CIRCUITO CHALLENGER: YMER E SMYCZEK IN VOLATA, TUTTO FACILE PER TURSUNOV

Il veterano russo approda in scioltezza in semifinale a Stockton, dove invece faticano lo svedese e l'americano. Bene i sudamericani a Campinas
venerdì, 6 Ottobre 2017

Tennis. Proseguono senza sosta gli appuntamenti del circuito maschile a livello Challenger, dove purtroppo non sono più presenti azzurri in seguito all’eliminazione subita ieri da Federico Gaio ad opera del serbo Krajinovic sulla terra battuta kazaka di Almaty. Un buon risultato quello centrato dal portacolori faentino dopo un periodo recente abbastanza negativo contraddistinto da numerose sconfitte inattese, prima di rituffarsi in alcun tornei futures e recuperare un briciolo di fiducia grazie all’affermazione davanti al pubblico amico di Santa Margherita di Pula.

Tutto secondo pronostico invece nel Challenger di Stockton (Stati Uniti, cemento), visto che hanno superato i quarti i principali accreditati al successo conclusivo. Facile trionfo per il veterano russo Dmitry Tursunov, giustiziere dell’australiano Smith con il netto punteggio di 7-6(2) 6-3 al termine di una contesa esauritasi al termina della frazione inaugurale.

Molta più fatica hanno fatto in chiusura di programma il beniamino del pubblico Tim Smyczek ed Elias Ymer, entrambi costretti a ricorrere al terzo set per piegare la resistenza di avversari intenzionati più che mai a fargli lo sgambetto. In particolare, il tennista americano si è sbarazzato del connazionale Christian Harrison per 2-6 6-3 6-4, frutto di un innalzamento del livello del proprio tennis nella seconda metà di gara, mentre la promessa svedese ha dovuto fare i conti con le ambizioni dell’indomito russo Frank Dancevic, arresosi soltanto 3-6 7-6(8) 6-4 dopo aver anche fallito la bellezza di cinque match point nel secondo parziale.

Due ritiri hanno segnato la quarta giornata del Challenger di Monterrey, in programma fino a domenica sul prestigioso cemento messicano. A dare forfait sono stati costretti rispettivamente l’australiano Sam Groth, sotto di un break al cospetto del tedesco Koepfer, e il teutonico Moraing, beffato sul più bello essendo riuscito a portare la sfida contro il padrone di casa King al terzo set. Sorride il cileno Garin all’ultimo respiro, abile a far sua la maratona ai danni dell’australiano Vukic che ha pagato a carissimo prezzo la scarsa incisività al servizio.

Risplendono i sudamericani infine sulla terra battuta carioca di Campinas, terreno di caccia per moltissimi giocatori esperti a caccia di punti preziosi in questo frangente dell’annata. Tra questi spiccano i nomi del brasiliano Ghem e del gigante argentino Olivo, capaci di imporsi dinnanzi rispettivamente al non irresistibile Casanova (7-6 6-2) e al coraggioso Mena (6-3 3-6 6-2) sceso tuttavia di rendimento alla distanza. Da segnalare anche l’affermazione del super-veterano iberico Munoz de la Nava impostosi alla distanza sul padrone di casa Souza, così come del portoghese Elias che ha regalato un altro dispiacere al pubblico di casa arginando le velleità del povero Clezar per 6-4 7-6(2).

 


Nessun Commento per “CIRCUITO CHALLENGER: YMER E SMYCZEK IN VOLATA, TUTTO FACILE PER TURSUNOV”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.