  • Il grande talento di Bianca. La Andreescu è la prima tennista nata nel Terzo Millennio capace di conquistare un titolo Slam. Ci è riuscita agli US Open sulla pericolosissima beniamina di casa Serena Williams.
  • Un secolo di gloria. Lo storico Circolo Canottieri Roma ha compiuto 100 anni e ha festeggiato con una favolosa festa alla quale sono intervenuti 500 soci ed ospiti illustri del mondo sportivo, artistico e culturale. A concludere la serata dei sontuosi fuochi d'artificio.