ZVEREV: “MIAMI NON SARÀ UN TORNEO FACILE DA VINCERE”

Il campioncino tedesco ha dichiarato che non sarà semplice vincere a Miami, nonostante le tantissime assenze fra i big
lunedì, 22 Marzo 2021

Tennis. Alexander Zverev si è aggiudicato il titolo ad Acapulco domenica scorsa piegando Stefanos Tsitsipas in una finale caratterizzata da innumerevoli alti e bassi.

Il campioncino tedesco, che non aveva esattamente brillato nelle ultime due stagioni e che aveva visto sfumare il suo primo Slam agli US Open 2020, si è tolto qualche sassolino dalla scarpa discutendo con i giornalisti.

Ho sempre detto che questo è un torneo che volevo vincere nella mia carriera. Ho un forte legame con il Messico e con questo torneo.

Sono venuto qui con un obiettivo e l’ho raggiunto, e ne sono molto contento” – ha dichiarato Sascha in conferenza stampa.

Ho iniziato molto male il match, mi sono accorto di non giocare affatto bene” ammette Zverev. “Ho dovuto lottare per tornare in partita e sono stato bravo a vincere il primo set.

Nel secondo set, quando ho avuto la possibilità, dovevo chiudere, perché un top player di solito non ti concede una seconda possibilità. Penso, tuttavia, di aver giocato molto bene il tie-break. Sono contento di come è andata“.

Alexander sarà uno dei pochissimi top player a scendere in campo a Miami nel primo Masters 1000 stagionale. “Miami è un torneo che molti giocatori vedono come un’opportunità, ma ci saranno diversi ottimi giocatori da battere.

Non si può certamente dire che, data l’assenza di Nadal, Djokovic e Federer, sarà un torneo facile per chiunque lo vinca.

Gioco i tornei per vincere, sono contento del successo di oggi, ma il più grande obiettivo è vincere un torneo del Grande Slam, il titolo più difficile da vincere, non l’ho ancora raggiunto ma gioco per questo”.


Nessun Commento per “ZVEREV: "MIAMI NON SARÀ UN TORNEO FACILE DA VINCERE"”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.