ZVEREV: “MI SONO GODUTO OGNI MOMENTO IN SUDAMERICA”

Sascha Zverev ha raccontato la sua bellissima esperienza in Sudamerica, dove ha giocato alcune esibizioni con Federer

Tennis. Alexander Zverev ha faticato molto più del previsto nel 2019, influenzato anche da alcuni problemi fuori dal campo che hanno provocato la sua separazione da Ivan Lendl dopo meno di un anno dall’inizio della loro collaborazione.

Prima di gettarsi nella off-season, il campioncino tedesco ha accompagnato Roger Federer nella sua tournée in Sudamerica. I due hanno ricevuto un’accoglienza pazzesca in ogni singola città, con il picco raggiunto a Città del Messico.

“Mi sono goduto ogni singolo momento, dentro e fuori dal campo. Non abbiamo mai dormito più di due o tre ore a notte durante la settimana. Nel 2020 ci sono come obiettivi Slam e Olimpiadi ma prima di tutto voglio stare bene.

Poi è ovvio che cercherò di vincere i tornei più importanti. Vincere una medaglia sarebbe davvero fantastico” – ha confessato Zverev durante una recente intervista.

Sulla nuova Coppa Davis, Sascha continua a non essere tenero: “L’ho già detto più volte, questa non è la Coppa Davis. Adesso è un’altra competizione. Potrò comunque giocare per la Germania alle Olimpiadi, quindi la cosa non mi preoccupa.”

I primi mesi del 2020 saranno fondamentali per comprendere le ambizioni del teutonico, che ha mostrato qualche piccolo segnale di risveglio già alla fine del 2019 centrando la finale a Shanghai e la semifinale alle Nitto ATP Finals di Londra.


Nessun Commento per “ZVEREV: "MI SONO GODUTO OGNI MOMENTO IN SUDAMERICA"”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Ottobre 2019

  • Sinner scatenato. Partito dalle qualificazioni, il 17enne altoatesino ha infuocato gli Internazionali d'Italia! Scoprite la sua storia nell'ultimo numero di Tennis Oggi.
  • Che caratteraccio Daniil! Medvedev ha un temperamento a volte iroso che lo rende poco simpatico, ma il suo tennis imprevedibile che non piace agli avversari piace molto al pubblico...
  • Il grande talento di Bianca. La Andreescu è la prima tennista nata nel Terzo Millennio capace di conquistare un titolo Slam. Ci è riuscita agli US Open sulla pericolosissima beniamina di casa Serena Williams.
  • Un secolo di gloria. Lo storico Circolo Canottieri Roma ha compiuto 100 anni e ha festeggiato con una favolosa festa alla quale sono intervenuti 500 soci ed ospiti illustri del mondo sportivo, artistico e culturale. A concludere la serata dei sontuosi fuochi d'artificio.