ZVEREV AMMETTE: “LONTANO DAL LIVELLO DI NADAL E FEDERER”

Il giovane tedesco ammette di dover ancora maturare molto

Tennis. Zverev è sicuramente una delle stelle più splendenti del tennis della nuova generazione, presente e futura. Il classe ’97 è stato l’unico fra i giovani capace di vincere ad alto livello, dei Masters 1000, soffrendo però e non poco a livello di Major. E’ lo stesso Sasha ad ammettere i miglioramenti che ancora deve compiere per ambire a certi traguardi, come i più esperti ed illustri colleghi hanno fatto negli ultimi 15 anni di questo sport.

Rafa e Roger sono ancora i migliori in questo momento, riescono a vincere gli Slam e altri grandi titoli. Ovviamente io ho portato a casa dei Masters 1000 ma non ho ancora vinto uno Slam, quindi sarebbe ingiusto dire che sono già al loro livello. La maggior parte degli avversari so come affrontarli perché ci siamo già incontrati in passato, quindi ci conosciamo tutti abbastanza bene a dire il vero”.

Traguardo di Alexander è quello adesso di presentarsi al 100% al Roland Garros: “Ho già dimostrato di saper giocare bene anche sulla terra rossa e di poter battere i grandi giocatori nei tornei principali. L’anno scorso, durante la stagione sulla terra, mi sono sentito come se fossi il secondo miglior giocatore dietro a Nadal. Poi mi sono infortunato nei quarti di finale a Parigi. Dominic è un giocatore fantastico, ma è stato davvero frustrante per me”.


Nessun Commento per “ZVEREV AMMETTE: "LONTANO DAL LIVELLO DI NADAL E FEDERER"”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Gennaio 2019

  • Nole è sempre Nole. Djokovic chiude l'anno da n.1 per la quarta volta rimontando addirittura dalla posizione n.22 che occupava a metà del 2017, l'ennesima prova di carattere, volontà e talento del serbo.
  • Zverev apre una breccia. A chiudere in bellezza il 2018 è stato il giovane tedesco col trionfo al Masters, e ora la domanda nasce spontanea: il 2019 sarà l'anno dell'atteso ricambio generazionale in campo Atp?
  • Anno nuovo Davis nuova. Ormai ci siamo, è tempo di rivoluzione in ambito Davis. Si riparte con la nuova formula, ma le polemiche non si placano.